FANDOM


  Teorie  | deutschenglishespañolfrançais日本語nederlandspolskiportuguêsРусский中文 


"La ballerina di vetro" è il secondo episodio della Terza stagione di Lost, e il 51esimo dell'intera serie. Jin, Sun e Sayid iniziano a preoccuparsi perché i loro compagni non si sono ancora fatti vedere. Sawyer e Kate vengono portati in un campo dove vengono obbligati a lavorare. Ben scopre che i sopravvissuti hanno una barca ed organizza un piano per rubarla.

TramaModifica

FlashbackModifica

3x02-TheGlassBallerina.jpg

La ballerina di vetro di Sun

Una bella ballerina di vetro volteggia nell’aria piroettando: pochi istanti successivi il prezioso oggetto si infrange in mille pezzi sul pavimento di una bella casa: una giovanissima Sun osserva la scena per un attimo e poi scappa via. Poco più tardi, mentre sta suonando il pianoforte, Sun viene raggiunta da suo padre Mr. Paik: l’uomo, arrabbiato, mostra alla figlia un sacchetto contenente i resti della ballerina e le chiede se sia stata lei a romperla. La bambina, timidamente, nega ed incolpa la domestica. Il padre, sospettoso, chiede a Sun se lei sia veramente sicura che sia stata la domestica a rompere la ballerina: se fosse successo così lui sarebbe costretto a licenziarla. Sun, dopo un attimo di silenzio, conferma che è stata la domestica a rompere la ballerina. Mr. Paik, convinto, si allontana soddisfatto.

Anni dopo Sun è a letto con Jae Lee: l’uomo nota qualcosa che non va nella donna che ha accanto e le chiede cosa sia. Sun, pensierosa, risponde che lei è una donna sposata e che non può farlo. Jae Lee, per tutta risposta, mostra a Sun una collana di perle che ha comprato apposta per lei: la donna, lusingata e combattuta, afferma che la collana è bellissima ma lei non può accettarla. Jae Lee le risponde che lui ora non vuole più dividerla con nessun altro e che lei è pronta a fuggire in America con lui. In quel momento bussano alla porta della camera. Prima che Jae Lee possa andare ad aprire un inserviente dell’albergo apre la porta della camera e fa entrare Mr. Paik. Jae Lee, stupefatto, si inchina davanti all’uomo e questi entra nella stanza e vede sua figlia a letto: Sun, imbarazzata, resta in un vergognoso silenzio. Mr Paik, furente, dice alla figlia di rivestirsi ed esce dalla camera dell’albergo.

3x02-PaikAngry.jpg

Mr. Paik parla a Jin

Mr. Paik chiama Jin nel suo ufficio e gli mostra una foto di Jae Lee dicendogli che quell’uomo gli ha rubato una cosa che è sua e che quindi lui deve porre fine a quella storia. Jin si offre di recapitare un messaggio all’uomo ma Mr. Paik si innervosisce e gli dice che un messaggio questa volta non è sufficiente: lui deve risolvere quella questione una volta per tutte. Jin, colpito, dice a Mr. Paik che non può fare quello che lui gli sta chiedendo e, spaventato, gli offre le sue dimissioni. Mr. Paik, furioso, dice al genero che lui non può licenziarsi e che, ora che ha sposato Sun, Jin è diventato come un figlio per lui; la frase suscita visibilmente un sentimento di devozione di Jin nei confronti dello suocero. Mr. Paik afferma che l’uomo della foto ha disonorato la sua famiglia e quindi ha disonorato anche Jin: per questo motivo Jin deve agire, per riabilitare l’onore della famiglia. Jin, anche se molto titubante, accetta l’incarico.

Quella sera Jin torna a casa da Sun ed appare molto pensieroso: l’uomo chiede a Sun come sia andata la giornata e la donna, in colpa, risponde che è andato tutto bene. Quando Jin dice a Sun che quel giorno ha visto suo padre Sun ha un tuffo al cuore. Jin però continua e dice a Sun che Mr. Paik gli ha ordinato di consegnare un messaggio che lui non vorrebbe consegnare. Sun gli dice che lui non è obbligato a farlo e che loro potrebbero fuggire via e cominciare una nuova vita. Jin, arrabbiato, le risponde che lui non fa quelle cose perché gli piaccia farlo ma perché è costretto a farle: quello è il prezzo che deve pagare per essere sposato con lei. Quando Sun chiede al marito quale sia il prezzo che lei deve pagare per essere sposata con lui Jin si alza in piedi, prende la giacca ed esce di casa: un attimo prima di uscire l’uomo comunica a Sun che sta andando a recapitare il messaggio.

JaeCar3x02.jpg

Jae Lee caduto sull'auto di Jin

Poco dopo Jin è appostato fuori dall’hotel in cui abita Jae Lee: quando Jin vede Jae Lee arrivare lo segue di nascosto fino alla sua camera e poi lo attacca violentemente buttandolo dentro la stanza. Jae Lee urla e cerca di difendersi ma Jin sembra non avere pietà e lo sbatte violentemente contro un tavolino di vetro; poi, rabbiosamente, comincia a prendere a pugni Jae Lee ed infine gli punta una pistola alla tempia. Anziché sparare, però, Jin ritira poi l’arma ed intima a Jae Lee di lasciare il pase e di non tornare mai più. Sceso nuovamente in strada Jin rientra in auto e si ferma a riflettere: in quell’istante il corpo di Jae Lee si schianta sul parabrezza della sua auto dopo essere caduto da grande altezza. Jin, atterrito, guarda il cadavere dell’uomo, alza lo sguardo verso il terrazzo in alto e poi osserva con curiosità la collana che l’uomo stringe ancora in pugno.

Qualche giorno più tardi Sun osserva da lontano, commossa, il funerale di Jae Lee. D’un tratto, alle sue spalle, compare Mr. Paik e le dice che non sarebbe dovuta venire fin lì. L’uomo aggiunge di aver saputo che Jae Lee si è buttato dal terrazzo della sua camera d’albergo e si dice sicuro che l’abbia fatto per la grande vergogna legata a quanto era successo: Sun ascolta in silenzio. Mentre il padre si allontana Sun, timorosa, gli chiede se racconterà mai a Jin quanto è accaduto e la sua relazione con l’uomo. Mr. Paik ribatte che non sta a lui raccontare quella cosa e si allontana lasciando la figlia, in silenzio, ad osservarlo.

Sull'isola dell’IdraModifica

3x02-BenWantsThatBoat.jpg

Ben spiega a Colleen come rubare la barca a vela

Sun, a bordo dell’Elizabeth, si lava la faccia persa nei suoi pensieri. Jin raggiunge la moglie e lei lo rassicura dicendogli che va tutto bene e che ha solo un po’ di nausea. Jin, preoccupato, sale sul ponte e dice a Sayid che è tempo che loro tornino indietro: il giorno prima loro hanno acceso un fuoco ma né Jack né nessuno degli altri si è ancora fatto vedere. Sayid rifiuta di abbandonare Jack ed i loro compagni e propone di accendere un altro fuoco perché la montagna potrebbe impedire la vista del fumo. Quando Sun tentenna incerta su cosa fare Jin l’afferra e le dice che lui è suo marito e lei deve fare come lui dice. Sun, gelida, dice a Sayid che lei appoggia la sua idea e che è disposta a governare la barca se Jin si rifuterà di farlo.

Icansail.jpg

Sun si offre di governare l’Elizabeth

Nella sua cella, intanto, Jack riceve la visita di Juliet che gli porta da mangiare: la donna gli dice cha ha preparato la zuppa con le sue mani e che non si offenderà se a Jack non piacerà. Jack, seduto in una angolo, resta in silenzio. Juliet esce nel corridoio e raggiunge una camera in cui Ben ha osservato tutto quello che è successo tramite una serie di monitor collegati a telecamere. In quel momento i due sono raggiunti da una donna, Colleen, che li informa che Sayid, Sun e Jin hanno raggiunto il villaggio di copertura a bordo di una barca. Mentre Juliet afferma che questo non è un problema perché la barca li terrà occupati e li farà girare senza meta Ben è molto sorpreso dalla notizia e teme che possano localizzare la Stazione Idra. Ben chiede a Colleen quanto tempo le sia necessario per mettere su una squadra ed andare a rubare la barca: quando la donna risponde che non le occorrerà più di un’ora Ben le dà ordine di agire.

Frattanto Sawyer aziona nuovamente il meccanismo nella sua gabbia e guadagna un altro biscotto. Lui e Kate vengono poi raggiunti da un gruppo di Altri che, minacciandoli con i fucili, li liberano dalle gabbie, consegnano loro il pranzo e poi dicono loro di seguirli. Mentre il gruppo si sposta Colleen li raggiunge e parla sottovoce con Pickett informandolo che Ben l’ha incaricata di andare a rubare la barca di Sayid, Sun e Jin. Pickett le dice di fare attenzione e la bacia sulla guancia. Sawyer osserva la scena e sorride divertito. Sulla barca, intanto, Sun si avvicina a Jin e gli chiede scusa per averlo contraddetto di fronte a Sayid: l’uomo, ancora offeso, le dice che lei non avrebbe dovuto contraddirlo e basta. Poi, addolcito, Jin chiede a Sun come mai lei si sia offerta si accompagnarli: Sun risponde che il motivo era che lei non voleva separarsi da lui.

Kate e Sawyer vengono condotti in una campo dove altre persone stanno lavorando: Pickett spiega loro che devono scalzare le pietre sul terreno con il piccone e poi portarle via con la carriola. L’uomo avverte Sawyer e Kate che se li vedrà fermarsi, parlare o toccarsi riceveranno una scarica elettrica. Kate afferma che lei non lavorerà mai senza prima aver visto Jack: Pickett si avvicina alla ragazza con fare minaccioso e poi, all’ultimo, colpisce Sawyer con una scarica elettrica. Sawyer cade a terra contorcendosi. Pickett gli si avvicina e, prendendolo per i capelli, gli dice che non appena riuscirà a rimettersi in piedi dovrà andare a prendere la carriola. Mentre l’uomo si allontana Sawyer lo guarda con odio. Intanto Jin sta pulendo del pesce: d’un tratto Sun lo chiama sopracoperta e gli mostra un molo con il binocolo. Sayid nota che il molo sembra in disuso e propone ai compagni di attraccare la barca e di accendere un fuoco sulla riva: la visibilità in quel punto è eccellente.

Sawyer si ferma un attimo dal lavoro ed osserva con interesse Kate ed il vestito semitrasparente che la ragazza indossa: i suoi sguardi sono però intercettati da Pickett che gli intima di tornare al lavoro. Kate in quel momento si accorge che qualcuno, nascosto in un cespuglio, le sta tirando dei sassolini per attirare la sua attenzione: si tratta di Alex. La ragazza dice a Kate di continuare a lavorare e le chiede se nelle gabbie in cui sono rinchiusi ci sia anche un ragazzo di nome Karl: Kate risponde che nelle gabbie ci sono solo loro due e, quando Alex le dice comprensiva che nemmeno loro dovrebbero trovarsi in quel posto, Kate le sorride. In quel momento Sawyer si avvicina ed interrompe il dialogo delle due ragazze. Pickett, all’erta, gli intima di stare lontano da Kate e di non parlarle.

3x02-SignalFireMaking.jpg

Sayid e Sun preparano il secondo falò

Nel frattempo Sayid, Sun e Jin sono scesi a terra e stanno preparando un enorme falò. Sun si avvicina a Sayid e gli chiede perché il falò sia così grande e perché lui stia mentendo loro. Sayid, scoperto, le confessa di avere il timore che i loro amici siano stati catturati e che lo scopo del falò è quello di attirare gli Altri: lui preparerà un’imboscata e li ucciderà tutti tranne due allo scopo di interrogarli. L’uomo chiede poi a Sun di aspettare ancora una ventina di minuti prima di dire a suo marito quello che ha scoperto in modo che sia troppo tardi per tirarsi indietro: Sayid teme infatti che l’apprensione di Jin nei confronti di Sun potrebbe portarlo tirarsi indietro. Sun, perplessa, osserva Jin che ricambia il suo sguardo e continua a raccogliere la legna. Poco più tardi, quando il fuoco è ormai acceso, Jin si avvicina a Sayid e gli chiede la pistola. Sayid, stupito, non capisce. Con l’aiuto di Sun Jin spiega all’uomo che ha capito quello che lui e sua moglie si sono detti prima e che sa che il realtà il falò è solo una trappola per gli Altri: Jin, amareggiato, dice a Sun di aver imparato l’inglese meglio di quanto lei pensasse e che sa che lei gli ha mentito. Sayid consegna la pistola a Jin che la maneggia con grande abilità. Mentre Sun si allontana Sayid le consiglia di salire sulla barca e di restarvi perchè lì sarà più sicura. Nel caso le servisse troverà una pistola in una borsa blu. Sun ribatte che se mai la pistola le servirà sarà perché suo marito è morto e quindi a lei non importerà più di vivere. Poi la donna si avvia rassegnata verso la barca ormeggiata.

3x02-SawyerKate.jpg

Sawyer bacia Kate

Mentre Sawyer tira il fiato dal lavoro osserva Juliet chiacchierare sul bordo del campo: la donna gli tira una borraccia ma Sawyer, dopo averla fissata a lungo, rovescia provocatoriamente a terra l’acqua contenuta e si allontana. L’uomo osserva Kate, stanca morta per il lavoro, ed in preda ad un’improvvisa iniziativa si avvicina e la bacia con passione. Pickett ed alcuni altri uomini corrono subito nella loro direzione e Pickett colpisce Sawyer con il calcio del fucile. Sawyer riesce a rialzarsi, prende a pugni i suoi aggressori e riesce a recuperare un fucile e lo punta verso i suoi aguzzini. Juliet, che nel frattempo ha puntato una pistola contro Kate, richiama allora l’attenzione dell’uomo chiamandolo James e gli intima di gettare il fucile. Sawyer, dopo un lungo momento, getta il fucile a terra. Pickett, ripresosi, si avvicina a Sawyer e lo colpisce con una scarica elettrica più forte della precedente lasciandolo poi rotolarsi a terra per il dolore.

3x02-SunShooting.jpg

Sun punta la pistola verso Colleen

Una volta notte, Sayid e Jin sono nascosti fra gli alberi vicino al falò in attesa che qualcuno degli Altri si presenti; Sun, invece, è sulla barca a vela in attesa. D’un tratto la donna sente dei passi sul ponte della nave e sente alcune persone muoversi sopra di lei: Sun capisce che sono arrivate dal mare ed hanno quindi evitato la trappola di Sayid e Jin. In preda alla disperazione la donna afferra la pistola dalla borsa blu e resta in attesa. Colleen scende sotto coperta e scorge Sun: la donna le punta la pistola contro e le dice di parlare sottovoce e di lasciarla scappare. Colleen dice che non può fare quello che lei le chiede e si avvicina a Sun: la donna le intima di non muoversi oppure lei le sparerà. Colleen ribatte che sa che Sun non lo farà perché lei non è una assassina: loro non sono loro nemici ma lo diventeranno se lei le sparerà. Colleen muove un passo verso Sun e la donna le intima di fermarsi: d’un tratto qualcuno mette in moto la barca e Sun, spaventata per il rumore, fa fuoco e colpisce Colleen al ventre. La donna, sconvolta, cade a terra in un lago di sangue.

Attirati dal rumore dello sparo altre persone si affacciano sotto coperta e sparano verso Sun ma la ragazza riesce a nascondersi in cabina. Nel frattempo Sayid e Jin hanno udito gli spari e corrono verso la barca ma sono fermati dal fuoco delle persone sopra coperta. Mentre la barca comincia ad allontanarsi dal molo Jin si tuffa in acqua e nuota verso di essa cercando invano di raggiungerla. Nel frattempo Sun riesce ad aprire un boccaporto ed ad uscire sul ponte. Tom la vede e le spara ma Sun si lascia cadere in acqua, in salvo. Mentre la barca scompare nella notte Jin raggiunge Sun ed i due, terrorizzati, si abbracciano. Più tardi sulla spiaggia, Jin consola Sun e gli dice che non saprebbe cosa fare senza di lei e la creatura che ha in grembo. Sayid si avvicina a Sun e le dice di chiedere scusa da parte sua a Jin per averli messi in pericolo: la prossima volta Sayid ascolterà le parole di Jin. Poi l’uomo consiglia ai due di alzarsi perché li aspetta una lunga camminata. Jin sorride, dimostrando di aver capito le parole di Sayid senza bisogno di alcuna traduzione.

Una volta ritornati alle gabbie Sawyer commenta con Kate quanto è successo: l’uomo ha notato che alcuni degli Altri se la cavano bene con le armi ma la maggior parte di loro è inesperta e Sawyer è convinto che potrebbe essere sopraffatta senza grosse difficoltà. Sawyer fa notare a Kate che invece la donna bionda, Juliet, non avrebbe esitato a spararle se fosse stato necessario. Kate chiede a Sawyer perché la donna l’abbia chiamato James e l’uomo ammette che quello è il suo vero nome. Poi aggiunge che ora loro devono solo aspettare che gli Altri abbassino la guardia per poterli sorprendere: nella sala con gli schermi televisivi, dentro la Stazione Idra Ben ascolta la conversazione fra i due grazie alle telecamere ed i microfoni nascosti attorno alla cella.

3x02 jack watches manny.jpg

Ben mostra a Jack una partita di football

Poco più tardi Ben entra nella cella di Jack: l’uomo ironizza sul fatto che una settimana prima le loro posizioni erano invertite e dice a Jack che lui non può certo biasimarlo per aver mentito sulla propria identità. Ben dice a Jack di volerlo aiutare a cambiare il suo punto di vista sugli Altri e, come prima cosa, è necessario che lui si presenti. Ben afferma di chiamarsi Benjamin Linus e racconta a Jack di essere da sempre vissuto sull’Isola. L’uomo aggiunge che se Jack farà quello che gli chiederà di fare lui lo rimanderà a casa: quando Jack gli chiede cosa vuole da lui Ben risponde che lo saprà a tempo debito. Jack, incredulo, gli dice che le sue sono tutte menzogne perché lui ed i suoi compagni sono bloccati su quell’isola tanto quanto lo sono Jack e gli altri sopravvissuti. Per provare il fatto che gli abitanti dell’isola hanno contatto con il mondo esterno Ben dice a Jack che i Boston Red Sox hanno vinto le “World Series” di baseball. Jack, ancora più incredulo, gli dice che la cosa è impossibile. Ben chiama allora un uomo e gli chiede di portare un televisore mettendolo davanti alla parete di vetro, quindi avvia una videocassetta. Con sommo stupore Jack vede i Boston Red Sox vincere le World Series: mentre versa in uno stato confusionale per quanto ha appena visto Ben ripete che se lo aiuterà lui lo rimanderà a casa.

CuriositàModifica

GeneraleModifica

  • Questo episodio fu in origine creato per essere il terzo episodio della Terza stagione, ma fu sostituito con l'episodio Ulteriori istruzioni per ragioni sconosciute.
  • Il numero due viene mostrato sull'ascensore fuori la stanza di Jae Lee: esso potrebbe indicare il numero del piano o solamente il numero dell'ascensore.
  • Ben dice la data del giorno in cui è ambientata la puntata: il 29 Novembre 2004.
  • Ben dice di aver mandato Michael e Walt a casa e farà in modo che anche Jack possa andarci.
  • La morte di Colleen ha ricordato molto quella di Shannon.

Link Esterni Modifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale