FANDOM


  Teorie  | deutschenglishespañolfrançais日本語nederlandspolskiportuguêsРусский中文 


"Ognuno pensi per sé" è il quarto episodio della Terza stagione di Lost, e il 53esimo dell'intera serie. A causa del carattere ribelle di Sawyer, Ben e gli Altri creano un piano per tenerlo a bada. Alla spiaggia, nel frattempo, Desmond inizia a raccogliere alcuni oggetti per costruire qualcosa di misterioso.

TramaModifica

FlashbackModifica

3X04-SawyerJail

Sawyer in carcere

Sawyer, al centro di un ring, sta affrontando uno dei suoi compagni di detenzione: i due si trovano infatti in prigione. Dopo pochi minuti Sawyer ha la meglio sull’uomo o le mette ko. Poco più tardi, scendendo con il compagno verso la zona delle celle, Sawyer vede un gruppo di altri detentuti che sta picchiando un uomo. Il compagno di Sawyer gli racconta che l’uomo che gli altri stanno picchiando si chiama Munson e che è recentemente finito in carcere per aver rubato 10 milioni di dollari al governo. In quel momento sulla balconata compare il direttore del carcere, Harris, che invia le guardie a sedare il pestaggio. Qualche tempo dopo Munson sta lavorando in sartoria mentre Sawyer si occupa dei raccogliere i rifiuti: Sawyer si avvicina a Munson ed insinua che Harris gli abbia offerto quel trattamento di favore perché è interessato a mettere le mani sui soldi che si dice lui abbia rubato servendosi dei favori della complicità della stessa moglie di Munson. Munson sembra incerto ma non ammette di aver rubato quei soldi. Il discorso fra i due viene interrotto dall’arrivo di Harris che, infastidito dall’atteggiamento strafottente di Sawyer, lo minaccia di prolungare la sua detenzione in prigione: basta che lui gli offra il minimo pretesto. Al colmo dello sprezzo l’uomo butta poi per terra la mela che sta mangiando ed ordina a Sawyer di buttarla via: l’uomo, trattenendo a stento una reazione, obbedisce e si allontana.

Qualche giorno più tardi, durante l’orario delle visite, Sawyer osserva Munson parlare animatamente con sua moglie Lila: la donna cerca di convincere in tutti i modi il marito a dirle dove ha nascosto il bottino. Munson, accortosi che Sayer li sta osservando, tenta invano di nascondere il suo imbarazzo. In quel momento una donna, Cassidy, si siede al tavolo di Sawyer: l’uomo, sprezzante, tratta malamente la donna perché è stata lei a denunciarlo e quindi è a causa sua se ora lui si trova in prigione. Cassidy gli chiede come lui possa biasimarla per quello che ha fatto. Poi la donna mostra a a Sawyer la foto di una bambina, Clementine, e gli dice che quella è loro figlia. Lei e Clementine si sono trasferite ad Albuquerque: Cassidy chiede a Sawyer di scrivere una lettera per la figlia. Sawyer, furioso, dice alla donna che quella non può essere sua figlia perché lui non ha figlie e quindi non è disposto a scrivere alcuna lettera. Arrabbiato, l’uomo lascia il parlatorio.

Clementine

Clementine, la figlia di Sawyer

Qualche tempo dopo Munson raggiunge Sawyer e gli dice che ha bisogno di parlargli. Sawyer inizialmente rifiuta la richiesta dell’uomo perché impegnato a leggere un libro poi, incalzato dalle insistenze di Munson, accetta di prestargli ascolto. Munson confida a Sawyer di aver effettivamente rubato quei 10 milioni di dollari e di aver scoperto che sua moglie, d’accordo con Harris, ha ingaggiato un investigatore per trovare il loro nascondoglio. Munson chiede a Sawyer di aiutarlo a spostare i soldi prima che la moglie ed il direttore possano metterci sopra le mani. Sawyer rifiuta la porposta dell’uomo dicendo che si tratta di un affare troppo pericoloso. Munson, disperato, scongiura Sawyer di aiutarlo se non vuole che Harris si impossessi dei 10 milioni.

Più tardi Sawyer viene scortato da alcune guardie nella palestra del carcere: ad attenderlo ci sono Harris e due uomini in giacca e cravatta. Harris presenta a Sawyer l’agente Freedman del fisco: l’uomo chiede a Sawyer cosa lui abbia scoperto. Sawyer racconta agli uomini che il nascondiglio dei 10 milioni confidatogli da Munson è un’auto parcheggiata in un box nei pressi della 441. Sawyer fornisce all’uomo tutti gli indizi necessari ad identificare l’auto. Harris si congratula con l’uomo e gli dice che, come d’accordo, gli ultimi sei anni che doveva ancora scontare in prigione gli sono stati condonati e lui sarà libero un istante dopo che loro avranno controllato le informazioni che lui ha fornito. L’agente Freedman chiede a Sawyer dove vuole che gli vengano accreditati i soldi della sua ricompensa: Sawyer risponde che vuole che i soldi vengano depositati su un nuovo conto a nome di Clementine Phillips di Albuquerque. Sawyer specifica che in nessun modo la baneficiaria dovrà mai sapere da dove e da chi provengano quei soldi.

Sull’isolaModifica

Parafulmine

Il parafulmine costruito da Desmond

Desmond, assorto, osserva Claire che mette a dormire Aaron: l’uomo raggiunge la ragazza e le consiglia di spostarsi sulla spiaggia mentre lui metterà a posto il tetto della sua tenda che ha bisogno di riparazioni: Claire, sopresa per l’offerta, spiega che il tetto le sembra a posto e comunque lei ora non può spostarsi perché Aaron si è appena addormentato. Charlie si avvicina ai due ed afferma che se il tetto della tenda ha bisogno di riparazioni ci penserà lui. Desmond, perplesso, si scusa e si allontana. Charlie e Claire, sorpresi per l’offerta dell’uomo, lo osservano allontanarsi sulla spiaggia.

Poco più tardi Desmond vede Paulo giocare a golf sulla spiaggia: l’uomo sta scagliando dei frutti nell’oceano. Desmond chiede a Paulo se può prestargli una mazza da golf, ha già chiesto il permesso anche a Hurley: Paulo acconsente. Quando Paulo colpisce uno dei frutti con la mazza da golf Desmond gli consiglia di tenere più dritte le spalle: Paulo, sorpreso, gli dice che non sapeva che lui sapesse giocare a golf. Desmond mentre si allontana con la mazza da golf in mano gli risponde sorridendo che lui è scozzese.

Desmond costruisce una grossa struttura in legno vicino alla tentda di Claire e sistema la mazza da golf sulla sommità: poi collega un cavo metallico alla punta della costruzione e lo puntella nel terreno. L’uomo si avvicina poi ad un tavolo dove Hurley si sta preparando una macedonia: il ragazzo, fissando la sua costruzione, gli chiede se sia arte ma Desmond risponde che si tratta di un esperimento. Quando Hurley fa per allontanarsi Desmond gli consiglia di aspettare un minuto: improvvisamente scoppia un violento temporale ed il tetto della tenda di Claire cede lasciando la ragazza e Aaron sotto la pioggia. Charlie raggiunge Claire e la protegge dall’acqua. Un istante dopo un fulmine si abbatte sulla costruzione di Desmond spaventando tutti. Charlie, sorpreso e ancora sotto la pioggia, osserva perplesso ed incredulo Desmond che lo fissa intensamente.

Sull'isola dell’IdraModifica

Nella cella della Stazione Idra Jack sta guardando un cartone animato nel televisore che gli è stato lasciato al di là del muro trasparente: Juliet entra nella cella e gli porta un vassoio con la sua cena. Jack, innervosito per la sua prigionia, chiede alla donna quando gli verrà detto per quale motivo lui è stato portato lì. La donna gli risponde che non è ancora tempo che lui sappia certe cose. Jack ribatte che forse dovrebbe chiedere la cosa a Ben visto che sembra che sia lui a decidere ed ad essere a capo degli Altri. Quando Juliet risponde che Ben non è il loro capo e che loro prendono le decisioni insieme Jack ricorda alla donna di quando lui la tenne in ostaggio mentre tentava la fuga dall’Idra: a Ben sembrava non interessare particolarmente di lei o della sua sorte. Juliet, colpita, risponde a Jack dicendogli che lui non sa cosa sta dicendo. In quel momento Ben entra nella cella e chiede bruscamente a Juliet di uscire immediatamente perché le deve parlare. Quando la donna gli chiede di aspettare Ben ribatte che deve lei seguirlo immediatamente perché c’è stato un incidente che ha coinvolto una persona della spedizione. I due escono rapidamente dalla cella.

Nelle gabbie, intanto, Sawyer e Kate vengono raggiunti da Pickett e da altri uomini che intimano loro di uscire perché è arrivato il loro turno di lavoro: Sawyer si prende gioco di Pickett e del suo naso, fasciato dopo la loro zuffa. Prima che questi possa reagire la voce di uno dei suoi compagni lo chiama attraverso il suo walkie talkie. L’uomo spiega a Pickett che Colleen è rimasta gravemente ferita ed ora gli altri la stanno riportando all’Idra: in quel mentre Ben e Juliet raggiungono Pickett e si incontrano con Tom e gli altri membri della spedizione che trasportano Colleen, ferita e coperta di sangue, su una lettiga di fortuna. Il gruppo si allontana correndo verso la stazione. Sawyer, che ha osservato con attenzione la scena, commenta con Kate che quanto è successo a quella donna deve essere stato opera di qualcuno dei loro compagni perché gli Altri non si sparano a vicenda. Kate, osservando il sorriso di Sawyer, gli chiede come possa essere contento per quanto è successo; Sawyer ribatte affermando che quello sarà il loro biglietto per scappare.

Tom jason

Matthew si appresta a fare l’anestesia a Sawyer

Più tardi Sawyer storta il tubo che porta l’acqua nella sua gabbia ed attiva il marchingegno per la ricompensa. L’acqua che esce dal tubo scorre sul terreno e va a raccogliersi in una pozza appena fuori dalla porta della sua gabbia. Quando Kate gli chiede cosa stia facendo Sawyer le mostra che il pulsante dell’apparecchiatura, una volta premuto, emette delle scariche elettriche. L’uomo spiega a Kate che la prossima volta che Pickett andrà ad aprire la porta della sua cella e metterà i piedi nella pozzanghera lui lo afferrerà e premerà il pulsante scaricandogli addosso la scarica elettrostatica: l’uomo, preso alla sprovvista, cadrà a terra e lui gli prenderà le chiavi della cella e fuggirà. Pochi minuti dopo Ben compare e si avvicina alla porta della cella di Sawyer: Ben chiede a Sawyer quanto lui pesi e quanti anni abbia: Sawyer, sorpreso dalla domanda, ammette di pesare circa 80 Kg e di avere 35 anni. Quando Ben si avvicina alla porta della cella e mette i piedi nella pozzanghera Sawyer, cogliendo il momento, lo afferrasaldamente per un braccio e preme il pulsante. Nulla accade. Sorpreso Sawyer preme il pulsante più volte ma la scarica non si verifica. Ben, sorridendo, gli spiega che hanno tolto la corrente all’apparecchio. Poi, senza preavviso, colpisce violentemente Sawyer con un frustino, entra nella cella, lo scaglia contro le sbarre e lo colpisce con il piede facendogli perdere i sensi.

Sawyer riprende conoscenza sdraiato su un tavolo in una stanza dentro l’Idra: l’uomo è stato legato ad un tavolo ed è completamente immobilizzato. Tom, Ben ed altri uomini, Jason e Matthew, stanno discutendo del fatto che sono passati ormai alcuni giorni da quando il cielo è diventato viola e loro hanno perso tutte le comunicazioni. Quando Sawyer riprende conoscenza e chiede disperatamente perché sia stato legato ad un tavolo Jason gli mette in bocca un bastone per combattare il dolore che proverà e mostra minacciosamente una siringa. Immobilizzato e in preda al panico Sawyer inizia ad urlare chiedendo agli uomini cosa abbiano intenzione di fare. Jack, nella sua cella, sente le sue urla dall'interfono ma non può fare nulla se non restare in ascolto. Dopo aver tentennato un po’ Matthew pratica l'iniezione nel petto di Sawyer e l’uomo perde conoscenza.

Bunny1

Il Coniglio#8 nella gabbia dopo che Ben ne ha causato la morte

Quando Sawyer si risveglia con una benda sul petto Ben gli si avvicina portando con sé una piccola gabbia con all’interno un coniglio bianco che ha dipinto sulla schiena un numero 8. Improvvisamente Ben comincia a scuotere freneticamente la gabbia e ad urlare sempre più forte: il coniglio terrorizzato, in breve tempo si accascia nella gabbia riverso su un fianco e non si muove più. Quando Sawyer, spaventato, accusa Ben di aver ucciso un povero coniglietto Ben gli spiega che a quel coniglio era stato impiantato un pacemaker, lo stesso che è appena stato impiantato anche a lui, che era regolato per emettere una forte scarica elettrica qualora il numero delle pulsazione dell’animale avesse superato una certa soglia. Ben spiega a Sawyer che, in base al suo peso ed alla sua età, il suo pacemaker è stato regolato per emettere la scarica al di sopra di 140 battiti al minuto: se verrà superata quella soglia a causa di paura o di una forte emozione il cuore di Sawyer esploderà come quello del coniglio. Ben fornisce all’uomo un orologio che misura le sue pulsazioni cardiache cosicchè lui sappia quando arriverà in zona pericolosa: sopra i 125 battiti al minuto l’orologio comincerà a suonare. Sawyer, terrorizzato, è senza parole. Ben gli dice che spera che questo lo terrà tranquillo e lo minaccia dicendogli che se dirà a Kate di quanto è successo loro impianteranno una pacemaker anche a lei.

Sawyer viene riportato nella sua gabbia e a Kate vengono dati dei vestiti puliti. Quando i due sono rimasti soli Kate chiede a Sawyer cosa gli Altri gli abbiano fatto e dove l’abbiano portato: Sawyer risponde in maniera schiva dicendo che gli sono solo state rivolte delle domande, poi l’uomo chiede bruscamente a Kate di non chiedergli più oltre e di lasciarlo in pace. Kate, stupita, chiede a Sawyer di voltarsi perché si deve cambiare: Sawyer non può fare a meno di sbirciarla mentre lei si spoglia e poco dopo il suo orologio comincia a suonare. Kate, spaventata, gli domanda cosa sia quel rumore. Sawyer, arrabbiato, evita di rispondere direttamente e, fuorioso con se stesso, chiede alla ragazza di coprirsi. Per evitare che le pulsazioni salgano eccessivamente, alla fine, Sawyer afferra il secchio pieno d’acqua che gli era stato lasciato per lavarsi e se lo rovescia in testa. Poco più tardi Kate fa notare a Sawyer che le sbarre sul soffitto della sua gabbia sono più distanziate e quindi con tutte le probabilità lei potrebbe arrampicarsi fino in cima, scivolarvi attraverso e liberarsi. Con sua grande sorpresa Sawyer le dice di non fare stupidaggini: loro ora devono stare tranquilli e riflettere sul da farsi.

JackTransfer3x04

rightJack viene trasportato in sala operatoria

Jack, nella sua cella, sente dalle voci provenire dall’interfono: si tratta di due degli Altri che discutono sul fatto che forse non è stato prudente portare Kate e Sawyer all’Idra. In quel momento Juliet irrompe improvvisamente nella stanza con addosso un camice bianco sporco di sangue. Jack le chiede cosa abbiano fatto ai suoi amici ma la donna gli risponde che quel sangue non è loro ma di una donna del loro gruppo che sta morendo: Juliet supplica Jack di aiutarla a salvarle la vita. Poco dopo le sirene cominciano a suonare e Kate e Sawyer vedono passare di fronte alle loro gabbie Jack, incappucciato e scortato da Juliet e da altri uomini, in direzione di un’altra ala dell’Idra. Kate e Sawyer, felici di scoprire il loro amico vivo, lo chiamano a gran voce ma le sirene coprono le loro grida: ad un tratto sembra che la testa di Jack si volti impercettibilmente nella loro direzione ma presto l’uomo viene spinto nell’edificio.

Xray

Jack note alcune radiografie di una colonna vertebrale

Jack viene condotto in una sorta di spogliatoio vicino ad una sala operatoria. Ben dice ha Juliet che lei ha commesso un errore a coinvolgere Jack in quell’operazione ma Juliet ribatte che Jack è un medico e potrà aiutarli a salvare la vita di Colleen. Mentre Jack e Juliet si preparano all’intervento Jack nota con interesse una serie di radiografie di una colonna vertebrale appese davanti ad uno schermo luminoso. Juliet gli dice che quelle radiografie non sono della donna e lo spinge in sala operatoria. Pickett, accanto a Colleen distesa sul tavolo operatorio, non si fida di Jack e non vuole lasciare la moglie: l’uomo viene però spinto fuori dalla sala operatoria e riappare poco dopo, al di là di un vetro, assieme a Ben ed a Tom. Juliet e Jack cominciano l’operazione ma la donna sembra avere un’emorragia molto grave ed ha già perso molto sangue. Mentre Jack si adopera per tentare di tamponare la ferita la donna va in arresto cardiaco: Jack chiede a Juliet di passargli un defibrillatore ma la donna, sgomenta, ammette che il defibrillatore è guasto e che loro non erano pronti ad affrontare una situazione del genere. Jack comincia a fare il massaggio cardiaco a Colleen ma dopo una serie di inutili tentativi si rassegna al fatto che la donna sia morta. Pickett, sconvolto e furente, grida che sono stati i compagni di Jack ad ucciderla ed esce dalla stanza.

KateEscape3x04

Kate sguscia fuori dalla sua gabbia

Pickett si precipita all'esterno, alle gabbie, tira fuori Sawyer dalla gabbia e lo colpisce al volto sbattendolo contro la gabbia di Kate. Fuori di sé l’uomo sfoga la sua rabbia su Sawyer e lo colpisce ripetutamente: Sawyer non reagisce. Kate implora Pickett di smetterla ed allunga le braccia fuori dalla gabbia per cercare di proteggere Sawyer che ormai è ridotto ad una maschera di sangue. Pickett non le dà retta e continua a sfogare la sua rabbia. Kate, in lacrime e disperata, confessa allora di amare Sawyer e prega Pickett di lasciarlo stare. A questa notizia Pickett sembra calmarsi, si volta e si allontana. Più tardi Sawyer è nella sua cella e sta cercando di sciacquarsi la faccia dal sangue. Kate si arrampica su per la sua cella e scivola fuori dalle sbarre più larghe sul soffitto. Quando Sawyer le chiede cosa lei stia facendo Kate risponde che adesso lei lo tirerà fuori di lì e loro due scapperanno. Sawyer ribatte che non possono farlo ma Kate, arrivata a terra, raccoglie un sasso e comincia a colpire il lucchetto della cella di Sawyer. Sawyer cerca di fermarla ed in quel momento il suo orologio comincia a suonare. Kate, stupita dalla reazione dell’uomo, gli chiede cosa gli Altri lo abbiano fatto per renderlo così remissivo e per far sì che lui non si difendesse mentre Pickett lo picchiava. Sawyer per tutta risposta gli dice, se è vero che lo ama davvero, di scappare da sola, che ognuno deve pensare per sè. Kate gli risponde freddamente che ha detto di amarlo solo per far sì che Pickett smettesse di picchiarlo. Poi, con aria affranta, la ragazza rientra nella sua cella e dice a Sawyer che loro due scapperanno assieme perché si vive insieme e si muore da soli.

Nella sala dei video Ben e Tom osservano il dialogo fra Kate e Sawyer nelle gabbie. Tom dice a Ben che Pickett vuole uccidere Sawyer, ma l’uomo gli risponde che dovrà aspettare. Quando Tom chiede a Ben se vuole che riporti Jack nella sua cella Ben risponde di lasciarlo dove si trova ancora per un po’. Nella sala operatoria, intanto, Jack è stato ammanettato al tavolo su cui si trova il cadavere di Colleen. Juliet, ancora scossa, entra nella sala e dice a Jack che la sua specialità medica è quella degli studi per la fertilità e che non è abituata alla morte. Jack le dice che lei non avrebbe potuto far nulla più di quanto ha fatto; Juliet gli chiede se lui lo stia dicendo per farla stare meglio ma Jack ribatte che a lui non importa nulla di come lei si senta. Quando Juliet si avvicina per liberarlo dalle manette Jack le afferra un braccio e le chiede di chi siano le radiografie che ha visto nello spogliatoio. Jack suppone che si tratti della colonna vertebrale di un uomo di circa 40 anni e che ha notato un tumore maligno fra due vertebre. Jack chiede a Juliet se sia un caso che lui sia specializzato in chirurgia spinale e per salvare chi lui sia stato portato in quel luogo.

Isola2

Una vista dell'Isola dall'Isola dell'Idra mostrata da Ben a Sawyer

E’ quasi l’alba quando Sawyer viene svegliato da Ben: l’uomo gli dice di alzarsi e di seguirlo. Più tardi, mentre si sta arrampicando sul lato scosceso di un’alta collina assieme a Ben ed a due uomini armati Sawyer chiede a Ben cosa ci sia in cima alla collina: l’uomo risponde che vuole mostrargli qualcosa. Sawyer cita allora una parte del libro "Uomini e topi" ed ironizza sul fatto che a Ben quel libro sarebbe di sicuro piaciuto perché in esso si parla dell’uccisione di alcuni cuccioli. Durante l’arrampicata l’orologio di Sawyer comincia a suonare e l’uomo chiede a Ben se lui l’abbia portato lassù con il solo scopo di ucciderlo. Ben risponde dicendo a Sawyer che il suo cuore non scoppierà e che l’unica cosa che loro gli hanno messo dentro è il dubbio, nulla di più. Poi Ben tira fuori dalla borsa un coniglio bianco con un 8 dipinto sulla schiena, vivo e vegeto, e lo mostra a Sawyer: Ben gli dice che quel coniglio non è mai morto e che loro gli avevano solo dato un sedativo. Sawyer, sorpreso, gli chiede come lui possa essere sicuro che quel coniglio sia lo stesso di quello che aveva visto all’Idra e Ben gli risponde che lui non potrà mai averne l’assoluta certezza. Sawyer, furioso, colpisce Ben al volto: l’uomo ripresosi, gli dice che non l’ha portato lassù per mostrargli il coniglio e lo invita a seguirlo.

Arrivati in cima alla collina Sawyer resta a bocca aperta: di fronte a lui, distante parecchi chilometri, si trova un’altra isola. Ben gli conferma che quella che lui vede è l’Isola dove lui ed i suoi compagni hanno vissuto fino a pochi giorni prima, mentre invece lui, Kate e Jack ora si trovano su un’altra isola, piccola, poco distante dall’altra. Ben mostra tutto questo a Sawyer per provargli che loro non possono scappare da lì e che quindi è inutile che provino a farlo. Ben aggiunge che per ottenere il rispetto di un truffatore bisogna truffarlo e che Sawyer è indubbiamente molto abile nell’arte della truffa ma loro lo sono più di lui. L’uomo soggiunge che non è stata la minaccia del pacemaker che lo ha fatto rigare dritto quanto il fatto che loro gli abbiano detto che se non si fosse comportato bene ne avrebbero impiantato uno a Kate: Ben gli chiede quanto tempo ci vorrà ancora prima che lui riesca ad ammettere con se stesso di amare quella ragazza e gli dice che ogni uomo ha bisogno di qualcuno che gli stia accanto e non lo lasci solo. Quando Sawyer gli chiede cosa intenda dire con quella frase Ben risponde che l’ha tratta dal libro “Uomini e Topi” e si stupisce che Sawyer non la ricordi. Poi Ben dice a Sawyer che è tempo di tornare in cella e si dirige verso il declivio: Sawyer, deluso e sovrappensiero, lo segue.

Curiosità Modifica

Generale Modifica

  • Tom e Ben affermano che sono trascorsi due giorni da quando il cielo è diventato viola e le comunicazioni si sono interrotte. E' la seconda volta che sentiamo riferimenti a quell'accaduto (la prima fu da parte di Hurley nell'episodio "Ulteriori istruzioni")
  • E' il secondo episodio ad avere per titolo una frase detta da Jack ne "Il coniglio bianco": "Se non riusciamo a vivere insieme, moriremo soli."
  • Jack ascolta delle voci tramite l'interfono per 2 volte:
    • Le urla di Sawyer
    • Una conversazione degli Altri
  • Nella scena dell'iniezione a Sawyer, Jason spiega a Matthew che l'ago dovrà trapassare lo sterno dell'uomo affermando: "...no devi trapassare lo sterno!...Lo sterno...come nel film". In seguito Matthew conterà fino a tre e poi praticherà l'iniezione. Con le parole "...come nel film" Jason si potrebbe riferire a Pulp Fiction dove i personaggi Lance e Vincent sono alle prese con un'iniezione sternale di adrenalina al cuore di Mia che si trova in uno stato di overdose.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale