FANDOM


Il dottor Christian Shephard era il figlio di Ray Shephard, il padre di Jack Shephard e Claire Littleton, il marito di Margo Shephard, l'amante di Carole Littleton e il nonno di Aaron Littleton.

Prima di esser radiato dall’Ordine dei medici per aver causato la morte di una paziente operandola sotto gli effetti dell’alcol, l’uomo era primario di chirurgia all’ospedale St. Sebastian di Los Angeles. Dopo esser stato allontanato dalla professione, Christian si reca in Australia, dove muore a seguito di un attacco di cuore dovuto all’abuso di alcolici. Dopo lo schianto del volo Oceanic 815, a bordo del quale la sua salma stava per essere portata a Los Angeles, appare e dialoga con alcuni personaggi sull'Isola. L'Uomo in Nero dichiara di aver impersonato Christian per tutto il tempo.

Prima dell’IsolaModifica

Durante la sua giovinezza, Christian comincia a frequentare una ragazza, Margo, e i due decidono di sposarsi. Il giorno delle nozze il vecchio Shephard, padre dello sposo, gli comunica di non approvare la loro unione ma, nonostante ciò, gli regala un orologio cimelio di famiglia. Christian accetta il dono, ma non lo indosserà mai. (“The Watch”)

La relazione di Christian col figlio, Jack, è autoritaria e distaccata. Un'occasione in cui ha dimostrato la scarsa empatia col piccolo è avvenuta quando Jack, per difendere il suo amico Marc Silverman, venne picchiato da due ragazzi più grandi. Shephard senior spiega al ragazzino che sarebbe stato inutile per lui provare ad essere un eroe perché non aveva ciò che sarebbe servito per poter affrontare i fallimenti. Molti anni dopo, Christian dichiarerà di esser stato come il figlio durante la sua infanzia (“Il coniglio bianco”) e Jack noterà, dopo aver lasciato l’Isola, che il padre era stato un bravo racconta storie (“Something Nice Back Home”). In più, Shephard junior dirà a Ben che è stato proprio il genitore ad insegnargli il gioco degli scacchi quando era bambino. (“King of the Castle”)

Col passare del tempo, il dottor Shephard comincia ad avere seri problemi con l'alcol e ad allontanarsi dagli amici e dalla sua famiglia, arrivando addirittura a viaggiare frequentemente per lunghi periodi completamente solo. (“Il coniglio bianco”) Durante uno di questi periodi di assenza dal nucleo familiare, Christian allaccia una relazione extraconiugale con una donna australiana, Carole Littleton. Carole rimane incinta e dà alla luce la loro bambina, Claire. L'uomo va molto spesso a trovare la figlia quando è molto piccola, ma le visite si interrompono quando Carole realizza di non riuscire a dividere la persona che ama con l'altra famiglia che lui ha in America. La decisione del chirurgo di non vedere più né Carole né Claire si rafforza quando Lindsey, la sorella di Carole, diventa aggressiva e astiosa nei suoi confronti. A Claire viene detto che suo padre è morto. (“Per via aerea”)

Anni dopo, Jack si laurea in medicina e comincia ad esercitare a fianco del padre al St. Sebastian. Dato che il figlio è adulto, Christian instaura con lui un rapporto più sereno. Per esempio, mentre Jack sta lavorando sul caso di Sarah, una paziente gravemente ferita alla colonna vertebrale, Shephard gli ricorda di non essere brusco nel comunicare cattive notizie ai suoi assistiti e gli raccomanda di lasciar sempre loro una speranza, anche se flebile. Il giovane medico non concorda col genitore, ma alla fine riesce a guarirla, nonostante le pochissime probabilità. Successivamente, Jack e Sarah cominciano a frequentarsi. (“Uomo di scienza, uomo di fede”)

Qualche tempo dopo, il giovane Shephard propone alla sua innamorata di sposarlo. La sera prima del rito sponsale, Jack confida al padre di avere grossi problemi nello scrivere i voti nuziali e Christian gli chiede se è innamorato di Sarah. Il dottore gli risponde: “Assolutamente”, ma si chiede dubbioso se riuscirà ad essere un buon marito e un ottimo padre. Il genitore prova a rasserenarlo, dicendogli che il segreto per andare avanti nelle difficoltà è l'impegno. (“Non nuocere”)

Poco dopo, Christian dialoga col figlio su una spiaggia poche ore prima delle nozze. L'uomo dà al futuro sposo l’orologio regalatogli dal padre il giorno del suo matrimonio, accennando al fatto che il nonno di Jack pensava che stesse commettendo un grosso errore prendendo in moglie Margo; lui, al contrario, pensa invece che il figlio non possa fare una scelta migliore. Prima di andarsene, Christian augura a Jack di essere un padre migliore di lui. (“The Watch”)

Non è passato molto tempo dal matrimonio di Jack che Christian riceve una telefonata da un dottore suo conoscente di Sidney. Dalla conversazione Shephard apprende che Carole è in coma, a causa di un grave incidente automobilistico, e decide di partire immediatamente per l'Australia, con l'intenzione di accollarsi il costo delle spese mediche per la donna in maniera anonima. Il suo proposito viene scoperto quando Lindsey e Claire, ormai adolescente, lo sorprendono nella camera di Carole. Inizialmente il dottore cerca di andarsene senza dare spiegazioni di alcun tipo, ma l'ostilità tra lui e Lindsey porta Claire a chiedere chi sia l'uomo e perché sia lui a pagare l’importo delle cure per la madre. A quel punto Christian rivela alla giovane di essere suo padre; dopo la confessione, anche Claire diventa fredda nei suoi riguardi. (“Per via aerea”)

Nonostante l'animosità che la ragazza prova nei suoi confronti, Christian convince Claire a prendere un caffè insieme. L’argomento della conversazione verte sullo stato vegetativo di Carole: l'uomo dice alla figlia che la madre ormai non era più cosciente, che le speranze di una sua ripresa erano ridotte al lumicino e le consiglia di metter fine alle sue sofferenze con l'eutanasia. La giovane si infuria sentendo la proposta del padre e fa per andarsene, ma Christian le raccomanda di non tenere in vita la mamma per le “ragioni sbagliate”. Dopo aver supplicato Claire di considerare il suo suggerimento, Shephard ritorna in America, pensando di non rivedere mai più la ragazza. (“Per via aerea”)

Tornato al lavoro in ospedale, Christian e Jack affrontano il caso di Angelo Busoni, un ricco italiano, accompagnato dalla figlia Gabriela. I due medici ritengono che la massa tumorale dell'uomo sia inoperabile e Shephard senior si rifiuta di intervenire su Busoni. Dopo che Gabriela spiega di esser venuta a conoscenza della operazione miracolosa compiuta dal giovane chirurgo su Sarah e di volere che sia lui a sottoporre ad intervento il genitore, Jack acconsente a rimuovere il tumore di Busoni. (“Linea di confine”)

Col passare del tempo, Christian nota l’attaccamento del figlio nei confronti di Gabriela Busoni e una sera, lo affronta, dicendogli di evitare un coinvolgimento personale e raccomandandogli di non andare oltre un atteggiamento di tipo meramente professionale con la figlia del suo paziente, altrimenti il suo matrimonio e la sua carriera ne sarebbero stati certamente danneggiati. Il giovane Shephard si offende per le parole del padre e ne ignora l’ammonimento. Dopo che Busoni muore sotto i ferri, Christian cerca di consolare Jack, ma quest'ultimo si infuria per il fatto che il padre aveva già comunicato a Gabriela il risultato dell'intervento. (“Linea di confine”)

Tempo dopo, Christian si unisce agli Alcolisti Anonimi, sperando di poter metter fine alla sua dipendenza dall’alcol. Nello stesso periodo il matrimonio di Jack giunge al capolinea: Sarah lo ha lasciato, mettendosi assieme ad un altro uomo. La separazione dalla moglie amareggia il giovane Shephard, che diventa ossessionato dallo scoprire l'identità del nuovo amore della sua ex compagna, arrivando addirittura a pedinarla. In preda al delirio della gelosia, Jack accusa il padre di essere lui l'amante di Sarah e, durante un incontro degli Alcolisti Anonimi, lo aggredisce. Dopo l'episodio Christian, che era sobrio da cinquanta giorni, ritorna ad attaccarsi alla bottiglia. (“Storia di due città”)

L’alcolismo di Christian compromette anche la sua vita professionale, con conseguenze gravissime. Il chirurgo opera una giovane donna, Beth, sotto i fumi dell’alcol, lacerandole inavvertitamente l'arteria epatica, e, di conseguenza, provocando una emorragia gravissima, che porta la paziente alla morte. Tutti i presenti in sala operatoria firmano una dichiarazione in cui coprono il chirurgo, sostenendo che le condizioni della donna erano già critiche e che niente avrebbe potuto salvarla. Jack, che ha cognizione del fatto che il padre aveva compiuto l'intervento completamente ubriaco e che era subentrato al genitore durante l'operazione nel tentativo disperato di riparare al danno fatto all'arteria, insiste nel voler rivelare la verità e si rifiuta di firmare un documento del genere. Alla fine Christian lo convince a occultare la vera versione dei fatti, scusandosi per esser stato così duro durante la sua infanzia e spiegandogli che la medicina era tutta la sua vita, specificando il fatto che non voleva assolutamente perdere la licenza medica. Jack sottoscrive il referto medico falsificato ma, dopo esser venuto a conoscenza del fatto che Beth era incinta, rivede la sua posizione e accusa il padre di essere il solo responsabile della morte della donna e del suo bambino. Christian viene radiato dall'Albo dei medici e si distacca dal figlio. (“Inseguimento”)

L'ex dottor Shephard riprende la vecchia abitudine dei viaggi da solo. Nel bar dell'aeroporto di Los Angeles l'uomo conversa con Ana-Lucia, che lavorava come guardia di sicurezza, raccontandole del contrasto tra lui e il figlio e chiedendole di accompagnarlo in Australia come bodyguard. Christian non le parla del motivo per cui si debba recare nel continente australiano, ma specifica che sarebbe stato pericoloso; ecco perché ha bisogno di qualcuno che lo difenda. Inoltre aggiunge che è stato il destino a far incontrare lui e Ana-Lucia, in modo che si potessero aiutare a vicenda. La Cortez acconsente a scortarlo e consiglia di non usare i loro veri nome; Christian la chiama “Sarah”, come l’ex nuora, mentre la donna lo soprannomina “Tom”. (“Due per la strada”)

Una volta in Australia, Shephard si ubriaca per quattro giorni, dopodiché dice ad Ana-Lucia che era arrivato il momento di proteggerlo. Nel bel mezzo della notte, Christian giunge a casa di Lindsey, sperando di poter mettersi in contatto nuovamente con Claire. La zia della giovane si rifiuta categoricamente di permettergli una cosa del genere e, quando la discussione tra i due inizia a degenerare in modo violento, interviene Ana-Lucia, che afferra l'uomo e lo costringe a rimettersi in macchina. Quando la Cortez gli domanda il motivo della discussione tra lui e la donna, l'ex chirurgo, con molta nonchalance, le spiega che stava semplicemente conversando con lei. (“Due per la strada”)

Il giorno successivo, Christian e Ana-Lucia si trovano in auto, vicino ad una banchina. Quando la bodyguard lo interroga nuovamente riguardo la donna della notte prima, Shephard non le dà una risposta diretta. A quel punto la Cortez gli rivela il suo vero nome, cosa che l'uomo non ricambia. Ana-Lucia sottolinea la vita patetica che Christian sta conducendo e gli chiede perché si trovi ancora in Australia; l'ex medico ammette che anche suo figlio aveva provato ad aiutarlo, ma che lui gli ha fatto del male e ha dovuto allontanarsene. Così, le propone di entrare dentro il bar sul pontile e bere assieme un drink, ma la Cortez declina l’offerta.

Dopo la discussione, Christian lascia Ana-Lucia in macchina e va al bar, dove fa la conoscenza di Sawyer. Shephard si è dimenticato il portafoglio ed è Ford a pagare il suo drink; l'ex dottore si confida con lui, parlandogli della rottura col figlio e anche James gli spiega di essere in Australia per un compito importante, ma di non essere in grado di portarlo a termine. Christian ammette di essere un debole e di non avere il coraggio di chiamare il figlio e di dirgli come realmente si sente; inoltre, incoraggia Sawyer ad andare avanti e a concludere il suo incarico, in maniera tale da alleviare finalmente il suo dolore. (“Fuorilegge”)

Nello stesso periodo Jack si reca in Australia alla ricerca del padre, spinto dalla madre Margo. Al giovane chirurgo viene comunicato che il cadavere di Christian è stato ritrovato in un vicolo di Sydney; la causa del decesso sembrerebbe esser stato un infarto, provocato dall’alta concentrazione di alcol nel sangue dell'uomo. Shephard junior va alla camera mortuaria per riconoscere la salma del genitore e, dopodiché, inizia i preparativi per riportare il corpo a Los Angeles con lui a bordo del volo Oceanic 815, anche se non è in possesso di tutta la documentazione necessaria. (“Il coniglio bianco”)

Sull’IsolaModifica

Poco dopo lo schianto, Vincent si imbatte in Christian, apparentemente vivo,nella giungla. L'uomo indossa scarpe da tennis bianche e un completo scuro. Shephard dice al cane che Jack, suo figlio, si trova nella radura circostante e gli chiede di andarlo a svegliare. Mentre il labrador va via ed obbedisce al suo ordine, Christian aggiunge che il giovane Shephard ha un lavoro da fare. (“So It Begins”)

Successivamente, l'uomo appare a Jack varie volte sull'Isola, indossando ancora calzature chiare. Il chirurgo si convince del fatto che sia tutto frutto di una allucinazione dovuta alla mancanza di riposo e allo stress post-traumatico. Locke incoraggia Shephard a sospendere il suo atteggiamento scettico e a seguire la visione. Jack pratica il consiglio di John e alla fine scopre le caverne, al cui interno si trovano una sorgente d'acqua potabile e alcuni detriti dell'aereo. L'uomo ritrova la bara del padre, intatta dopo l'incidente, ma al suo interno non vi è alcun cadavere. (“Il coniglio bianco”)

Jack non si confida con nessuno riguardo le apparizioni del padre sull'Isola, a parte Locke; non molto tempo dopo Sawyer si interessa al genitore del chirurgo quando sospetta che l'uomo possa essere la stessa persona precedentemente incontrata al bar di Sidney. Shephard parla con Ford di Christian, affermandogli: “Mio padre non voleva assumersi la responsabilità delle sue azioni e così dava la colpa al fato” e domanda a James il perché del suo interesse verso il suo vecchio; quest'ultimo gli risponde dicendogli che era una semplice curiosità. (“Fuorilegge”)

Ad ogni modo, poco tempo dopo, Sawyer rivela al dottore di aver incontrato suo padre una settimana prima dello schianto e gli ripete le parole pronunciate da Christian durante la loro conversazione . Per l'ex chirurgo Jack era una persona migliore di lui e aveva ammesso, inoltre, di essere incapace di fare una semplice chiamata al figlio e dirgli che gli voleva bene. James osserva: “Qualcosa mi diceva che lui non sarebbe mai andato a fare quella chiamata. Piccolo il mondo eh?”. Jack è visibilmente commosso dal racconto dell'episodio. (“Esodo, prima parte”)

Christian non compare più per un periodo di tempo, fin quando Jack non ascolta la sua voce proveniente dall'interfono all'interno della sua cella nella stazione Idra. (“Storia di due città”)

Successivamente, dopo essersi separato dal suo gruppo ed essersi perso nella selva , Hurley si imbatte nella cascina di Jacob. Quando Hugo guarda dalla finestra, vede Christian Shephard seduto sulla sedia a dondolo di Jacob; l'uomo indossa sempre lo stesso completo scuro e le scarpe da ginnastica bianche. Reyes sussulta dopo l'improvvisa apparizione di un altro uomo all'interno del casolare e scappa via. (“L'inizio della fine”)

Non molto tempo dopo, Christian compare poco lontano dall'accampamento di Sawyer, Miles e Claire, tenendo in braccio il nipotino Aaron. La Littleton, svegliatasi di soprassalto, lo vede e lo riconosce. Per la prima volta da quando appare sull'Isola, Shephard non indossa il solito coordinato blu, ma la camicia che sembra avere sotto la giacca del completo. Claire successivamente lo segue, abbandonando il figlioletto. Anche Miles sembra aver intravisto Christian e racconta a Sawyer (che è stato addormentato tutto il tempo) che Claire si è allontanata assieme a qualcuno che lei ha chiamato papà. (“Something Nice Back Home”)

Dopo che Locke, Ben e Hurley sono riusciti a rintracciare l'ubicazione della cascina di Jacob, John vi entra da solo. All'interno incontra Christian, che gli parla a nome di Jacob; anche Claire è nella casupola, apparentemente assieme a suo padre. Shephard dice a Locke che le persone che intendono danneggiare l'Isola sono molto vicine e che, invece di perdere tempo in quesiti senza senso, John dovrebbe domandargli un'unica cosa fondamentale. Locke gli chiede: “Come posso salvare l'Isola?” . Christian pondera bene la sua risposta. Poco dopo, John esce dalla cascina e dice a Ben e a Hurley che Jacob gli ha detto di spostare l'Isola. (“Cabin Fever”)

Appare infine nella puntata "Casa dolce casa, prima parte" a Michael un istante prima che la Kahana esploda a causa della morte di Keamy. In quell'istante gli dice che "ha fatto quello che doveva, e ora poteva andare". Subito dopo avviene l'esplosione. La sua apparizione è anticipata da alcuni istanti in cui si sentono nitidamente i Sussurri.

Dopo l’IsolaModifica

Christian è apparso a Jack due volte dopo che l'uomo è riuscito ad abbandonare l’Isola. La prima volta, il giovane Shephard intravede il padre mentre sta girando per l’ospedale, ma potrebbe anche essere una persona somigliante al genitore. La seconda visione capita sempre al St. Sebastian, mentre il chirurgo sta lavorando a notte tarda; Christian chiama il figlio da un divano vicino, ma l'entrata di una collaboratrice di Jack fa scomparire il vecchio Shephard. Credendo di avere delle allucinazioni, il dottore chiede alla collega la prescrizione per un tranquillante. (“Something Nice Back Home”)

Qualche tempo dopo, Jack si riferisce ripetutamente al padre come se fosse ancora in vita. Il chirurgo si presenta da una farmacista con una prescrizione per l'ossicodone, dichiarando che la ricetta medica è firmata a nome Christian Shephard. Quando la donna gli dice che deve chiamare l'ufficio del dottore per verificare la veridicità della prescrizione, Jack si allontana, dicendole di non preoccuparsi. Poco dopo, il giovane Shephard, alticcio e sconvolto, chiede al dottor Hamill di portare lì suo padre e lo autorizza a licenziarlo se fosse stato più ubriaco del genitore. (“Attraverso lo specchio”)

Verso la fine dell'episodio “There's No Place Like Home, Part 1”, dopo la celebrazione del funerale di Christian Shepard, Jack ringraziando i partecipanti viene fermato da una signora bionda dagli occhi chiari. Questa donna informa Jack che suo padre aveva anche una figlia, passeggera anch'essa del volo Oceanic 815, mettendo di conseguenza al corrente il nostro dottore che Claire era sua sorella, lasciando il povero Jack a dir poco allibito e sconvolto.

Morte e ricomparsaModifica

La morte di Christian, anche se non mostrata sullo schermo, è stata confermata dagli autori di Lost nel Podcast ufficiale del 20 aprile 2007. Nelle ultime dichiarazioni, i creatori dello show hanno corretto il tiro, sostenendo che “forse la parola ‘morto’ è usata in un senso che il pubblico non può ancora completamente comprendere”. Carlton Cuse in “Accesso: accordato”, contenuto speciale dell’edizione in DVD Blu-Ray della terza edizione di Lost, ha sostenuto che “in termini di esistenza corporea e fisica Christian è morto”.

Christian e Yemi sono le due persone morte i cui cadaveri sono scomparsi sull’Isola per poi riapparire come viventi. L'apparizione del fratello di Mr. Eko è stata confermata come condizionata dal Mostro nel Podcast ufficiale di Lost del 21 marzo 2008, mentre Shephard senior è stato inserito tra i personaggi (Yemi e il cavallo di Kate) classificati come “non morti”.

Domande irrisolteModifica

Domande senza risposta
  1. Non rispondere alla domande in questa pagina.
  2. Mantieni le domande aperte e neutrali: non suggerire già nelle tue parole la risposta.
Per le teorie su queste domande, vedi: Christian Shephard/Theories


TeorieModifica

Vai all'articolo dedicato alle teorie

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale