Fandom

Lostpedia Italia

L'incidente, prima e seconda parte

1 852pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

"L'incidente, prima e seconda parte" sono il sedicesimo e diciassettesimo episodio della Quinta stagione di Lost ed il centoduesimo ed il centotreesimo dell'intera serie. La decisione di Jack di proseguire nella sua missione nel tentativo di cambiare il passato dell’Isola viene ostacolata dalle persone intorno a lui. Intanto Locke affida a Ben un compito molto difficile.

* Su FOX le due parti sono andate in onda in diverso giorno.

TramaModifica

FlashbackModifica

JacobModifica

Jacob--with-his-enemy-1800s.jpg

Jacob e un uomo discutono sul destino dell’Isola

Nel 1867 un uomo biondo è in una stanza di pietra e sta tessendo una tela con un telaio: l’uomo indossa una tunica bianca ed ha con sè un lungo coltello. Poco dopo, sulla spiaggia, l’uomo recupera un pesce con una trappola in vimini, lo pulisce e lo cuoce su una pietra sopra un fuoco. Mangiando seduto in riva al mare osserva un vascello. Un altro uomo, che indossa una rozza camicia nera, gli si avvicina e si siede accanto a lui. L’uomo in nero chiede all’altro uomo come abbia fatto quella nave a trovare l’Isola e accusa l’uomo biondo di averla condotta là: l’uomo commenta poi che succede sempre così, con distruzioni e giochi di corruzione, quando la gente arriva sull'Isola. Jacob replica che la fine succede solo una volta e tutto quello che succede prima è progresso. L’uomo in nero dice all'uomo in bianco che ha un desiderio enorme di ucciderlo ed un giorno, prima o poi, riuscirà a trovare un modo per farlo: l’uomo in bianco commenta che quando verrà il momento lo troverà lì. L'uomo in nero poi saluta il compagno, Jacob, e si allontana lasciando il compagno a mangiare da solo. Sopra Jacob incombe la statua ancora completa nella sua integrità: si tratta della dea Tawaret, la dea egiziana della fertilità.

KateModifica

Jacob-touches-Kate.jpg

Jacob salva Kate pagando la scatola che lei aveva tentato di rubare

All’inizio degli anni ’80 la piccola Kate spiega al suo amico Tom il piano per la loro missione imminente: Tom tiene in mano un piccolo aeroplanino. I due bambini entrano in una bottega: mentre Tom fa da palo Kate tenta di rubare una cassetta di metallo e si avvia verso l’uscita. Appena prima di riuscire a farla franca, però, il proprietario del negozio la scopre e le dice che chiamerà la polizia e sua madre. In quel momento Jacob si avvicina alla bambina e si offre di pagare la cassetta rubata. Il bottegaio ci riflette ed accetta ma avvisa a Kate che non dovrà più rientrare nel negozio senza i suoi genitori. Jacob fa promettere a Kate di non rubare di nuovo. Quando la bambina promette Jacob sorride e le tocca dolcemente il naso.

SawyerModifica

S5-finale-Jacob-touches-Sawyer.jpg

Il piccolo Sawyer accetta una penna da Jacob al funerale dei suoi genitori

Nel 1976 una folla di persone assiste al trasporto delle bare di due persone: un bambino osserva la scena con gli occhi lucidi. Poco dopo il bambino, il piccolo James Ford, siede sui gradini della chiesa, e comincia a scrivere una lettera per il signor Sawyer. Jacob raggiunge il bambino e, notando come lui cerchi inutilmente di far funzionare la penna con cui sta scrivendo, gliene offre una delle sue sfiorandolo mentre gliela passa. Jacob dice a James che è molto dispiaciuto per la morte della madre e del padre. L’uomo poi si allontana e James viene raggiunto dallo zio, Doug: l’uomo gli chiede se lui sia pronto per andare in cimitero. L’uomo legge poi la lettera che il bambino sta scrivendo. Doug, commosso, dice a James che non deve cercare la vendetta perché quel che è fatto, è fatto. L’uomo fa poi promettere al bimbo che non concluderà mai quella lettera: James promette.

SayidModifica

Sayid-is-distracted-by-Jacob.jpg

Jacob distrae Sayid mentre Nadia viene investita

Nel 2005 Sayid e Nadia sono a tre isolati dalla North La Brea Avenue e Santa Monica Boulevard a Los Angeles e stanno discutendo dove andare in viaggio per celebrare il loro primo anniversario di matrimonio. Sayid dice che devono trovare un posto perfetto per festeggiare e consiglia così Parigi. Nadia sorride felice e commenta che dovrà allora solo trovare i suoi occhiali da sole. Mentre i due stanno attraversando la strada Jacob si avvicina a Sayid e, facendolo tornare sul marciapiedi, gli chiede indicazioni appoggiandogli una mano sulla spalla. Nadia intanto continua ad attraversare. Improvvisamente la ragazza si volta dicendo a Sayid di aver appena trovato gli occhiali nella sua borsa. Istantaneamente una macchina investe violentemente Nadia scagliandola lontano, poi si allontana di gran fretta. Sayid, sconvolto, corre a soccorrere la ragazza ma si accorge subito che non c’è più nulla da fare. Nadia con l’ultimo respiro chiede a Sayid di riportarla a casa.

IlanaModifica

5x16-Jacob-visits-Ilana.jpg

Ilana viene visitata da Jacob in un ospedale russo

Intorno al 2007 Ilana è in un ospedale: la donna è bendata quasi completamente. Un’infermiera si avvicina al suo letto e le parla in russo dicendole che ha una visita. La ragazza insiste affinchè Ilana accolga il suo visitatore perché nessuno è mai andato a trovarla ed una visita le farà bene. L’infermiera introduce quindi Jacob nella stanza: l’uomo, che indossa un paio di guanti neri, avvicina una sedia al letto di Ilana e poi si siede. L’uomo si scusa in russo e dice alla donna che non ha potuto farle visita prima. Ilana appare felice di vederlo. L’uomo poi le chiede se lei possa aiutarlo: Ilana acconsente.

LockeModifica

S5-finale-Jacob-resurrects-Locke.jpg

Jacob soccorre John immediatamente dopo la sua caduta dall'ottavo piano

Nel 2000 Jacob si trova a Tustin, in California, e sta leggendo un libro su una panchina. Improvvisamente, alle sue spalle, si sente un rumore di vetri infranti ed un uomo precipita a terra. Mentre tutte le persone lì attorno cominciano a gridare per lo spavento e si affrettano a chiamare un’ambulanza Jacob posa il suo libro con estrema calma e si avvicina al luogo dell'impatto. John, terribilmente ferito, sembra morto dopo la terribile caduta ma quando Jacob lo tocca su una spalla apre istantaneamente gli occhi. Jacob dice a John che andrà tutto bene e che gli dispiace molto che tutto quello sia dovuto succedere proprio a lui. Poi, mentre l’uomo lo osserva in preda allo shock, Jacob si alza e si allontana.

Sun e JinModifica

Jacob-touches-Sun-Jin.jpg

Jacob benedice Sun e Jin il giorno del loro matrimonio

Durante la cerimonia del loro marimonio Jin e Sun si scambiano le loro reciproche promesse: i due, commossi, si giurano amore eterno. Jin sottolinea che non potrà mai allontanarsi da sua moglie così come la terra non può separarsi dal cielo. Poco dopo, al loro ricevimento, una zia di Sun si congratula coi due sposi ed augura loro di diventare presto genitori. Subito dopo Jacob si avvicina ai due sposi e, parlando in coreano, dice che vorrebbe dar loro la sua benedizione. Toccando le loro spalle con le mani l’uomo dice ad entrambi che il loro amore è speciale e loro non dovranno mai darlo per scontato. Poi si allontana. Sun e Jin osservano perplessi l’uomo e Sun chiede a Jin se lui lo conosca. Jin ribatte di non sapere di chi si tratti ma fa notare come l’uomo abbia parlato in perfetto coreano.

JackModifica

S5-finale-one-of-these-is-yours.jpg

Dopo un’accesa discussione con suo padre Jack parla con Jacob

Intorno al 2001 Jack sta compiendo il suo primo intervento chirurgico: incidentalmente perfora la arteria della colonna vertebrale della sua paziente. L’uomo entra nel panico ma suo padre, Christian, è accanto a lui in sala operatoria e gli dice di chiudere gli occhi e contare fino a cinque: quando l’avrà fatto ed avrà recuperato la sua concentrazione potrà suturare la ferita e salvare la vita della giovane paziente impedendole di restare paralizzata a vita. Se invece non lo farà lui dovrà prendere il suo posto e concludere l’intervento. Jack chiude gli occhi e conta fino a cinque: poi chiede al suo staff di passargli gli strumenti per la sutura. Più tardi Jack va ad una macchinetta delle merendine e sceglie una Barra Apollo. La barretta, però, rimane bloccata nella macchina. Jack si arrabbia e sfoga la sua frustrazione sulla macchina. In quel momento Christian lo raggiunge e gli dice che la ragazza sta bene ed è in rianimazione. Jack dice al padre di essere molto arrabbiato con lui perché l'ha messo in imbarazzo davanti al suo team. Jack dice al padre che sa che lui non ha fiducia in lui ma questi ribatte chiedendogli se sia davvero lui a non aver fiducia nel figlio o piuttosto Jack stesso a non aver fiducia in sé. Poi Christian si allontana. In quel momento un uomo, Jacob, prende qualcosa alla macchinetta delle merendine e porge a Jack la barretta Apollo, caduta assieme alla sua, chiedendogli se fosse sua. Jack ringrazia e prende la barretta: Jacob lo sfiora passandogliela. Mentre Jack si allontana Jacob commenta che la macchina aveva bisogno solo di una piccola spinta.

JulietModifica

S5-finale-young-Juliet-Rachel.jpg

Le piccole Juliet e Rachel scoprono del divorzio dei genitori

Molti anni prima il padre e la madre di Juliet comunicano a lei ed a Rachel che vogliono parlar loro di una cosa importante. Juliet pensa che i genitori le diranno che vogliono trasferirsi di nuovo ma Rachel, sconvolta, dice a Juliet di aver invece capito che i loro genitori vogliono divorziare. La mamma delle ragazze dice a Rachel e Juliet che lei e loro padre si amano ancora ma anche se due persone si amano questo non significa che siano fatte per stare insieme. Juliet inizia a piangere e dice di non capire perché i suoi genitori non possono stare insieme se si amano. La madre le risponde che capirà quando sarà più grande. Juliet però, in lacrime, corre via senza voltarsi dicendo che non vorrà mai capirlo.

HurleyModifica

S5finale-Jacob-touches-Hugo.jpg

Jacob fornisce a Hurley alcune informazioni per tornare sull'Isola

Nel dicembre 2007, Hurley viene rilasciato dalla prigione. Il ragazzo, sorpreso, prova a convincere un impiegato che non deve essere rilasciato perché lui è un assassino. L'impiegato gli mostra un foglio nel quale c’è scritto che Hurley è stato prosciolto da ogni accusa e che troverà un taxi appena fuori dall'edificio. Poco dopo il ragazzo sale su un taxi ma si accorge che il sedile posteriore è già occupato da un uomo, Jacob. Hurley chiede scusa ma Jacob lo invita ad entrare e gli spiega che lui deve fare solo qualche isolato. Hurley entra allora nel taxi e scorge la custodia di una chitarra. Hurley chiede a Jacob per quale motivo lui fosse in carcere ma l’uomo spiega che lui non era in prigione ma era lì fuori perché lo stava aspettando. Hurley chiede allora a Jacob se anche lui sia una persona morte che ogni tanto vanno a trovarlo. Jacob gli assicura di non essere affatto morto ed invece gli chiede perché lui non voglia tornare sull'Isola. Hurley gli spiega di essere maledetto e di essere la causa di tutte le morti e disgrazie capitate attorno a lui. Jacob, invece, dice a Hurley che pensa che invece lui sia benedetto poiché ha l'abilità di vedere e parlare coi suoi amici morti. L’uomo poi assicura a Hurley che lui non è affatto pazzo. Jacob racconta ad Hurley del Volo 316 dell’Ajira Airlines che partirà fra 24 ore: se lui vorrà tornare sull’Isola dovrà prendere quel volo. Jacob poi aggiunge, toccando Hurley sulla spalla, che quella sarà una sua scelta. L’uomo poi esce dal taxi. Hurley, pensieroso, gli fa notare che dimenticato la sua chitarra: Jacob sorride e gli dice che la chitarra non è sua e si allontana.

Sull'IsolaModifica

1977Modifica

5x16 IslandSurvivors.jpg

Rose e Bernard ricompaiono tre anni dopo l'attacco delle frecce infuocate

Kate, Juliet e Sawyer sono nel sottomarino che sta lasciando l'Isola. Kate spiega ai due il piano di Jack e l’idea di Daniel che prevede di far esplodere la bomba e distruggere la sacca di energia sotto la Stazione Cigno per tentare di cambiare il passato. La ragazza insiste che loro tre devono liberarsi, fuggire dal sottomarino e tornare sull’Isola per impedire a Jack di distruggerla. Sawyer afferma di non volerlo fare e di volersi tenere fuori: l’uomo fa notare che prima che lei, Jack e e gli altri tornassero sull’Isola loro erano felici. Nel frattempo, nei tunnel sotto il villaggio DHARMA, Jack e Sayid osservano la bomba. Jack commenta che sarà impossibile portarla fuori da lì ma Sayid, consultando il diario, spiega che Daniel aveva in mente di smontare il nucleo di plutonio e che essa sarà sufficiente al loro scopo. Richard Alpert non sembra essere d’accordo ma Eloise interviene commentando che è importante proseguire nel piano. Sayid spiega che, una volta smontata la testata, avranno due ore per farla detonare.

Frattanto, alla Stazione Cigno, Radzinsky raggiunge il luogo degli scavi e chiede a Pierre Chang per quale motivo abbia ordinato di fermare le perforazioni. L’uomo commenta che la temperatura sulla punta della trivella era cresciuta troppo e ribadisce che è molto pericoloso continuare a scavare rischiando di raggiungere la sacca di energia nascosta in profondità. Radzinsky commenta seccamente che ha lavorato al progetto di quella stazione per sei anni e non ha intenzione di abbandonare tutto ad un passo dalla fine. L’uomo si avvicina poi alla trivella e la rimette in funzione. Nel sottomarino, intanto, Sawyer ribadisce di aver fatto la sua scelta e di non voler tornare indietro. Quando un marinaio viene a consegnare ai tre i sedativi per il viaggio Juliet lo stordisce, afferra le chiavi delle sue manette e libera se stessa ed i due compagni. Sawyer le chiede cosa stia facendo e la donna risponde che non lascerà che tutte le persone sull’Isola muoiano. Poco dopo i due raggiungono il capitano del sottomarino e, minacciandolo con una pistola, gli ordinano di riaffiorare. Juliet spiega che poi dovrò continuare a seguire la rotta prefissata senza riportare nessuno sull’Isola. Sawyer spara poi alla radio del sottomarino per impedire che l’uomo avvisi i compagni sull’Isola della loro fuga.

Nei sotterranei, intanto, Sayid consulta il diario di Daniel e riesce a smontare il nucleo di plutonio dalla bomba. Richard si avvicina a Jack e gli racconta che vent’anni prima un uomo di nome John Locke venne a trovarlo dicendo che era il leader dell’Isola. Richard spiega che da quel momento in poi lui ha lasciato l’Isola per tre volte per andare ad osservare John ma non gli è mai sembrato che lui fosse speciale. L’uomo chiede poi a Jack se lui conosca Locke: Jack sorride, quindi risponde di conoscerlo. L’uomo aggiunge che, se lui fosse Richard, non si lascerebbe sfuggire un uomo come John Locke.

Più tardi Sayid completa lo smontaggio del nucleo della bomba e lo mette in uno zaino. Poi l’uomo si incammina con i suoi compagni nei corridoi fino a trovarsi di fronte ad un muro. Richard afferra una grossa mazza e sfonda il muro rivelando la cantina di una della case della DHARMA. Eloise, con una pistola in mano, afferma che vuole entrare per prima in perlustrazione perché sa che non esiterà a sparare se ci sarà pericolo. Richard acconsente ma, non appena la donna gli volta le spalle, la tramortisce a tradimento con il calcio della pistola affermando che non vuole che il suo leader rischi la vita in questa missione. Sayid e Jack affermano che proseguiranno da soli e salgono al piano superiore della casa: i due scoprono che quella è la casa di Horace e che è disabitata. Avvertendo l’allarme del villaggio ed il gran vociare delle persone che stanno fuggendo Jack si affaccia ad una finestra ed osserva molte guardie in giro.

5x16 HostileRoger.jpg

Roger spara a Jack e a Sayid

Jack chiede a Sayid come loro potranno raggiungere la Stazione Cigno. Sayid indossa allora una delle tute DHARMA di Horace e spiega che si dovranno confondere con la gente in panico. I due uomini attraversano il villaggio notando Phil che sta ordinando alle guardie di creare una barriera difensiva. Improvvisamente, però, Roger Linus riconosce Sayid e punta contro di lui il suo fucile affermando che Sayid ha sparato a suo figlio. Sayid scongiura pietà affermando che sta trasportando un ordigno nucleare ma Roger gli spara e lo ferisce al ventre. Jack spara a sua volta ed una sparatoria comincia. In quel momento un furgoncino DHARMA arriva a gran velocità ed un portello si apre: Jin e Miles aiutano Jack a caricare Sayid a bordo. Poi Hurley, alla guida, pigia sull’acceleratore ed i cinque fuggono dal villaggio.

Nel frattempo Sawyer, Juliet e Kate sono su un canotto e cominciano a remare verso l’Isola. Juliet si volta con rimpianto verso il sottomarino e lo vede affondare fra i flutti. Poco dopo i tre tirano il gommone a riva e Kate ringrazia Juliet per averla appoggiata. Vincent compare improvvisamente dalla giungla e corre verso Sawyer facendogli un sacco di feste. Sawyer, sorpreso, commenta che sono tre anni che non vede il cane, dall’attacco dell frecce infuocate. In quel momento, attirati dal vociare, Rose e Bernard compaiono sul bordo della spiaggia. Quando Rose commenta che sono stati scoperti Bernard impreca. Sul furgone, intanto, Jin e Jack si prendono cura di Sayid cercando di arrestare l’emorragia. Jack dice a Hurley di portarli al Cigno e spiega a Jin che quello è l’unico modo per salvare Sayid e per ritrovare Sun.

Nel frattempo Rose a Bernard accolgono i vecchi amici nella loro nuova dimora. Rose e Bernard spiegano che lei e Bernard vogliono vivere, come hanno fatto negli ultimi tre anni, una vita lieta e tranquilla nella loro capanna vicino alla spiaggia procurandosi cibo e evitando che i membri della DHARMA Initiative li trovino. Quando Kate spiega che Jack ha una bomba e vuole far esplodere l’Isola uccidendoli tutti Bernard ribatte che ormai lui e Rose stanno insieme ed è questa l’unica cosa per cui vale la pena vivere: a loro non interessa quello che Jack farà o non farà. Quando l’uomo dice queste parole Juliet scorge Sawyer guardare Kate. Juliet, ferita, spiega ai vecchi amici che hanno bisogno di tornare al Villaggio della DHARMA: Rose le indica la giusta direzione. Mentre si allontanano Bernard chiede a Juliet se sia sicura di non volere una tazza di tè. Juliet, con gli occhi pieni di lacrime, commenta che sarà per la prossima volta.

Frattanto Hurley sta guidando a gran velocità verso la Stazione Cigno. Sul retro del furgone, intanto, Jack sta prendendosi cura della ferita di Sayid mentre Miles, preoccupato, osserva la bomba. Sayid dice a Jack che ora lui modificherà la bomba in modo che esploda all’impatto: questo significa che loro dovranno essere molto vicini quando la bomba farà saltare in aria il Cigno. Improvvisamente Hurley inchioda: di fronte a lui, in mezzo alla strada, ci sono Sawyer, Juliet e Kate che li osservano in silenzio. Jack scende dal furgone e Sawyer gli chiede di dedicargli cinque minuti per parlare, loro due soli. Quando Jack rifiuta dicendo di aver fretta Sawyer insiste ed alla fine l’uomo acconsente e segue Sawyer nella foresta.

Una volta raggiunta una radura Sawyer spiega a Jack come i suoi genitori siano morti dopo essere stati truffati da un truffatore. Sawyer dice a Jack che quello avvenne un anno prima, nel 1976, e che se lui avesse voluto avrebbe potuto prendere il sottomarino, raggiungere i suoi, ed impedire a suo padre di uccidere sua madre e poi di suicidarsi. Quando Jack gli chiede perché non l’abbia fatto Sawyer ribatte che quello che è fatto ormai è fatto e che loro non dovrebbero cercare di cambiare il passato. Jack, al contrario, spiega che il suo destino è quello di cambiare il passato e spiega a Sawyer che John Locke tre anni prima gli aveva detto la stessa identica cosa. Lui aveva Kate tutta per sé ed ora se l’è fatta sfuggire e non potrà più riaverla. Sawyer ribatte che se impedirà l’incidente del volo 815 lui e Kate saranno comunque degli estranei: Jack commenta che se è così che deve andare così andrà. Quando Sawyer si accorge che qualunque cosa lui dirà non servirà a far cambiare idea a Jack passa all’azione: colpisce Jack violentemente ed i due cominciano a picchiarsi. Quando i due sono ormai allo stremo delle forze Juliet compare fra gli alberi e grida a Sawyer di smetterla ponendo fine alla lotta fra i due uomini. Sawyer, sorpreso, le dice che era stata proprio lei ad insistere che loro dovessero fuggire dal sottomarino e tornare sull’Isola per impedire a Jack di fare esplodere la bomba. Juliet lo guarda negli occhi e gli dice che ha cambiato idea. Saywer la fissa incredulo.

5x16 SawyerAndJulietArgue.jpg

Sawyer e Juliet discutono sulla scelta della donna

Poco dopo Sawyer chiede a Juliet che cosa le abbia fatto cambiare idea: la donna gli confessa di aver cambiato idea su quello che deve succedere quando, poco prima, ha notato come Sawyer fissava Kate. L’uomo le dice di non pensare ai suoi sguardi e che lui ha scelto di stare con lei. Juliet ribatte che anche se due persone si amano l'uno l'altra non per questo sono destinate a stare insieme. Juliet quindi spiega che se Jack riuscirà nel suo intento di cambiare il futuro nessuno di loro arriverà mai sull’Isola e quindi lei non conoscerà mai Sawyer. La donna si allontana poi dicendo che se loro due non si conosceranno mai lei non dovrà nemmeno mai perderlo.

Nel frattempo, alla Stazione Cigno, Pierre Chang informa Radzinsky che la trivella è arrivata appena sopra la sacca di energia: l’uomo avverte Radzinsky che se perforeranno la sacca si potrebbe scatenare l’inferno. Phil chiama Radzinsky alla radio e lo avvisa che l’Ostile che ha sparato al piccolo Ben è tornato al villaggio, è fuggito grazie all’aiuto delle nuove reclute e Roger lo ha sentito dire che aveva con sé una bomba. Radzinsky ordina a Phil di raggiungere al Cigno il prima possibile e di portare con sé degli uomini armati così da preparare una bella accoglienza a chiunque tenterà di attaccarli.

Nel frattempo, ai bordi della radura degli scavi Jack sta osservando la scena. Kate lo raggiunge e, sorpresa, gli chiede se le ferite riportate durante la lotta gli facciano male: Jack ribatte di stare bene. Jack chiede a Kate per quale motivo lei gli abbia fatto promettere di non chiederle mai di Aaron. La ragazza ribatte di averlo fatto perché era arrabbiata con lui che voleva riportarla sull’Isola. Jack commenta che se la bomba funzionerà Aaron resterà con Claire e tutto tornerà come doveva andare: se lei vuole bene ad Aaron dovrà fidarsi di lui. In quell’istante un allarme comincia a suonare sul sito degli scavi e Pierre e Radzinsky cominciano a discutere sulla sicurezza di continuare o meno a scavare. Mentre Radzinsky afferma risolutamente che gli scavi devono continuare Jack, accorgendosi che l’incidente sta per avvenire, dice a Kate che è giunto il momento che loro intervengano per impedirlo. Kate conferma che sarà con lui ed i due corrono via.

Sayid giace contro il fianco del furgone. Hurley si prende cura dell’uomo mentre Miles dice sottovoce a Jin che non crede che l’uomo possa sopravvivere alla sua ferita. In quel mentre Jack e Kate raggiungono il gruppo e Jack spiega agli amici che l‘incidente è probabilmente appena avvenuto e che quindi è tempo che lui vada a far detonare la bomba. Sayid gli sussurra di averla modificata in modo da farla detonare all’impatto: per fare questo, però, dovrà riuscire a farla esplodere il più vicino possibile alla fonte di energia elettromagnetica. Jack promette all’amico che seguirà i suoi consigli e che lui si salverà. Poi, dopo aver scambiato uno sguardo con Kate, Jack si mette in spalla lo zaino con la bomba e scompare fra gli alberi. Poco dopo l’uomo incrocia Juliet e Sawyer: Jack osserva Sawyer e gli dice che la prossima volta si rivedranno a Los Angeles.

Nel frattempo Miles chiede ai compagni se abbiano mai pensato al fatto che forse loro in realtà stanno per causare proprio quello che vorrebbero impedire, l’incidente. L’uomo soggiunge che forse la cosa migliore da fare sarebbe non fare nulla. I compagni si guardano l’un l’altro senza parole. In quel momento una camionetta carica di uomini armati passa sulla strada sottostante: Kate dice ai compagni di aver notato Phil sulla camionetta e che se l’uomo incontrerà Jack lo ucciderà. Sawyer chiede a Juliet cosa pensa che sia la cosa più giusta da fare: la donna ribatte che si vive insieme e si muore soli. In quel momento la camionetta arriva agli scavi del Cigno e Phil dispone gli uomini armati lungo il perimetro dello scavo. Sotto gli ordini di Radzinsky il Dr. Pierre Chang continua a trivellare verso la fonte di energia che si trova sotto il sito di costruzione.

5x16 JackWithTheJughead.jpg

Jack esita se buttare o meno la bomba nel pozzo della Stazione Cigno

Jack osserva gli uomini armati e comincia a scendere verso il sito degli scavi. Phil nota Jack e comincia una sparatoria. In quel momento un furgoncino DHARMA arriva sul posto e da esso saltano fuori Sawyer, Juliet, Miles e Kate armati di fucili. I compagni riescono in breve tempo a mettere fuori gioco tutte le guardie mentre Sawyer obbliga Phil ad ordinare agli altri di gettare le armi mentre Radzinsky e gli operai vengono tenuti sotto tiro. Il Dr. Chang tenta di spegnere la trivella ma scopre che in quel momento la sacca di energia è stata perforata e la trivella continua a girare senza che loro possano fermarla. Jack si avvicina al pozzo di scavo e sporge la bomba sopra di esso. L’uomo esita. Sawyer gli dice di gettarla ed anche Kate gli fa segno di lasciare cadere l’ordigno. Jack lascia allora cadere la bomba nel bozzo e chiude gli occhi, come tutti gli altri, in attesa della deflagrazione.

Pochi istanti dopo i compagni riaprono gli occhi continuando a sentire il rumore della trivella che gira. Con grande sorpresa il gruppo scopre che per un motivo sconosciuto la bomba non è esplosa. Improvvisamente, però, un rumore assordante comincia a farsi sentire, sempre più forte, mentre tutti gli oggetti metallici cominciano a venire trascinati verso il pozzo ed a cadervi dentro. Il traliccio della trivella comincia a piegarsi e collassa su se stesso schiacciando una mano di Pierre che urla di dolore. Mentre oggetti metallici sempre più grandi vengono attirati dentro il pozzo e lo stesso traliccio della trivella si piega sempre più attirato da una forza prodigiosa una cassetta degli attrezzi colpisce Jack alla nuca, tramortendolo. Miles corre in aiuto del padre liberandogli la mano ferita e lo aiuta a mettersi in salvo. Radzinsky ed altri due operai saltano a bordo di una jeep e tentano di allontanarsi ma l’auto viene attirata verso il pozzo e si ribalta un attimo dopo che i passeggeri sono riusciti a saltare fuori. Phil punta un fucile verso Sawyer ma, un attimo prima che possa sparagli, un’impalcatura gli cade addosso ed una barra di metallo lo trafigge uccidendolo. Una catena in volo si impiglia attorno alla vita di Juliet e la donna viene trascinata verso il pozzo. Kate corre in suo aiuto ma Juliet viene trascinata con forza dentro al pozzo. Sawyer riesce ad afferrarle una mano e dice a Kate di liberare Juliet dalla catena che la avvolge. Kate si sporge ma la donna è troppo in basso. Sawyer dice a Juliet che non la lascerà andare: Juliet, in lacrime, urla a Sawyer che lo ama tantissimo. Un attimo dopo la sua mano scivola via da quella di Sawyer e la donna precipita nel pozzo. Sawyer, distrutto, urla di dolore.

5x16 ASurvivingJuliet.jpg

Juliet, con un gesto eroico, colpisce ripetutamente la bomba con una pietra fino a farla deflagrare

Jack si riprende a fatica dalla botta alla testa e scorge Kate che sta cercando di allontanare Sawyer dal pozzo: l’uomo, distrutto, non vuole allontanarsi ma Kate e Jack riescono ad allontanarsi ed a portare Sawyer con loro. Sul fondo del pozzo, intanto, Juliet giace in una pozza di fango ed acqua: la donna, pur se orrendamente ferita, è ancora viva. Juliet è coperta di sangue e tossisce violentemente. Voltando il capo la donna scorge poco distante da lei la bomba ancora intatta. Con uno sforzo sovrumano Juliet afferra una pietra e, in lacrime, comincia a colpire ripetutamente la bomba. Finalmente, all’ottavo colpo, la bomba esplode in un lampo bianco.

2008Modifica

Ben, Locke, Sun, Richard ed il gruppo degli Altri sta camminando sull’insenatura quando John ordina di fermarsi per una pausa. Sun chiede a Ben chi sia Jacob: l’uomo risponde che Jacob è il capo dell’isola e quando Sun gli chiede se il capo non sia John Ben ribatte che John è solo il leader e cha anche lui deve riportare a Jacob. Quando la donna gli chiede come sia Jacob Ben ribatte di non saperlo perché lui non l’ha mai visto. Nel frattempo Richard si avvicina a Locke e gli chiede come sia possibile che lui sia ancora vivo visto che Ben gli ha raccontato di averlo strangolato e di essere sicuro che lui fosse morto. John commenta che Richard è sull’isola da molti più anni di lui e quindi dovrebbe essere lui a spiegarglielo. Richard ribatte di aver visto l’isola fare molte cose straordinarie ma di non aver mai visto un uomo morto tornare in vita. John ribatte che anche lui non ha mai visto un uomo che non invecchia: Richard spiega che quel dono gli è stato concesso da Jacob e che pensa che anche il fatto cha Locke sia vivo deve essere dovuto all’intervento di Jacob. Locke, sorridendo, commenta che proprio per quel motivo vuole andarea trovare Jacob: per ringraziarlo. L’uomo poi commenta che in seguito dovranno occuparsi del resto dei passeggeri del volo Ajira: quando Richard gli chiede cosa intenda John ribatte che sa bene cosa lui intenda. Poi, mentre Richard lo osserva stupito, Locke informa i compagni che è tempo di ripartire.

Nello stesso momento un gruppo dei sopravvissuti del Volo Ajira 316, gruppo che include Ilana, Bram ed altri tre uomini, giunge sull'Isola con una canoa: il gruppo trasporta con sé Frank Lapidus, svenuto, e la cassa di metallo presa dalla stiva dell'aereo. Una volta messo piede sulla spiaggia Ilana dice a Bram che Frank potrebbe essere un candidato: in quel momento i due notano che l’uomo si è svegliato. Frank apre gli occhi e chiede ai due cosa intendessero dicendo che lui era un possibile candidato: Bram ignora la risposta e gli viene offerta una borraccia. L’uomo e Ilana spiegnoa che loro sono suoi amici. Frank chiede ai due cosa contenga la cassa. Ilana gli fa cenno di avvicinarsi ed i suoi uomini aprono la cassa: Frank si sporge per osservarne il contenuto e rimane sconvolto.

Mentre camminano lungo la costa John si avvicina a Ben e gli chiede perché non abbia detto a Richard quali sono i suoi veri piani in merito a Jacob. Ben commenta di aver pensato che lui volesse tenere la cosa segreta e, soprattutto, non ha potuto farlo perché sua figlia gli ha ordinato di obbedire senza discutere a tutto quello che John dirà. John, sorpreso della cosa, gli chiede dove quel dialogo sia avvenuto e Ben risponde che è successo quando loro due sono andati in cerca del Mostro. John commenta allora soddisfatto che se Ben farà tutto quello che lui gli ordinerà sarà molto più facile e che non sarà necessario convincerlo del suo compito: quando Ben gli chiede di quale compito si tratti John ribatte che non sarà lui ad uccidere Jacob, ma Ben. Ben, sconvolto, spalanca gli occhi restando senza parole.

5x16-jacob-cabin-burnt.jpg

Ilana ordina di bruciare la capanna di Jacob

Ilana, Bram, Frank e gli altri uomini camminano nella giungla. Frank commenta che non avrebbe voulto vedere cosa c’era nella cassa di metallo. L’uomo chiede a Bram dove stiano trasportando la cassa e l’uomo ribatte che la stanno portando da qualcuno per mostrargli di cosa loro sono capaci. Quando Frank gli chiede di cosa siano capaci l’uomo ribatte che si tratta di qualcosa di molto più terribile di ciò che è contenuto nella cassa. L’uomo poi aggiunge che finchè Frank starà con loro non deve temere nulla. Improvvisamente il gruppo raggiunge la capanna di Jacob. Ilana commenta che sono arrivati. Bram nota che l'anello di cenere che circonda la casa è stato spezzato. Ilana entra da sola nella capanna e la trova deserta ed in avanzato stato di degrado. La donna nota un pezzo di stoffa attaccato alla parete con un coltello. Dopo aver sollevato il brandello di stoffa, pensierosa, Ilana esce dalla cascina portanandolo con sé. La donna comunica al gruppo che Lui non si trova là da lungo tempo ma che nel frattempo qualcun'altro ha vissuto nella casa. Ilana ordina poi ai compagni di bruciare la cascina ed un attimo dopo la capanna è in fiamme. Quando Bram le chiede quale sia ora la loro meta la donna le mostra il brandello si stoffa e Bram osserva un’immensa statua in riva al mare: la statua raffigura una dea egizia. Bram ed i compagni sollevano allora la cassa ed il gruppo riparte.

5x16 FindingTheRing.jpg

Sun trova l'anello di Charlie.

Nel frattempo il gruppo guidato da Richard arriva a quello che resta del campo sulla spiaggia. Locke dice alle persone che lo stanno accompagnando che secondo Richard arriveranno da Jacob prima del tramonto e consiglia loro di fermarsi un attimo per riposarsi. Poi l’uomo raggiunge Ben, seduto da solo sulla spiaggia, ma l’uomo vuole restare solo. John gli indica un portello alle sue spalle e gli spiega che quello era il portello del bunker e che è stato proprio dentro il bunker che loro due si sono conosciuti. L’uomo poi chiede a Ben che cosa sia successo quando lui lo condusse nella capanna di Jacob la prima volta che andarono a trovarlo. Ben ammette di aver recitato una parte e di aver messo in scena un finto dialogo con una sedia vuota. L’uomo però aggiunge di essere rimasto lui stesso enormemente sorpreso quando le cose cominciarono a volare per la stanza. John chiede a Ben perché abbia recitato una messinscena del genere. Ben ribatte che non voleva che lui scoprisse che il realtà non aveva mai visto Jacob. L’uomo poi chiede a Locke perché voglia che sia proprio lui ad uccidere Jacob. John gli fa notare come, malgrado tutte le promesse di Jacob, lui ora sia malato di cancro, sua figlia sia stata uccisa e lui sia stato esiliato dall’Isola, tutto questo secondo gli ordini di una persona che lui non ha nemmeno mai visto. John conclude chiedendo a Ben per quale ragione lui non dovrebbe voler uccidere Jacob. Poi John si allontana lasciando Ben a riflettere. Nel frattempo Sun trova la culla di Aaron e la raddrizza teneramente. Poi scorge un anello nella culla e lo osserva curiosamente: si tratta dell’anello dei Drive Shaft di Charlie.

5x16 BenIsComing.jpg

Locke discute con Richard sul fatto che Ben possa o meno vedere Jacob

Più tardi il gruppo guidato da Richard si ferma ai bordi di una nuova spiaggia. Quando Locke si avvicina a Richard e gli chiede per quale motivo si siano fermati l’uomo gli indica, sull’altro lato della spiaggia, un piede gigantesco di quella che una volta doveva essere un’enorme statua. Locke chiede a Richard cosa quel piede abbia a che fare con Jacob: Richard ribatte che quello è il luogo dove Jacob vive. Più tardi, quella sera, il gruppo si è accampato sulla spiaggia. Richard dice a John che se lui sapesse aspettare sarebbe lo stesso Jacob ad andare da lui: John, per tutta risposta, afferma di essere stanco di aspettare e dice a Richard di condurlo da Jacob. Nel frattempo Sun chiede a Ben cosa sia successo al resto della statua. Ben ribatte che la statua era già in quello stato quando lui arrivò sull’Isola. Sun dice a Ben di non credere alle sue parole e Ben ribatte di non essere sorpreso della sua diffidenza.

John, che sta seguendo Richard, chiama Ben e gli dice che è tempo di andare. Richard dice a John che solo il leader può incontrare Jacob e che ci può essere solo un leader alla volta. John ribatte che se Jacob avrà qualcosa in contrario al fatto che Ben vada con lui sicuramente glielo dirà e loro potranno risolvere fra di loro la questione. Richard si avvicina allora al basamento su cui poggiava la statua e spinge una pietra aprendo una porta segreta. Poi l’uomo si allontana e dice a John di salutargli Jacob. Locke e Ben entrano in un corridoio nella base della statua: in fondo ad esso si vede la luce provenire da una stanza. Locke porge a Ben un coltello e gli ricorda che le cose cambieranno una volta che Jacob non ci sarà più. Ben afferra il coltello e segue John verso il fondo del corridoio.

The fork in the Outlet.jpg

Ilana mostra a Richard il contenuto della cassa di metallo: il cadavere di John Locke

All’esterno, intanto, il gruppo guidato da Ilana arriva sulla spiaggia. Gli Altri puntano le loro armi verso gli estranei ma Ilana alza le mani ed afferma di venire in pace. La donna chiede chi di loro si chiami Richardus. Richard fa un passo avanti e dice che in realtà il suo nome è Richard. Ilana lo osserva e poi gli chiede cosa giaccia all'ombra della statua. Richard resta un attimo in silenzio e poi ribatte “Ille qui nos omnes servabit” (colui che ci salverà tutti). Ilana sollevata dice a Richard che deve mostrargli una cosa. La donna dice ai suoi compagni di aprire la cassa di metallo che hanno portato fino a lì. Gli uomini ubbidiscono e rovesciano il contenuto della cassa sulla sabbia. Richard e Sun si avvicinano e, con loro immenso stupore, scorgono il cadavere di John Locke. La donna afferma di aver trovato il corpo in una bara nella stiva del loro aereo precipitato sull’isola qualche giorno prima. Sun guarda il corpo di Locke, sconvolta, e poi domanda ad alta voce, se quello è il corpo di John Locke, chi sia allora l’uomo che ora si trova all’interno della statua.

5x16 They'reComing.jpg

Jacob, morente, dice al finto Locke che “loro” stanno arrivando

All’interno della statua, intanto, Ben ed il finto Locke raggiungono una grossa camera illuminata da fiaccole e con un grosso braciere acceso al centro della stanza. Ben si avvicina ad un arazzo appeso alla parete che raffigura una serie di figure inginocchiate di fronte ad una divinità. Improvvisamente una voce di uomo, nascosto nell’ombra, chiede Ben se gli piaccia l’arazzo e gli spiega che gli ci è voluta un’eternità a tesserlo: si tratta di Jacob. L’uomo osserva anche il finto John e commenta che egli è riuscito a trovare il modo. Il finto Locke ribatte che infatti così è stato ed aggiunge che Jacob non ha la minima idea di quello che lui ha passato per essere lì. Ben, sorpreso, chiede a John se lui e Jacob si conoscano. John ribatte che così si può dire: poi, avvicinandosi a Ben, John gli dice di fare quello che lui gli ha chiesto.

Jacob dice a Ben che li ha ancora una scelta: può scegliere di fare quello che Locke gli ha chiesto oppure può allontanarsi e lasciare che lui e l’uomo discutano da soli delle loro questioni. Ben dice a Jacob che per 35 anni ha sempre eseguito tutto quello che Jacob gli ha ordinato, senza discutere: Richard gli portava dei biglietti, delle liste, e lui faceva sempre quello che vi trovava scritto senza fare domande. Gli veniva sempre detto di aspettare, di avere pazienza. Non appena però John ha chiesto di vedere Jacob è stato subito accolto, come se fosse Mosè. Ben chiede a Jacob cosa ci fosse di sbagliato in lui, cosa non andasse bene. Ben domanda all’uomo che cosa provi per lui. Jacob ribatte enigmaticamente: “cosa provo per te?”. Ben china il capo, rassegnato. Poi improvvisamente afferra il coltello e pugnale Jacob due volte al petto: Jacob gli cade addosso e poi scivola a terra. Con le sue ultime forze l’uomo sussurra a John: “stanno arrivando”. Il finto Locke, furioso, spinge il corpo di Jacob nel braciere con un calcio: mentre il corpo dell’uomo prende immediatamente fuoco l’essere che ha le sembianze di John e Ben lo osservano bruciare in silenzio.

CuriositàModifica

GeneraleModifica

Note di produzioneModifica

ErroriModifica

  • Quando Kate si riferisce al suo primo incontro con Jack parla di "30 anni da adesso", quando invece dal '77 al 2004 ne passano 27.

Tematiche ricorrentiModifica


Tematiche ricorrenti in Lost
AnimaliBianco e neroIncidenti stradaliConnessioni tra i personaggiBambiniOcchiFato contro libero arbitrioBuoni e cattiviPrigioniaIsolamentoVita e morteParti del corpo mancantiSoprannomiI NumeriProblemi familiariGravidanzeGiustapposizioniPioggiaRinascitaRedenzioneRelazioniSacrificioSegretiSogniTempoTruffe e inganni

Bianco e nero Modifica

  • All'inizio dell'episodio, Jacob indossa una camicia bianca e il nemico di Jacob una nera.
  • Il vestito di matrimonio di Sun è bianco e il completo di Jin nero.
  • Quando Jacob parla con Ben, ha metà volto in ombra.
  • Il libro di Jacob presenta in copertina una colomba bianca trafitta da una freccia nera.
  • Il titolo, tipicamente bianco su sfondo nero, è invertito a fine episodio.

Fato contro libero arbitrio Modifica

  • Jacob dice a Ben che ha una scelta: fare quello che dice il suo nemico o andarsene.
  • Jacob assicura Hurley che può scegliere se tornare sull'Isola.
  • Juliet crede che il suo amore per Sawyer non dovrebbe mai essere esistito a causa delle divergenze dei suoi genitori, e il suo affetto per Kate.
  • Juliet spiega che se cambieranno il passato, allora non dovrà mai perdere Sawyer.
  • Sawyer dice a Jack che se loro riescono a cambiare il passato, allora Jack e Kate sarebbero estranei. Jack risponde "Se è così che deve andare, così andrà".
  • Juliet cambia idea lasciando l'Isola, nel fermare Jack, e lo aiuta a distruggere il Cigno.

Tempo Modifica

  • Jack dice che lo schianto del Volo 815 sembra lontano "milioni di anni fa". Kate replica, "O 30 anni da adesso"
  • Jacob, come Richard, sembra non invecchiare.

I numeri Modifica

  • Juliet colpisce 8 volte la bomba prima che esploda.
  • Quando la giovane Kate e il suo amico stavano per rubare nel negozio, l' auto vicino a loro era targata: "XA7 023."
  • AA 823 è mostrato sul bottone in basso a sinistra.
  • Sawyer dice a Jack che suo padre è morto quando aveva otto anni.

Altro Modifica


Analisi della tramaModifica

Riferimenti culturaliModifica

Tecniche di narrazioneModifica

Riferimenti fra gli episodiModifica


Domande senza rispostaModifica

Domande senza risposta
  1. Non rispondere alla domande in questa pagina.
  2. Mantieni le domande aperte e neutrali: non suggerire già nelle tue parole la risposta.
Per le teorie su queste domande, vedi: L'incidente, prima e seconda parte/Theories

L'Uomo in Nero

  • Come riesce a impersonare una persona?
    • Come riesce a ottenere tutti i ricordi di Locke?

Jacob

  • Come sceglie le persone?
    • Come riesce a portarle sull'Isola?
  • Perché Jacob visita queste persone nei momenti più importanti della loro vita?
    • Come sa in anticipo di questi eventi?

La capanna

  • Chi ruppe il cerchio di cenere e quando?
  • Perché Ilana ordina di incendiare la capanna?

Altre


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale