Fandom

Lostpedia Italia

Orientamento

1 852pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi

Nota: Questa pagina è riferita all'episodio "Orientamento" della Seconda stagione. Per i filmati d'orientamento guarda Filmati d'orientamento.

"Orientamento" è il terzo episodio della Seconda stagione di Lost, e il 28esimo dell'intera serie.Michael, Sawyer e Jin vengono catturati da un gruppo di persone che sembrano far parte degli Altri. Alla botola, mentre Desmond cerca di riparare il computer, Jack e Locke scoprono qualcosa in più sul bunker.

TramaModifica

FlashbackModifica

Locke partecipa a un gruppo di supporto per controllare la rabbia: durante la discussione una donna si lamenta che sua madre le ha rubato 30 dollari dalla borsetta e questo provoca le risate di John. Quando la moderatrice del gruppo chiede a Locke perché lui abbia riso, Locke le spiega che 30 dollari non sono abbastanza per poter sconvolgere uno come lui. Per dimostrare cosa conti realmente, poi, John esplode raccontando il tradimento perpetrato ai suoi danni da parte di suo padre per potere ottenere un suo rene. In seguito, al termine dell’incontro, John viene avvicinato da un’altra partecipante al gruppo, Helen, che scherzosamente flirta con lui e lo ringrazia per aver finalmente detto quello che lei aveva sempre pensato e voluto dire.

Tempo dopo, nel suo appartamento, Helen si sveglia e scopre John che si sta rivestendo per andarsene dopo quella che sembra essere stata una notte d’amore: John le confessa come lui si trovi a disagio nel dormire in letti altrui ma la rassicura dicendole che la chiamerà presto. Il mattino seguente Locke è appostato in macchina davanti alla casa di suo padre e sta bevendosi un caffè. Anthony Cooper apre improvvisamente la portiera dell’auto e si siede sul sedile a fianco a quello di John: Anthony dice al figlio di aver notato come lui si apposti spesso fuori da casa sua, anche dopo il trasloco resosi necessario proprio per evitare quella persecuzione, e che lui deve finirla immediatamente perché la cosa lo sta molto infastidendo. John deve imparare ad accettare di essere stato raggirato ed andare avanti per la sua strada Anthony conclude quindi dicendo a John che non vuole mai più vederlo lì fuori perché non è il benvenuto; poi l’uomo se ne va e John scoppia in lacrime.

2x03 locke helen.jpg

John ed Helen al ristorante

Ad una cena Helen regala a John una copia delle chiavi della propria abitazione. La donna confessa poi a Locke che in una delle sere in cui lui se ne era andato da casa sua lei l’aveva seguito e l’aveva visto appostarsi fuori da una villa che sospetta essere quella di Anthony Cooper. Helen dice a John che potrà usare le sue chiavi solo se le prometterà che smetterà di andare ad appostarsi sotto casa del padre. John dice alla donna di restare fuori da quella faccenda perché si tratta di questioni private. Helen ribatte che loro due devono aiutarsi a vicenda a superare le loro difficoltà: lei è disposta ad aiutarlo solo se lui le darà la sua parola che non andrà più fuori dalla casa del padre. Mentre John accetta e si mette in tasca le chiavi, i due si baciano.

Una notte John, accanto a Helen, non riesce a dormire. Mentre è in bagno a rinfrescarsi il viso vede la cicatrice che gli è rimasta sulla schiena nel punto in cui gli hanno estratto il rene: infastidito da quella vista John si veste e si reca in auto fin fuori dal cancello della casa del padre. Pochi istanti dopo però Helen, che ha deciso di seguirlo, lo raggiunge e lo affronta: prende le chiavi dell’auto dalle mani di John e le getta oltre il cancello, poi spiega all’uomo che suo padre non uscirà mai di casa perché non è interessato a lui. Aggiunge inoltre di credere che John sia spaventato per il futuro: se lui infatti continuerà a pensare a quello che suo padre gli ha fatto non riuscirà mai a superare quanto è successo e non potrà mai affrontare la sua relazione con lei. Helen dice infine a John che ora lui deve scegliere tra lui e lei. Quando Locke le confessa che la situazione non è così semplice Helen gli risponde che nessuno sa cosa aspettarsi dal futuro e proprio per questo lui ora deve compiere un atto di fede e fidarsi di lei. Poi la donna porge a Locke la mano ed i due si abbracciano.

Sull’IsolaModifica

All’interno della botola il confronto tra Jack, Desmond e Locke continua senza che nessuno riesca ad uscire dalla situazione di stallo. Approfittando di quella circostanza Kate riesce a strisciare fino ad un'altra uscita del condotto di ventilazione ed a scendere in quella che sembra essere un’armeria: la ragazza prende quindi un fucile dalla rastrelliera e lo carica. Con grande cautela Kate si dirige poi alle spalle di Desmond e riesce a stordirlo colpendolo alla nuca con il calcio del fucile. Mentre Desmond cade un colpo parte dalla sua pistola. Jack si avvicina a Desmond, a terra, e si appresta a legarlo: in quell’istante Desmond si rende conto che il colpo di pistola ha colpito il computer e lo ha seriamente danneggiato: l’uomo, terrorizzato, afferma che, proprio a causa di quanto è successo, ora loro sono destinati a morire tutti. Dopo aver parecchio insistito Desmond riesce a convincere Jack a lasciarlo alzare affermando che lui deve assolutamente riparare quel computer prima che sia troppo tardi. Mentre i due discutono, inoltre, Desmond ricorda di aver già visto Jack in passato e questa notizia lascia Kate e Locke allibiti.

Ori2.jpg

Desmond cerca di riparare il computer

Mentre Desmond comincia ad aggirarsi per le stanze del bunker alla ricerca di alcuni pezzi di ricambio, Locke ordina a Kate di andare a chiamare Sayid per riparare il computer: la ragazza acconsente subito e, su consiglio dello stesso Desmond, esce dal bunker passando da una più accessibile e mimetizzata uscita posteriore. Quando Desmond trova tutti i ricambi di cui ha bisogno si appresta ad iniziare le riparazioni del computer. Jack prima però vuole delle spiegazioni.

Dietro la sua continua insistenza Desmond racconta che, tre anni prima, lui stava affrontando una traversata in barca attorno al mondo quando fece naufragio sull’Isola. Venne salvato da un uomo di nome Kelvin che lo portò lì alla stazione e lo convinse ad aiutarlo nel suo compito solitario: inserire una serie di numeri su un computer e premere il tasto EXECUTE ogni 108 minuti prima che il timer raggiungesse lo zero. In caso contrario il mondo sarebbe finito. Dopo la morte di Kelvin, poi, Desmond lo sostituì in quel compito. Jack è molto scettico sulla veridicità della storia mentre Locke sembra credere al racconto anche perché quella è l'unica storia che loro hanno. Udendo le perplessità dei due Desmond consiglia ad entrambi di dare un’occhiata ad un filmato che lui ha nascosto dietro il libro "Il Giro di Vite" in biblioteca. John trova il libro ed il filmato a cui si riferiva Desmond: sulla scatola del filmato c’è scritto "ORIENTAMENTO".

Intanto, sulla spiaggia, Hurley sta giocando con Vincent: il ragazzo, rivolgendosi a Sayid, afferma che dopo tutte le vicissitudini passate lui è sorpreso di aver superato la notte ma allo stesso tempo è contento che tutto sia tornato normale; in quel mentre Kate arriva e reclama l'aiuto di Sayid e chiede all’uomo di seguirla immediatamente. Mentre racconta a Jack come si svolti i fatti prima del sua arrivo nel bunker, Locke monta il filmato su un proiettore. Il dottore giudica assurdo il racconto di Desmond sulla fine del mondo, ma John ribatte che Jack sembra molto più agitato dal fatto che Desmond abbia affermato di conoscerlo: quel particolare sì che sarebbe impossibile.

Swan orientation.jpg

L'inizio del filmato di orientamento della stazione Cigno

Quando il filmato inizia sullo schermo appare un personaggio vestito in bianco che risponde al nome di Dr. Marvin Candle: questi dà il benvenuto agli occupanti del locale sotterraneo che chiama "Stazione 3" o "Cigno". L’uomo prosegue poi descrivendo un progetto chiamato Dharma basato apparentemente su esperimenti psicologici, zoologici e fisici fatti da un gruppo di ricerca finanziato dalla Hanso Foundation, proprietà di un certo Alvar Hanso. Il filmato spiega che quella stazione era inizialmente adibita a laboratorio ma, a causa di un incidente avvenuto poco dopo l’inizio del progetto, il compito dei due occupanti del Cigno è diventato quello di immettere, a turni alterni ed ogni 108 minuti, un codice numerico in un computer per 540 giorni fino all'arrivo dei loro sostituti. Quando la proiezione finisce John propone di rivederla subito. Mentre John si appresta a riavvolgere il filmato, Jack, in completo disaccordo, si allontana.

Jack si avvicina a Desmond e l’uomo, mentre lavora, gli racconta che lui non ha mai avuto tempo di uscire dal bunker e che, per quel motivo, non si è accorto dell'incidente aereo e del loro arrivo sull'Isola. Jack afferma che secondo lui il compito a cui lui è stato sottoposto fin ad allora, la pressione del pulsante, non sia stato nient'altro che un esperimento psicologico. Quando chiede a Desmond se lui abbia mai pensato a quella possibilità, questi risponde che l’ha fatto ogni singolo giorno. Desmond aggiunge però che si è reso conto di alcuni strani effetti elettromagnetici legati a qualcosa che si trova al di là del muro del bunker che è stato rinforzato con le travi.

Desmond prova ora ad riaccendere il computer appena riparato, ma qualcosa va in corto circuito e nel locale salta la luce. A quel punto Desmond cade completamente nel panico, prende la sua roba e scappa di corsa dalla stazione, incurante delle parole di John che gli intimano di fermarsi. Anche Jack, dopo aver posato lo sguardo su una foto che ritrae Desmond in compagnia di una ragazza, abbandona la stazione ed insegue il fuggitivo, lasciando Locke da solo nella Stazione Cigno. Locke si avvicina al computer e, disperandosi perché non sa come aggiustare il computer, grida che non era così che doveva andare ed implora l’Isola di mostrargli quello che vuole che lui faccia. Poco istanti dopo Kate, Sayid e Hurley giungono nella Stazione Cigno. Sayid si mette subito al lavoro ed ordina ai compagni di cercare il pannello elettrico e riattivare la corrente. Mentre aiuta Kate a cercare il quadro generale della stazione Hurley trova la dispensa e resta senza parole alla vista di tutte le leccornie contenute in essa.

Ori4.jpg

Sayid riesce a riparare il computer

Nel frattempo Jack riesce a raggiungere Desmond nella giungla e gli punta contro la pistola intimandogli di fermarsi. Desmond fornisce a Jack i numeri da inserire nel computer, ma Jack non è interessato a quello. Il medico chiede invece all’uomo dove lui stia correndo. Questa domanda riporta alla memoria di Desmond la conversazione avuta con Jack anni prima allo stadio, a Los Angeles. Quando Desmond però chiede a Jack notizie sulla paziente che lui diceva di aver deluso Jack risponde che quella questione non è importante; poi, dopo le molte insistenze di Desmond, gli grida che lui ha sposato quello donna. Dalla reazione dell’uomo Desmond intuisce che i due non stanno più insieme. Jack abbassa quindi l’arma e comincia a piangere; Desmond, approfittando di quella debolezza, saluta Jack e si allontana velocemente. Alla Stazione Cigno, intanto, Kate ha trovato il quadro generale ed acceso la luce: Sayid inizia le riparazioni senza fare troppe domande, avendo intuito la gravità della situazione. Il tempo indicato dal timer continua a scorrere ed ormai è molto ridotto.

Sayid riesce con successo a riparare il computer: Locke inizia subito ad inserire i numeri e li scandisce ad alta voce: quando Hurley sente i numeri, scongiura Locke di non usarli, ma poi smette di protestare quando vede che John ha inserito un numero sbagliato. Proprio mentre John sta per premere il pulsante, Jack arriva alle sue spalle e, correggendolo, gli indica il numero da inserire. Locke, però, a quel punto si rifiuta di premere il pulsante e dice a Jack che dovrebbe essere lui a farlo, dato che, come dice il filmato, devono essere in due ad alternarsi e lui ha bisogno del suo appoggio: Jack, però, si rifiuta. Mentre il timer scandisce l’ultimo minuto ed un allarme comincia a suonare i due uomini hanno un scontro: Locke chiede a Jack perché gli sia così difficile credere e Jack chiede a John, di rimando, perché invece per lui sia così facile farlo. Locke afferma che non è mai stato facile credere ma che ora lui deve compiere un atto di fede. Con pochi secondi ancora a disposizione Jack preme finalmente il pulsante ed il timer viene resettato a 108 minuti. Locke, soddisfatto, afferma che sarà lui stesso a fare il primo turno al computer.

Sull'altro lato dell’isolaModifica

Normal orientation09.jpg

Jin, Sawyer e Michael raggiunti dai presunti Altri

Sulla spiaggia sull'altro lato dell’Isola Michael, Sawyer e Jin vengono raggiunti dal gruppo di cinque persone: i tre sono attaccati e colpiti violentemente da uno di loro e poi catturati. Gli abitanti della spiaggia, alcuni dei quali sono in abiti civili, trascinano i tre prigionieri nella giungla e li buttano in una buca coperta da sbarre fatte di bambù. Jin non riesce a spiegare chiaramente cosa gli sia successo prima che Michael e Sawyer lo trovassero sulla spiaggia: l’uomo infatti, oltre ad aver problemi con la lingua, riesce a far capire ai suoi compagni che era stato bendato dai suoi assalitori. I tre allora cominciano ad analizzare la prigione in cui si trovano: Sawyer, sollevato dagli altri due, cerca di sciogliere la corda che lega le sbarre sulla loro testa, ma l’uomo di colore che li aveva storditi poco prima, interviene e lo rispedisce a terra ferendolo con una lama alla spalla già menomata. Poi lo stesso uomo solleva la grata e butta nella buca un’altra prigioniera ferita, infine richiude l’apertura e si allontana.

Ana1.jpg

Ana Lucia, un'altra prigioniera

Quando la ragazza si sveglia domanda ai tre compagni di sventura chi siano loro e da dove arrivino. I tre le raccontano che viaggiavano sul volo Oceanic 815 quando, a causa di un incidente, l’aereo è precipitato sull’Isola. La ragazza, senza parole, afferma che anche lei si trovava sullo stesso volo ma aveva il sedile nella sezione di coda: quando è avvenuto l’incidente la sezione di coda si era staccata dalla sezione centrale ed era precipitata in un'altra parte dell’isola, quella in cui loro ora si trovano. La ragazza, che dice di chiamarsi Ana Lucia, afferma di essere sopravvissuta da sola per tutti questi giorni finché non è stata catturata, proprio come loro.

Sawyer mostra ad Ana Lucia la pistola che è riuscito a portare con sé e la informa che ha intenzione abbattere l’uomo di colore, la prossima volta che questi aprirà la grata, e di scappare. Ana-Lucia deride il piano del "finto morto" proposto da Sawyer: chiede invece all’uomo perché se aveva una pistola non l’abbia usata prima. Sawyer si innervosisce per quella affermazione e, mentre Michael tenta di calmarlo, Ana Lucia agisce velocemente, colpisce Sawyer e riesce ad impossessarsi dell'arma. Poi, mentre punta la pistola sui tre uomini intimando loro di non muoversi, chiama la guardia: questi getta una corda all’interno della fossa e tira fuori Ana Lucia. L'uomo chiede alla ragazza se è riuscita ad ottenere un po' di informazioni dai prigionieri ed a questo punto i tre capiscono di essere stati ingannati.

CuriositàModifica

Note di produzioneModifica

Tematiche ricorrentiModifica


Tematiche ricorrenti in Lost
AnimaliBianco e neroIncidenti stradaliConnessioni tra i personaggiBambiniOcchiFato contro libero arbitrioBuoni e cattiviPrigioniaIsolamentoVita e morteParti del corpo mancantiSoprannomiI NumeriProblemi familiariGravidanzeGiustapposizioniPioggiaRinascitaRedenzioneRelazioniSacrificioSegretiSogniTempoTruffe e inganni
  • La madre di Francine le ruba dei soldi per comprarsi da bere. (Alcool). (Problemi familiari)
  • Jin, Michael e Sawyer sono catturati e gettati in una fossa da degli assalitori sconosciuti. (Prigionia)
  • Il logo del Cigno è bianco e nero, come il timer per il conto alla rovescia. (Bianco e nero)
  • Locke mente ad Helen per andare ad appostarsi fuori dalla casa di suo padre. (Truffe e inganni); (Segreti)
  • Dopo essersi appostato varie volte davanti a casa del padre, Locke si confronta con lui parlandogli del suo tradimento. Anthony Cooper gli intima di non farsi più vedere perché non è il benvenuto. (Problemi familiari)
  • Desmond racconta a Jack ed a Locke di Kelvin e di come lui gli avesse spiegato che stava salvando il mondo. (Salvezza)
  • Il filmato d'orientamento mostra gli scopi della Stazione Cigno (ricerche di zoologia e psicologia) e accenna all’esistenza di una fonte elettromagnetica sull’Isola. (Elettromagnetismo), (Animali), (Psicologia)
  • Il filmato, inoltre, cita per la prima volta nella serie il "Progetto Dharma" e la "Hanso Foundation". (Progetto Dharma), (Hanso Foundation)
  • Il narratore del filmato, il Dr. Marvin Candle, sembra avere una protesi ad un braccio. (Amputazioni)
  • Jack suggerisce a Desmond che la Stazione Cigno sia solo un esperimento psicologico. (Psicologia)
  • Il turno all'interno della stazione, come dice il filmato, è di giorni 540 = 108 x 5. (I numeri)
  • L'allarme inizia a suonare a 4 minuti dal termine del conto alla rovescia sul timer. (I numeri)
  • E' ripetuto spesso che nella vita c'è bisogno di "un atto di fede". (Religione)
  • Nel flashback Helen dice a John che non deve rimanere solo per forza. Sull’Isola Jack lascia l’uomo da solo nella stazione ed infine è lo stesso John che si rifiuta di eseguire la procedura di premere il pulsante da solo. Anche Desmond afferma di aver vissuto da solo nella stazione dopo la morte di Kelvin; da ultima Ana Lucia racconta, mentendo, di essere stata da sola sull'Isola fino alla sua cattura. (Isolamento)
  • Desmond si ricorda di aver già conosciuto Jack allo stadio a Los Angeles. (Coincidenze)
  • Per la seconda volta Desmond dice a Jack che si rivedranno in un’altra vita. (Vita e morte)
  • Ana Lucia fa credere a Sawyer, Michael e Jin di essere una prigioniera come loro solo per carpire delle informazioni. (Truffe e inganni)

Altri riferimenti ai numeriModifica

  • Desmond dice a Jack che passati 15 minuti scoprirà se ha lui ragione o meno sulla pressione del pulsante.

Analisi della tramaModifica

Riferimenti culturaliModifica

  • "Howdy Doody". Nella versione in lingua originale, quando sta progettando la sua fuga dalla fossa, Sawyer afferma che Mr. Eko rimarrà di stucco come "Howdy Doody", una marionetta di un ragazzo lentigginoso dell'omonimo programma televisivo per bambini, in onda dal 1947 al 1960 negli Stati Uniti.
  • "Shaft il detective". Sempre nella versione in lingua originale, Sawyer chiama Mr. Eko: "Shaft", il personaggio principale dell'omonimo "blaxploitation" film, che racconta la storia di un detective privato nero, John Shaft; una sorta risposta di afro-americana di James Bond.
  • "Guerre Stellari". Sawyer chiama Jin con l'appellativo di "Chewbecca". Chewbecca è un personaggio di questa epica saga, che parla una lingua tutta sua, capibile solo ai pochi.
  • La botola contiene diversi libri sul genere "Mystery".


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale