Fandom

Lostpedia Italia

Alla deriva

1 852pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

"Alla deriva" è il secondo episodio della Seconda stagione di Lost, e il 27esimo dell'intera serie. Gli stessi eventi visti in "Uomo di scienza, uomo di fede" all'interno della botola vengono visti dal punto di vista di Kate e di Locke fino all'arrivo di Jack. Nel frattempo, in alto mare, Michael e Sawyer discutono sul rapimento di Walt e su come faranno a sopravvivere ora che la zattera è in pezzi.

TramaModifica

FlashbackModifica

2x02 michael.JPG

Michael insiste per ottenere la custodia di Walt

In uno studio legale di New York, Michael ingaggia un avvocato da quattro soldi perché la sua compagna, Susan Lloyd, ha deciso che vuole ottenere a tutti i costi l’affidamento di Walt. L'avvocato lo informa che Brian Porter, il nuovo compagno di Susan, vorrebbe che Michael rinunciasse alla sua patria potestà per permettergli così di adottare Walt a tutti gli effetti e di portarlo a Roma dove Susan ha trovato lavoro. Michael è però molto determinato a non farsi portare via suo figlio. L'avvocato lo ragguaglia che loro potrebbero presentare un'ingiunzione per impedire a Susan di lasciare la città ma che la causa costerà un sacco di soldi e che forse lui non potrà permettersi; Michael non ha alcuna intenzione di rassegnarsi ed è disposto a tutto pur di non rinunciare a Walt.

Michael e Susan si incontrano con i rispettivi avvocati per la causa di affidamento di Walt: l'avvocato di Susan, Lizzy, mette subito alle strette Michael facendo notare come lui sia sempre stato distante dal figlio e come in realtù lui lo conosca ben poco. La donna chiede a Michael perché non lui non abbia fatto nulla quando Susan ha portato Walt ad Amsterdam ed invece adesso si opponga; la donna poi gli fa notare che è stata Susan a pagargli le spese ospedaliere dopo il suo incidente e gli chiede se sa quale sia stata la prima parola del figlio ed il suo cibo preferito. Michael, che non conosce le risposte a quelle domande, ribadisce il concetto di essere il padre di Walt e di avere il diritto di tenerlo con sè.

2x02 michael susan walt.JPG

Michael va a dire addio a suo figlio Walt prima che lui parta per Roma

Susan ha un incontro con Michael: i due sono soli nella stanza. La donna ha capito che Michael non vuole darsi per vinto e che vuole portare la causa di affidamento in tribunale. Dice quindi all’uomo che in quel caso probabilmente sarà lui a vincere, ma vuole anche sapere perché Michael si stia impuntando così tanto per Walt, quando lo conosce appena e non potrà mai mantenerlo, viste le sue disperate condizioni finanziarie e lo sfratto che sta per subire; al contrario lei potrà fornirgli tutto quello di cui lui ha bisogno. Susan suggerisce a Michael di occuparsi di se stesso, di rimettersi in salute e di riprendere in mano la sua vita ed il suo lavoro: poi, con un po’ di imbarazzo, Susan gli porge un contratto con il quale Michael si impegnerà a cedere i suoi diritti sul figlio. Susan chiede a Michael di firmarlo per il bene di Walt.

Qualche tempo dopo Michael e Susan si incontrano in un parco: con Susan c’è anche il piccolo Walt ed i due partiranno il giorno dopo per Roma. Michael saluta suo figlio e gli regala un orsacchiotto di peluche: è un orso polare. Michael dice al bambino che la mamma e Brian si prenderanno cura di lui e gli offriranno una vita splendida, ma che suo papà, lui, gli vorrà sempre un gran bene, dovunque lui andrà. Poi Michael saluta Susan che si volta e si allontana tenendo Walt per mano.

Sulla zatteraModifica

2x02 sawyer.JPG

Sawyer si issa su quel poco che rimane della zattera

La zattera è in fiamme ed a pezzi ma Michael e Sawyer sono salvi; si sente in lontananza la voce di Jin ma non lo si vede: si sente Walt che urla mentre viene portato via dagli uomini che lo hanno rapito. Sawyer, seppur ferito da un proiettile che gli è stato sparato contro dal peschereccio, riesce a salvare Michael, mentre l’uomo si dispera e tenta di nuotare fino allo sfinimento verso il figlio, ed ad issarlo sopra un frammento della zattera. Sawyer, dopo alcuni tentativi, riesce a rianimare Michael che, non appena ripreso, ricomincia a chiamare a saurciagola il figlio. Sawyer gli consiglia di risparmiare le forze perché tanto ormai Walt è stato portato via, non può più sentirlo e lui non può fare niente per il figlio. Michael ribadisce più volte che farà qualsiasi cosa per riprendersi Walt.

2x02 michael 2.JPG

Michael, preoccupato per Walt, ha una discussione con Sawyer

Sawyer chiama ripetutamente Jin, ancora disperso in mare, ma non riceve alcuna risposta. Michael allora accusa Sawyer di essere stato lui la causa del rapimento del figlio perché ha insitito tanto per lanciare in aria il razzo segnalatore che ha attirato gli uomini con la barca. Mentre Michael e Sawyer litigano accanitamente perché Michael vuole Sawyer fuori dalla sua zattera, i due vengono attaccati da uno squalo attirato dal sangue proveniente dalla ferita sulla spalla di Sawyer; quest'ultimo estrae la sua pistola e poi, vedendo un altro pezzo di zattera poco distante, vi si trasferisce sopra per allontanarsi da Michael. Non appena a bordo Sawyer rispode a Michael che lui si è beccato quel proiettile per salvare Walt e non certo per mettere in salvo se stesso, come l’uomo lo stava accusando. Poi, con molto coraggio e gran dolore, Sawyer estrae da solo il proiettile che ha nella spalla, lo getta via e poi sviene.

Alla deriva nell’oceano, poco dopo, Sawyer rinviene. L’uomo intuisce che la piccola barca dei rapitori, non adatta a fare lunghi viaggi nell'oceano, doveva essere partita dall'Isola. Capisce quindi che probabilmente sono stati gli Altri a rapire Walt e che la Rousseau aveva ragione quando aveva detto che gli Altri sarebbero venuti a prendere il bambino: loro, erroneamente, avevano sempre pensato che la donna si riferisse ad Aaron, invece che a Walt. Sawyer afferma quindi che non è stato il razzo ad attirare gli Altri perché loro li stavano già cercando per rapire Walt. Michael si agita al nome del figlio e frantuma il pezzo di zattera di Sawyer lasciandolo a mollo ed obbligandolo a risalire sulla sua parte di relitto.

2x02 michael sawyer.JPG

Michael e Sawyer scoprono che la corrente li ha riportati all'Isola

D’un tratto Michael e Sawyer trovano uno dei due scafi della zattera che galleggia lì vicino: quella parte sembra essere molto più solida di quella su cui loro si trovano. Sawyer decide quindi di raggiungerlo a nuoto, ma lo squalo è in agguato: l’uomo consegna quindi la pistola a Michael affinché spari all'animale se questi gli si dovesse avvicinare troppo, poi si tuffa e nuota più velocemente che può. Quando la pinna dello squalo appare in superficie Michael gli esplode contro l'intero caricatore, riuscendo a ferire ed ad allontanare il pesce e consentendo così a Sawyer di recuperare lo scafo: i due si trasferiscono su di esso.

Quando spunta l'alba Michael sta ancora disperandosi per la perdita di Walt ed ammette che la colpa è stata solo sua: non doveva portarlo con sé sulla zattera. I due uomini in quel momento si accorgono, stupefatti, che la corrente li ha riportati vicino all'Isola, quindi abbandonano lo scafo e nuotano verso la spiaggia. In quel mentre i due uomini sentono la voce di Jin: pochi istanti dopo vedono l’uomo spuntare dalla giungla, con le mani legate dietro la schiena, e correre verso di loro gridando disperatamente in coreano. Quando Michael e Saywer riescono a calmarlo Jin si limita a dire ripetere "Altri, altri...": in quell’istante sopraggiungono sulla spiaggia cinque individui armati e con fare minaccioso.

Sull'IsolaModifica

Locke, presso la botola, chiama Kate a gran voce ma non ottiene alcuna risposta. L’uomo decide quindi di calarsi dentro al pozzo. Arrivato all'interno del bunker sotterraneo, Locke realizza che il rumore delle sue scarpe potrebbe indicare la sua presenza e quindi se le toglie; poco oltre trova una targhetta con quello che sembra essere un simbolo di un cigno. Sotto di essa la scritta DHARMA. Proseguendo nella perlustrazione, a differenza di quello che farà in seguito Jack, Locke entra in una sorta di soggiorno del rifugio sotterraneo e trova Kate a terra, stordita, vicino ad una serie di computer. Prima che possa aiutarla ad alzarsi i due vengono subito messi sotto tiro da Desmond che domanda a Locke Sei tu Lui?.

2x02 kate.JPG

Kate trova una stanza piena di provviste

Locke, azzardando un bluff per capire le intenzioni dell’uomo, risponde affermativamente. Desmond appare felice che Locke sia il Lui che stava aspettando ma poi, forse a causa dell'inspiegabile presenza di Kate, l’uomo si insospettisce e chiede a John “Cosa disse il pupazzo di neve all'altro pupazzo?”. Locke non sa rispondere a quel quesito e Desmond capisce che l’uomo gli stava mentendo e gli punta contro il mitra. Locke prova a tranquillizzarlo dicendogli che loro non sono lì per fargli del male e Kate lo informa che loro sono i sopravvissuti di un disastro aereo. Desmond, però, diffida delle loro parole e, sempre tenendoli sotto tiro, li porta nella stanza accanto.

Mentre si spostano Locke, notando delle tacche su una parete, chiede a Desmond da quanto tempo lui sia rinchiuso lì sotto, ma l’uomo intima loro di stare zitti ed ordina a Kate di legare Locke; John, però, interviene affermando che Kate è molto più pericolosa di lui e che è una fuggitiva, mentre lui lavorava in una ditta di scatole. Desmond sembra credergli, cambia idea ed ordina a John di legare la ragazza. Mentre Locke immobilizza Kate legandole i polsi dietro la schiena, le nasconde un coltello nella cintura; poi, su ordine di Desmond, rinchiude la ragazza dietro ad una porta blindata.

2x02 claire.JPG

Claire trova la statuetta nello zaino di Charlie

Nel frattempo, alle grotte, mentre Jack si incammina per raggiungere Locke e Kate alla botola, Claire trova nello zaino di Charlie una delle statuette della Vergine Maria e gli chiede dove lui l'abbia trovata. Charlie, in difficoltà, le dice di averla raccolta nella giungla, che prima o poi potrebbe tornargli utile e che gli fa piacere tenerla con sè. Kate, dopo varie contorsioni, riesce a liberarsi dalla corda che la imprigionava anche grazie al coltello che Locke le ha dato. Accesa la luce della stanza la ragazza scopre di essere in una specie di dispensa piena zeppa di beni alimentari, tutti etichettati DHARMA. Mentre sgranocchia una barretta di cioccolata "Apollo", mettendone un altro paio in tasca, Kate si accorge di una presa d'aria nel soffitto; la ragazza si arrampica quindi fino alla grata, la apre e vi si infila dentro.

Intanto, Locke racconta a Desmond come loro siano sopravvissuti all'incidente aereo. Desmond sembra quasi sorpreso che il mondo esterno esista ancora. Locke chiede a Desmond il suo nome ed i due si presentano. Quando però Locke dice all’uomo che può mettere via il mitra, Desmond torna guardingo e diffidente: si informa, quindi, di quanti siano i sopravvissuti all’incidente e quanti di loro si siano ammalati: Locke, stupito, gli risponde che nessuno di loro si è ammalato. In quel momento una serie di "beep" cominciano a ripetersi attraverso gli altoparlanti, mentre il conto alla rovescia su di un timer si sta esaurendo: Desmond punta allora il mitra contro Locke e lo obbliga a digitare i numeri 4, 8, 15, 16, 23 e 42 in un vecchio computer e poi a premere EXECUTE. Locke è visibilmente emozionato e domanda a Desmond cosa accadrà premendo il tasto, ma Desmond non gli fornisce spiegazioni e gli grida di schiacciare il pulsante: quando il tasto viene premuto il timer viene resettato a 108 minuti.

In quell'istante la voce di Jack che chiama Kate e Locke risuona nel bunker. Questo evento suscita l'ira di Desmond che chiede a Locke chi sia quell'individuo. Desmond usa allora il suo periscopio a specchi per individuare l'intruso e scopre che Jack ha una pistola. Quindi, per creare un diversivo, riaccende un giradischi al massimo volume. Kate, nel frattempo, sta strisciando nel condotto d'areazione: quando la ragazza vede Jack nella stanza sottostante lo chiama a gran voce ma questi non può udirla a causa della musica assordante. Jack si confronta quindi con Desmond e Locke. Kate, ancora nascosta nel condotto, viene di poco mancata da una delle pallottole di Desmond sparate in aria. Jack, infine, riconosce in Desmond l’abitante del bunker sotterraneo.

CuriositàModifica

GeneraleModifica

  • C'è un logo della Dharma sulla coda dello squalo che attacca Sawyer e Michael.
  • Mentre Michael sta parlando con il suo avvocato è possibile notare per un istante, fuori dalla finestra, i due grattacieli del World Trade Center.
  • Michael e Susan discutono con gli avvocati sull'affidamento di Walt nello stesso luogo in cui Claire stava per dare in adozione suo figlio nell'episodio "Un figlio".

Note di produzioneModifica

ErroriModifica

  • Nell'episodio "Uomo di scienza, uomo di fede", quando Jack si appresta a premere un pulsante sul computer, Locke gli dice: 'Io non lo farei'; in questo episodio, quando vediamo la stessa scena dal punto di vista di Kate , Locke dice a Jack: 'Io non lo farei, Jack'.
  • Il giradischi all'interno del bunker, a seconda dell’episodio, cambia leggermente: da acciaio passa ad essere di legno lavorato.
  • Anche la lampada, nei due episodi, cambia di modello.
  • Il logo "DHARMA", stampato sulla sua coda dello squalo, era destinato in origine ad essere più piccolo e quasi invisibile anche per il più appassionato dei fans. Tuttavia, un errore di montaggio ha modificato la sua grandezza rendendolo molto più visibile del voluto. Come risultato, gli scrittori sono stati costretti ad accennare una spiegazione per questo fatto nell'episodio "Storia di due città" con le vasche per gli squali della stazione Idra.
  • Quando Michael e Sawyer sono in mezzo al mare, si può notare in lontananza una barca.
  • La pistola "SIG-Sauer P228" data da Jack a Sawyer nell'episodio "Esodo, prima parte" diventa una "Beretta M9" quando Sawyer e Michael si trovano alle prese con lo squalo.
  • Sawyer, mentre parla con Michael, menziona le parole dette da Danielle Rousseau sul fatto che gli Altri sarebbero venuti a prendere il bambino, anche se i due erano già in mare quando la francese le ha pronunciate nell'episodio "Esodo, seconda parte".
  • Quando Locke inserisce i numeri nel computer non preme la barra spaziatrice (il computer sembra aggiungere lo spazio automaticamente), mentre Desmond in "Uomo di scienza, uomo di fede" la preme dopo ogni numero. Questo potrebbe non essere un errore nel caso ci siano due modi per inserire il codice, ma sarebbe sconcertante il fatto che Desmond abbia fatto del lavoro extra per tutto questo tempo.

Tematiche ricorrentiModifica


Tematiche ricorrenti in Lost
AnimaliBianco e neroIncidenti stradaliConnessioni tra i personaggiBambiniOcchiFato contro libero arbitrioBuoni e cattiviPrigioniaIsolamentoVita e morteParti del corpo mancantiSoprannomiI NumeriProblemi familiariGravidanzeGiustapposizioniPioggiaRinascitaRedenzioneRelazioniSacrificioSegretiSogniTempoTruffe e inganni

Analisi della tramaModifica

  • Michael e Sawyer litigano continuamente ed accanitamente sulle loro responsabilità per quanto è successo a Walt. (Rivalità)


Riferimenti culturaleModifica

  • "Bonanza". Nella versione in lingua originale, Sawyer chiama Michael "Hoss"; Eric "Hoss" Cartwright era l'amabile figliastro di Ben Cartwright della serie western andata in onda negli Stati Uniti dal 1959 al 1973.
    • Nell'episodio "Ritorno", è Jack che è chiamato "Hoss" da Sawyer.
  • Barbablù. Sawyer chiama l'uomo barbuto "Barbablù", il titolo di una famosa novella scritta da Charles Perrault, che narra le vicende di ricco ma violento nobiluomo e della sua troppo curiosa moglie.
  • "Davide e Golia". L'avvocato Finney paragona la situazione di Michael nel caso d'affidamento di Walt a questo racconto biblico.

Tecniche di narrazioneModifica

  • Malgrado il fatto che la zattera abbia viaggiato per un giorno ed una notte la corrente riporta Michael e Sawyer in prossimità dell'Isola, il posto da cui loro stavano scappando ed in cui non avrebbero più voluto tornare. (Ironia)
  • Michael, Sawyer e Jin sono convinti di essere stati attaccati dagli Altri quando arrivano sulla spiaggia: in realtà questo non è vero.


Michael Dawson & Walt Lloyd
Interpretati da Harold Perrineau & Malcolm David Kelley
vdm
Episodi dedicati "Speciale" • "Esodo, prima parte" • "Esodo, seconda parte" • "Alla deriva" • "Tre minuti"
Mobisode "The Deal" • "Room 23" • "Arzt & Crafts" • "Jin Has a Temper-Tantrum On the Golf Course"
Personaggi dei flashback AlexAndyBea KlughBrian PorterDagneDanny PickettFinneyInfermieraLizzy (avvocato di Susan)Madre di MichaelSteve JenkinsSusan LloydTom
Oggetti FumettoListaZatteraVincent
Vedi anche: Personaggi Principali

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale