FANDOM



Accadde al ponte di Owl Creek è un racconto breve ambientato durante la guerra Civile scritto da Ambrose Bierce nel 1886.

La prima parte della storia inizia con la descrizione di un uomo che stà per essere impiccato sul ponte di Owl Creek da due soldati. Un attimo prima della sua morte il tempo sembra distorcersi e rallentare. L'uomo inizia a pensare che se la corda dovesse cedere potrebbe evitare la morte nuotando nel fiume che passa sotto di lui.
La seconda parte della storia è un flashback, il cui nome è Peyton Farquhar, un contadino dell'Alabama che desidera in tutti i modi raggiungere l'esercito dei Confederati. Un soldato di passaggio dice che Farquhar può distruggere il ponte di Owl Creek per cercare di fermare l'avanzata delle truppe Nordiste.
L'ultima parte descrive il momento in cui l'uomo si trova impiccato al ponte e le sensazioni che stà provando. La corda però si spezza e Farquhar cade nel fiume sottostante. Riesce a nuotare e ad evitare i proiettili dei soldati raggiungendo la foresta e scomparendo. Dopo aver camminato un giorno intero torna a casa e mentre stà per abbracciare la moglie una luce bianca accecante circonda Farquhar, seguita da un silenzio. Il narratore del racconto rivela a questo punto che Farquhar è effettivamente morto mentre si trovava impiccato al ponte immaginandosi tutto quanto alcuni secondi prima della morte. Bierce era corrispondente durante la guerra Civile, nonchè autore de The Devil's Dictionary, che gli ha dato fama di uno dei più grandi cinici della storia. Nel 1913, si spostò in Messico e da allora non si sono più avute notizie di lui.

In LostModifica

Il parallelo tra Lost e questo breve racconto può trovarsi nel ricorso a flashback come tecnica narrativa. In comune si può trovare anche i frequenti sogni o allucinazioni a cui i personaggi di Lost sono spesso soggetti.