FANDOM


  Teorie  | deutschenglishespañolfrançais日本語nederlandspolskiportuguêsРусский中文 


"Digitare 77" è l'undicesimo episodio della Terza stagione di Lost, e il 60esimo dell'intera serie. Sawyer accetta una sfida di ping pong contro Hurley. Intanto Sayid, Locke e Kate trovano una misteriosa abitazione sull'isola ed incontrano un uomo dal volto familiare.

TramaModifica

FlashbackModifica

3X11 SayidSami.jpg

Sayid e Sami si incontrano a Parigi

Sayid sta affettando della verdura nella cucina di un ristorante parigino chiamato Le Portail d'Arabie. Un cameriere entra in cucina e, chiamandolo Najeev, gli dice in arabo che un uomo fuori ha chiesto di lui. Sayid esce dal ristorante e trova un uomo seduto ad un tavolo, da solo; l’uomo si complimenta con Sayid per l'ottimo piatto che ha appena mangiato e gli si presenta come Sami. Sami chiede a Sayid quale sia il suo paese d’origine: l’uomo gli risponde di essere siriano ma Sami gli dice in arabo di sapere che Sayid è iracheno, esattamente come lui. Sayid, sulle difensive, chiede all’uomo cosa voglia da lui. Sami offre a Sayid un lavoro come cuoco nel suo ristorante. Sayid, insospettito, chiede a Sami se di solito gli sia sufficiente aver assaggiato un solo piatto per assumere un uomo come cuoco. Sami, sorridendo, gli fa notare che loro due sono entrambi stranieri a Parigi ed in più aggiunge che il suo cuoco si è appena licenziato. Sayid sorride.

Quella sera Sayid attraversa Parigi e raggiunge il ristorante indicatogli da Sami. Avvicinatosi ad un tavolo dove sono seduti alcuni uomini, Sayid chiede dell’uomo. Sami, chiamato da uno degli uomini, entra nella stanza e presenta a Sayid sua moglie, Amira. Quando Sayid le stringe la mano nota che le mani della donna sono segnate da profondi segni causati da ustioni. Uno degli uomini arabi seduti ad un tavolo vicino afferra improvvisamente un braccio di Sayid mentre Sami chiede ad Amira se quello sia l’uomo. Quando la donna assentisce altri uomini saltano addosso a Sayid e, picchiandolo, lo sbattono a terra. A quel punto Sami si avvicina a Sayid, ancora stordito, e sferrandogli un calcio in testa gli fa perdere i sensi.

3X11 SayidPrisoner.jpg

Sayid tenta di convincere Sami che lui non conosce Amira

Il giorno seguente Sayid si risveglia con le mani incatenate al pavimento di una stanza che sembra una dispensa. Sami entra nella stanza e gli offre una ciotola piena d’acqua: Sayid beve avidamente. Sami chiede poi a Sayid se lui sia mai stato un torturatore della Guardia Repubblicana e se ricordi sua moglie fra le prigioniere che ha torturato. L’uomo spiega infatti che Amira fu arrestata per aver dato asilo ad un nemico dello Stato e venne poi interrogata e torturata per confessare la sua colpa: la donna ha riconosciuto in Sayid il suo torturatore. Sayid rivela a Sami il suo vero nome e dice di non conoscere la donna e di non averla mai vista: lui si ricorda di ognuna delle sue vittime e forse la donna lo confonde con qualcun altro che lavorava nella Guardia Repubblicana. Sami replica con rabbia che sua moglie si ricorda così perfettamente di lui da averlo riconosciuto con un solo sguardo mentre passava nei pressi del ristorante dove lavorava. Sayid rimarca di non conoscere la donna. Sami, incurante delle sua parole, esige che Sayid ammetta la sua responsabilità in quello nella tortura della moglie o, in caso contrario, lui lo ucciderà.

In seguito Sami ritorna con Amira nella stanza dove Sayid è tenuto segregato. L’uomo, posando una spranga di metallo contro una parete, chiede a Sayid se è pronto a confessare le sue colpe. Sayid ripete di non conoscere sua moglie e sottolinea che non avrebbe mai potuto far del male ad una donna. Sami, furente, colpisce Sayid con violenza e, quando l’uomo gli dice che lui non potrà mai fargli confessare una cosa non fatta, Sami gli grida contro che Amira è stata costretta a confessare dei crimini da lei non commessi quando lui le gettò addosso dell'olio bollente. Sami, sempre più rabbioso, sta per colpire nuovamente Sayid, stavolta con la sbarra di ferro, ma Amira lo ferma e gli dice che per il momento è abbastanza. Poi i due escono dalla stanza lasciando Sayid ferito e semi cosciente.

3X11 AmiraCat.jpg

Amira, con il suo gatto in braccio, racconta a Sayid la storia dell’animale

Il giorno dopo Amira torna da Sayid, stavolta da sola, portando con sé un gatto. Amira racconta a Sayid che quando lei e suo marito arrivarono a Parigi lei era così spaventata da non riuscire uscire mai dal suo appartamento: un giorno sentì, nel vicolo sotto casa, i miagolii disperati di un gatto che veniva torturato da ragazzini. Fu in quell'occasione che Amira trovò il coraggio di uscire: salvò il gatto e lo tenne con sè prendendosene cura. La donna aggiunge poi che il gatto, nonostante ora possa godere di una vita tranquilla con lei, a volte tenta di morderla o graffiarla. Il gatto, infatti, non ha dimenticato ciò che ha subito e non potrà più sentirsi al sicuro come una volta. Amira questo lo comprende profondamente perché è esattamente ciò che prova anche lei dopo quello che le è stato inflitto. Pertanto Amira esige che, per il rispetto che le deve, Sayid ammetta di averla torturata. A quel punto Sayid, in lacrime, riconosce di ricordarsi di lei e di non averla mai dimenticata: il suo volto infatti lo perseguita da quando ha lasciato l'Iraq. Sayid, scoppiando in lacrime, aggiunge che gli dispiace profondamente per ciò che le ha fatto. La donna, sentite le sue parole, gli concede il suo perdono e gli dice che farà in modo che il marito lo lasci andare perchè lei gli dirà di essersi confusa e che Sayid non è la persona che l’ha torturata. Sayid, stupefatto, chiede alla donna perché lo abbia perdonato e lo lasci andare: Amira gli risponde che tutti sono capaci di fare del male. Ma lei non vuole farlo perchè lei non farà mai quel genere di cose. Poi la donna lascia la stanza.

Sull'isola Modifica

3X11 SurvivorsPingPongTable.jpg

I sopravvissuti trovano nella giungla un tavolo da ping-pong

Sawyer è sulla spiaggia e sta cercando invano Kate: Hurley ed altri sopravvissuti escono dalla giungla trasportando un tavolo da ping pong che Jin ha trovato fra gli alberi, probabilmente scagliato via dalla Stazione del Cigno dopo l’esplosione. Il gruppo vuole rimetterlo in sesto e trovare una pallina con cui giocare. Sawyer chiede a Hurley se per caso abbia visto Kate: il ragazzo si dimostra sorpreso che Kate non sia ancora tornata. In quel momento Sawyer nota Paulo arrivare con in mano la rivista Guns & Ammo che faceva parte della sua scorta personale e gli chiede spiegazioni. Paulo dice a Sawyer che ora loro condividono le cose: l’uomo, arrabbiato, esige che Paulo gli restituisca la rivista. Quando però Paulo gliela porge assieme ad un rotolo di carta igienica Sawyer rinuncia ad averla indietro, avendo capito a quale scopo la rivista era ormai utilizzata.

3X11 TheATeam.jpg

Sayid, Locke, Kate e Danielle scovano la Stazione Fiamma

Sayid, Locke, Kate e Danielle avanzano nella foresta. D’un tratto Sayid propone una pausa ed i quattro si riposano. John chiede a Sayid se stiano proseguendo sempre nella stessa direzione: Sayid controlla la bussola e conferma che stanno procedendo in direzione Nord 3,05, come indicato dall’iscrizione sul bastone di Eko. Sayid si lamenta con John in merito all’idea di seguire le coordinate impresse su un bastone per trovare il campo degli Altri. Locke ribatte che quella è l’unica direzione che loro hanno e quindi è l’unica che possono seguire. Sayid decide allora di andare in cerca di un po’ di frutta. Trovato un cespuglio carico di frutti commestibili l’uomo avverte improvvisamente un campanaccio che risuona nelle vicinanze. Sayid carica il fucile e comincia a seguire il suono trovando poi una mucca che sta pascolando. L’animale improvvisamente si allontana richiamata dal fischio di qualcuno: Sayid la segue. Uscito da un gruppo di cespugli Sayid scopre un piccolo edificio con una parabola satellitare sul tetto. Fuori dall’abitazione, oltre ad un cavallo ed alcune, Sayid nota un uomo con un occhio bendato, lo stesso che lui ed i compagni avavno visto giorni prima su uno dei monitor della Stazione Perla.

Sulla spiaggia, intanto, Sawyer ritorna dal gruppo che sta costruendo il tavolo da ping pong e mostra loro una pallina. Sawyer dice ai compagni che rivuole indietro tutta la sua roba, quella che loro hanno rubato mentre lui era via, e propone di giocarsela in una partita di ping pong. Se lui vincerà loro dovranno riconsegnargli tutto, in caso contrario, cosa comunque altamente improbabile, loro potranno chiedergli qualcosa in cambio. Sun e Jin parlano fra di loro in coreano: Sun allora afferma ad alta voce che se Sawyer perderà loro vogliono che lui non usi più soprannomi per un'intera settimana. Sawyer accetta il patto e dice loro di scegliere il giocatore più forte: fra un’ora lui tornerà e la partita avrà inizio.

Nella giungla, dopo aver fatto un giro dell'area intorno alla casa, Sayid informa il gruppo che l'abitazione è completamente isolata e che la parabola sopra al tetto è capace di trasmettere da un continente all’altro, date le sue dimensioni. L’uomo poi chiede a Danielle se quella parabola sia la Torre radio di cui lei aveva parlato in precedenza: la donna però nega di aver mai visto quell’abitazione. Sayid allora rivela a Kate e Locke il suo piano: lui ha intenzione di avvicinarsi alla casa, disarmato, mentre loro gli copriranno le spalle dai cespugli: in questo modo l’uomo dentro la casa non si sentirà minacciato. Danielle, però, afferma che lei è sopravvissuta fino a quel momento sull'Isola evitando proprio quel genere d'incontri: lei li aspetterà al fiume.

3X11 PatchyGivesUp.jpg

Mikhail si arrende

Sayid si avvicina alla casa con le mani alzate. L’uomo osserva bene un cavallo, stellato e cavalcabile, e un gatto seduto su un tavolo da lavoro: Sayid osserva attentamente il gatto, come se l’animale gli ricordasse qualcosa. Improvvisamente e senza alcun preavviso Sayid viene colpito ad una spalla da un colpo di fucile sparato dalla casa. Kate sta per intervenire ma Locke la ferma. Nel frattempo da una finestra della casa fa capolino la testa del suo misterioso abitante: l’uomo grida a Sayid che lui è stato ai patti e non ha mai oltrepassato la linea, come da accordi. Non ha quindi rotta la tregua e quella è la sua terra. Sayid, ferito, dice all’uomo di non essere chi lui pensa che sia: lui è disarmato ed è uno dei sopravvissuti ad un incidente aereo che ha fatto precipitare il velivolo sull’Isola. L'uomo decide allora di uscire dalla casa, sempre con il fucile puntato contro Sayid. Locke e Kate escono fuori dagli alberi, lo disarmano senza grosse difficoltà e gli chiedono chi lui sia. L’uomo, che indossa un'uniforme della DHARMA con il logo di una Fiamma, si arrende e si presenta come Mikhail Bakunin, l’ultimo membro superstite del Progetto DHARMA.

3X11 TheFlameSayidKate.jpg

Mikhail e Sayid dentro la Stazione Fiamma

Mikhail e Kate aiutano Sayid ad entrare in casa. Mikhail offre il suo aiuto per curare la ferita, affermando di aver trascorso molto tempo nell'Esercito Sovietico in Afghanistan dove ha fatto esperienza in medicina: Sayid accetta. Nel frattempo Kate e Locke cominciano ad esplorare l’abitazione. Mikhail rivela di essere nato a Kiev e di essersi successivamente arruolato nell'esercito, combattendo in Afghanistan e stazionando poi presso una postazione d'ascolto a Vladivostok. La sua unità fu posta in disarmo al termine della Guerra Fredda e lui, di conseguenza, lasciò l'esercito. Successivamente Mikhail rispose ad un annuncio su un giornale in cui si cercavano persone disposte a salvare il mondo: venne così a conoscenza del progetto DHARMA, un progetto molto segreto ed altrettanto geniale.

Fu assegnato alla stazione chiamata Fiamma, quella in cui loro si trovano in quel momento, la cui funzione era quella di comunicare con il mondo esterno. Poi cominciò il declino: i membri della DHARMA rimasero tutti uccisi dopo aver scatenato un conflitto, chiamato "Purga", contro dei nemici, gli Ostili. Mikhail riuscì a sopravvivere perché non prese parte al conflitto. Quando la Purga finì quattro uomini vennero alla Stazione Fiamma e gli permisero di restarvi a patto che non lui avesse oltrepassato una linea immaginaria che circondava tutta la valle. Mikhail aggiunge che costoro non erano interessati alla parabola perché l’oggetto non funziona da anni. Concludendo, Mikhail aggiunge di non sapere chi siano esattamente gli Ostili ma di essere certo che essi abitino l'isola da molto tempo prima che i componenti del progetto DHARMA vi arrivassero.

Durante la sua esplorazione della Stazione Fiamma Locke trova dei documenti scritti in lingua russa che riportano alcune note scritte in rosso. L’uomo trova anche un'altra stanza che contiene un computer sul cui schermo compare la scritta “Vuoi giocare?”. Incuriosito Locke preme il pulsante Y e sulla schermo compare una scacchiera. Il computer gli chiede di fare la prima mossa. Nel frattempo Mikhail conclude l’operazione, estrae la pallottola e mette i punti sul braccio di Sayid: l’uomo lo ringrazia. Sayid guarda con interesse il gatto di Mikhail e si sorprende quando l’uomo lo chiama Nadia: Mikhail dice a Sayid che il gatto si chiama Nadia, come l'atleta Nadia Comaneci che, caso vuole, ha la stessa data di nascita di Mikhail.

3X11 PingPongHurleySawyer.jpg

Hurley e Sawyer si preparano a giocare

Finita la medicazione Mikhail comunica a Sayid e Kate che andrà a cercare il loro amico e poi preparerà loro del thè. L’uomo raggiunge Locke nella stanza sul retro e vede l’uomo impegnato in una partita a scacchi con il computer. Mikhail dice a John che lui non è mai riuscito a vincere contro quel computer perchè è stato programmato da tre grandi campioni di scacchi ed in più perchè la macchina imbroglia. John, dopo aver perso la partita, ribatte che solo gli uomini possono truffare e questo li rende così sorprendentemente unici. Mentre Mikhail si appresta a preparare il the Sayid e Kate cominciano a conversare a bassa voce: la ragazza non si dice convinta della storia di Mikhail e non capisce come questi Ostili lo lascino vivere tranquillamente alla Fiamma. Sayid rivela a Kate di sospettare che Mikhail sia uno degli Altri e di essere praticamente certo che l’uomo non sia solo all’interno della stazione. Alla spiaggia, intanto, Hurley si presenta per giocare contro Sawyer. Il ragazzo chiede a Sawyer se valga la regola della “manifesta superiorità” secondo la quale se uno dei due arriverà a 11-0 avrà automaticamente vinto. Sawyer, sorpreso dalla sicurezza di Hurley, accetta la regola e gli regala il lancio d'inizio. La partita comincia, con grande gioia di tutti quelli che si sono radunati attorno ai due. Hurley vince il primo punto con estrema facilità sostenuto dal tifo degli altri sopravvissuti.

Mentre Mikhail serve il the, Sayid gli dice di aver notato dei grossi fasci di cavi sul retro della Stazione Fiamma: Mikhail risponde che la Stazione Fiamma è una centrale di comunicazione ed ha dei cavi che passano sottoterra verso tutte le altre varie stazioni presenti sull'isola. Un cavo corre direttamente dentro l'oceano ed arriva ad un radiofaro sottomarino che guida i sottomarini nella fase di avvicinamento ed attracco all'Isola: lui e gli altri componenti del progetto DHARMA sono arrivati con un sottomarino. Mikhail sospetta però che gli Ostili abbiano distrutto il sottomarino o ne abbiano preso il controllo. Sayid afferma che probabilmente lo hanno usato per raggiungerlo inosservati e per rubargli la barca a vela. Mikhail sembra essere sorpreso di sentire che il gruppo di Sayid abbia una barca e si dice dispiaciuto che ora essa sia stata presa dagli Altri. Sayid ribatte che però loro sono riusciti ad uccidere una di loro. Mikhail, colpito, afferma che è inutile ora andare avanti con quella messa in scena ed è tempo di mostrare le carte in tavola. Detto questo scaglia la brocca del the contro Sayid, che però la evita. Mikhail colpisce ripetutamente Sayid e colpisce Mikhail con violenza gettandolo a terra. Kate imbraccia il fucile e lo punta contro l’uomo, obbligandolo ad arrendersi: poi lo colpisce violentemente e l’uomo sviene.

3X11 FlameHatch.jpg

Sayid scova una botola segreta nel pavimento

Mentre Locke, accorso dopo il trambusto, aiuta gli amici a legare saldamente i polsi di Mikhail Sayid spiega a Kate di essere convinto che nella stazione ci sia un’altra persona perchè ha notato che la sellatura del cavallo all'esterno è per una persona di statura diversa. Secondo lui gli Altri sono stati costretti a mandare qualcuno alla Stazione Fiamma perchè non è più possibile comunicare, probabilmente dopo che il cielo è diventato viola in seguito all’esplosione della Stazione Cigno. Locke afferma che ha dato un’occhiata in giro e non ha trovato nulla. Sayid alza però il tappeto al centro della stanza rivelando una botola sul pavimento.

3X11 MarvinComputerFlame.jpg

Marvin Candle appare nel video nel computer della Stazione Fiamma

Sayid e Kate scendono nella botola mentre Locke bada al corpo di Mikhail, legato a terra. Kate e Sayid notano delle cariche di esplosivo C-4 installate nel seminterrato, come se tutto l’edificio fosse stato minato e fosse pronto ad esplodere. Sayid si avvicina ad una mensola con alcuni raccoglitori con il simbolo DHARMA: uno di questi riguarda il protocollo del cibo, un altro è un manuale operativo. Al piano superiore, intanto, Locke sente il computer nell’altra stanza ripetere che è il suo turno di muovere sulla scacchiera. Dopo essere rimasto un po’ indeciso sul da farsi l’uomo passa nell’altra stanza e si siede alla scrivania e comincia un'altra partita a scacchi. Dopo alcune mosse John riesce a muovere ed a dare scacco matto al computer. Sullo schermo appare il volto di Marvin Candle. L’uomo dice che il passaggio al controllo manuale è stato completato. Per il “lancio del carico” è necessario digitare 2-4, per “collegarsi alle stazioni” digitare 3-2, per “comunicare con la terra ferma” digitare 3-8. Locke, sorpreso, digita 3-8. Il Dottor Candle informa John che l'antenna satellitare non è funzionante e le comunicazioni sono fuori uso. L’uomo continua a parlare ed informa che per “accedere al sonar” digitare 5-6". Quando Locke digita 5-6 il Dottor Candle lo informa che anche il sonar è fuori uso. La voce poi continua ed afferma che se c’è stata un’incursione di Ostili in quella stazione l’operatore dovrà digitare 7-7. Il dito di Locke si muovo sul tasto 7 ma prima che possa premerlo Mikhail gli punta un coltello al collo e gli dice di non fare rumore.

3X11 Klugh.jpg

Bea Klugh nascosta nel piano interrato della Stazione Fiamma

Nel frattempo Kate sta investigando in quello che sembra essere uno spogliatoio: d’improvviso la donna viene attaccata frontalmente da una donna e le due iniziano a lottare sul pavimento. Quando l’assalitrice sembra avere la meglio su Kate e si getta verso il fucile della ragazza, Sayid le arriva alle spalle, le punta il fucile alla testa ed ordina alla donna di lasciare l'arma che sta impugnando. Kate riconosce Bea Klugh e la colpisce dicendo che lei era con gli Altri quando loro sono stati rapiti e che quindi deve sapere dove viene tenuto Jack. Sayid chiede a Ms. Klugh se ci sono altri del suo gruppo nascosti nella stazione ma la donna non risponde. Sayid e Kate portano allora la donna al piano di sopra e chiamano Locke: l’uomo risponde dall’esterno. Quando escono vedono Mikhail che sta puntando una pistola contro Locke. L’uomo offre uno scambio di ostaggi, Locke per Bea, ma John ribatte che Mikhail non vuole ucciderlo altrimenti lo avrebbe già fatto. Mentre Sayid comincia a gridare a Mikhail di buttare l’arma Bea parla a Mikhail in russo. Mikhail ribatte in modo acceso e fra i due scoppia una discussione. Quando John grida a Sayid di non lasciar parlare la donna le grida a Mikhail di "farlo": l’uomo punta allora la pistola verso di lei e le spara, uccidendola sul colpo. Mikhail viene buttato a terra da Sayid e l’uomo gli punta l'arma contro. Mikhail lo sfida allora ad ucciderlo, ma Sayid, dopo aver riflettuto pensato, abbassa l’arma.

3X11 HurleySawyer.jpg

Hurley si avvicina a Sawyer dopo averlo sonoramente battuto a ping pong

Nel frattempo Hurley raggiunge Sawyer che sta aggiustando i suoi occhiali da vista. Il ragazzo consola Sawyer dicendogli che lui è bravo a giocare a ping pong perché sua mamma aveva un tavolo da ping pong nel seminterrato di casa e perchè ha giocato parecchio a ping pong quando stava in un certo posto, correggendosi all’ultimo prima di concludere la parola “manicomio”. Poi Hurley riconsegna a Sawyer alcune delle sue riviste pornografiche e gli rivela di essere consapevole della preoccupazione di Sawyer per Kate: Hurley cerca però di tranquillizzare Sawyer dicendogli che Kate è assieme a Sayid e Locke e quindi non può accaderle nulla di male. Sawyer, infastidito dal fatto che Hurley abbia capito la sua preoccupazione, sta per chiamare il ragazzo con un nomignolo ma Hurley lo interrompe e gli ricorda che ora lui non può più usare nomignoli e che dovrà quindi chiamarlo "Hurley" o "Hugo". Sawyer, arrabbiato, lo manda a quel paese e si allontana.

Nella Stazione Fiamma, intanto, Locke torna di fronte al computer e riascolta la frase sulla combinazione 7-7. Kate, raccattando tutto quello che di utile può trovare in giro, gli dice di sbrigarsi che devono andare. All’esterno, nel frattempo, Sayid spinge Mikhail con il fucile e chiama Danielle, poi chiede a Mikhail se lui ha mai fatto parte del progetto DHARMA. Mikhail risponde che lui non è mai stato un membro della DHARMA ma tutte le altre cose che ha raccontato sono vere: lui è stato mandato alla Stazione Fiamma subito dopo la Purga. Sayid spiega a Danielle che Locke e Kate stanno raccogliendo tutto quello che può essere utile dalla stazione e che loro hanno trovato il loro biglietto d'ingresso per la base degli altri dove troveranno Alex e Jack e forse anche un modo per tornare a casa. Mikhail si rifiuta risolutamente di aiutarli a raggiungere il posto dove vivono i suoi compagni. Sayid mostra però all’uomo una mappa dei cavi elettrici che escono dalla Fiamma e che lui ha trovato nel sotterraneo: alcuni cavi portano ad un area chiamata Baracche, sufficientemente ampia e vasta per ospitare una comunità: lui ritiene fermamente crede che gli Altri vivano lì. Mikhail, furente, minaccia di uccidere Sayid la prima volta in cui lui abbasserà la guardia. Danielle concorda sul fatto che, se loro hanno trovato una mappa, ora non hanno più bisogno di lui e quindi è meglio ucciderlo.

3X11 FlameOnFire.jpg

La Stazione Fiamma esplode

Sayid decide di non ascoltare le parole di Danielle e si prende la responsabilità di decidere il destino di Mikhail rifiutandosi di ucciderlo: l’uomo sarà suo prigioniero. Locke e Kate raggiungono gli altri e Locke dice a Mikhail che ora ha capito perchè l’uomo non voleva che lui vincesse la partita a scacchi contro il computer. Improvvisamente, alle loro spalle, la Stazione Fiamma esplode e tutti vengono sbalzati avanti e cadono a terra. Incredulo, Sayid domanda a John cosa lui abbia fatto: Locke gli dice che il computer diceva che se ci fosse stata un incursione degli Ostili l’operatore avrebbe dovuto digitare 7-7, quindi lui ha ubbidito. Sayid, furente, gli dice che ha distrutto il loro unico modo per comunicare con il mondo esterno. Mentre il gruppo, rassegnato, si allontana nella giungla Sayid nota il gatto che, fra l’erba, lo sta guardando attentamente.

CuriositàModifica

Generale Modifica

  • L'episodio "Digitare 77" è stato trasmesso il giorno 7 Marzo 2007.
  • Il nome della Stazione, la Fiamma, è anche il suo destino infatti la stazione esploderà.
  • Questo episodio di Lost avviene il 77esimo giorno dallo schianto.
  • Il dialogo fra Mikhail e Bea Klugh, tradotto dal russo, è il seguente:


Klugh: Mikhail, Mikhail! Sai cosa devi fare!
Mikhail: C’è un altro modo per uscirne!
Klugh: Non possiamo rischiare! Conosci le condizioni!
Mikhail: C’è un altro modo!
Klugh: Ci cattureranno! Non li lasceremo entrare nel nostro territorio! Sai cosa devi fare: è un ordine!
Mikhail: Esiste ancora un altro modo!
Klugh: (in inglese) Fallo e basta, Mikhail!!
Mikhail: Perdonami… (le spara)

Tematiche RicorrentiModifica

  • Il raccoglitore trovato da Sayid riporta il codice 90M1654-21644: 9 + 0 + 1 + 6 + 5 + 4 + 2 + 1 + 6 + 4 + 4 = 42. (Numeri)
  • 77 = 4 + 8 + 23 + 42 oppure anche 4 + 15 + 16 + 42. (Numeri)
  • Mikhail e Nadia Comaneci hanno in comune lo stesso compleanno: il 12 / 11. Sommando i numeri: 12 + 11 = 23. (Numeri)
  • Locke gioca a scacchi al computer con i pezzi bianchi e neri. (Giochi)  (Bianco e nero)
  • Il gatto compare sia nelle scene del flashback di Sayid e alla Stazione Fiamma pur non essendo chiaramente lo stesso gatto. (Animali)
  • Bea Klugh viene uccisa da Mikhail. (Vita e morte)
  • Mikhail dice che preferisce stare solo. (Isolamento)
  • Sayid ha una discussione con John sul modo più razionale per trovare gli Altri e non è convinto che affidarsi al bastone di Eko sia la soluzione migliore. (Rivalità)
  • Il gioco degli scacchi a cui partecipa Locke avrà fine con lo scacco matto alla mossa 42. (Numeri)  (Giochi)

Domande senza rispostaModifica

Domande senza risposta
  1. Non rispondere alla domande in questa pagina.
  2. Mantieni le domande aperte e neutrali: non suggerire già nelle tue parole la risposta.
Per le teorie su queste domande, vedi: Digitare 77/Theories
  • Perché le funzioni più importanti della Fiamma sono nascoste dietro a un videogioco di scacchi?
  • Perché gli Altri non hanno disattivato il C-4 nella Fiamma?

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale