FANDOM


  Teorie  | deutschenglishespañolfrançais日本語nederlandspolskiportuguêsРусский中文 


"Straniero in terra straniera" è il nono episodio della Terza stagione di Lost, e il 58esimo dell'intera serie. Jack scopre che Juliet deve essere giudicata per quello che ha fatto, mentre la ferita di Ben comincia ad infettarsi. Nel frattempo Sawyer, Kate e Karl approdano sull’Isola.

TramaModifica

FlashbackModifica

Aquilone.jpg

Jack e Achara fanno volare l'aquilone

Jack si trova in vacanza a Phuket, in Thailandia: uscito sulla spiaggia tenendo un involto sotto il braccio Jack incontra un ragazzo che gli vede due bottigliette di Coca Cola. Jack srotola poi l’involto e lo distende sulla sabbia: si tratta di un aquilone. Jack comincia a montare l’aquilone ma presto si accorge di non essere capace. Una ragazza, poco lontanta sulla spiaggia, lo osserva e sorride. Jack sorride di rimando e la ragazza si avvicina e comincia ad aiutarlo a montare l’aquilone. Una volta montato l’aquilone la ragazza lo solleva e Jack tiene il filo: approfittando del vento favorevole l’aquilone decolla dalle mani della ragazza e si libera in aria. I due sorridono felici e cominciano a giocare. La ragazza dice a Jack di chiamarsi Achara: Jack dice alla ragazza il suo nome ed i due fanno conoscenza.

Più tardi, a cena, Achara porta Jack a mangiare in un ristorante locale. Jack assaggia lo strano cibo che gli viene offerto ed il cameriere, Chet, fratello di Achara, gli fa i complimenti per il suo coraggio. Achara chiede a Jack come mai lui non sappia far volare gli aquiloni. Jack ribatte che non è mai stato capace di farlo perchè suo papà aveva sempre troppo da fare che portarlo a far volare gli aquiloni: Achara risponde che a lei non interessa parlare del padre di Jack. Un uomo entra in quel momento nel locale, saluta Achara e le consegna una busta voluminosa. La ragazza ringrazia l’uomo e nasconde rapidamente la busta nella sua borsa: in risposta allo sguardo interrogativo di Jack Achara risponde di avere un dono. Jack afferma che deve essere un dono eccezionale.

3X09 JackAcharaSex.jpg

Jack e Achara in un momento di intimità

Una notte, mentre Jack sta dormendo nel suo letto, Achara lo raggiunge, si spoglia ed entra nel letto accanto a lui. I due si baciano con passione. Achara chiede a Jack se lui voglia chiederle qualcosa. Jack ribatte che vorrebbe conoscerla un po’ meglio ma lei non si lascia conoscere. Achara risponde che ci sono cose della sua gente che Jack non potrà mai capire. Jack le chiede se il suo dono fa parte di quelle cose e Achara risponde affermativamente. Mentre i due continuano a baciarsi Achara sussurra a Jack di non farle più domande e di divertirsi assieme e basta. Jack acconsente.

Qualche sera dopo Jack sta camminando per le vie di Phuket quando vede Achara incamminarsi verso un vicolo buio. Incuriosito Jack la segue di nascosta e viene condotta fino in una stanza con molte candele accese. Achara esce da una porta e gli dice che lui non avrebbe dovuto seguirla nel posto in cui lei lavora. Jack nota alcune foto di tatuaggi sulle pareti della stanza e chiede ad Achara se lei sia una tatuatrice. Achara risponde che lei ha il dono di sapere vedere cosa sono le persone e di imprimere nei tatuaggi la loro essenza. Jack le chiede se lei riesce a vedere cosa è lui: la donna risponde affermativamente e dice a Jack che lui è un leader ed un uomo forte ma questo lo rende solo ed impaurito. Jack chiede ad Achara di fargli un tatuaggio che lo definisca. La ragazza rifiuta di farlo perchè lui è uno straniero ed a lei non è consentito tatuarlo: la sua gente non capirebbe. Jack insiste e si toglie la maglietta presentandole un braccio. Achara, pur contro la sua volontà, si appresta a tatuargli il braccio.

Chet tatoo.jpg

Chet scopre il tatuaggio di Jack

Qualche giorno dopo Jack è di nuovo sulla spiaggia: vedendo il ragazzo delle bibite Jack gli chiede due Coca Cola ma il ragazzo scappa spaventato. Jack, incredulo, si volta e vede un gruppo di ragazzi che gli si avvicina minacciosamente: Jack, riconoscendo Chet, lo saluta. Il ragazzo, non degnandolo di uno sguardo, gli solleva la manica della camicia ed osserva i tatuaggi sul braccio. Poi, senza il minimo preavviso, colpisce Jack con un pugno. I suoi compagni scattano in avanti e cominciano a colpire Jack senza pietà, a turno, fino a lasciarlo sanguinante sulla sabbia. Alla fine il fratello di Achara solleva Jack per il bavero della camicia e gli grida di andarsene da lì e di lasciare il loro paese. Poi, assieme agli altri, si allontana. Jack solleva lo sguardo e nota, in fondo alla spiaggia Achara che lo guarda piangendo. Poi, voltandosi, la ragazza si allontana sulla sabbia.

Sull’isolaModifica

3X09 KateKarlCanoe.jpg

Karl e Kate sulla canoa

Sulla canoa Sawyer e Kate stanno remando verso l’Isola mentre Sawyer canta una canzone. D’un tratto Kate interrompe Sawyer e gli dice che devono tornare indietro per salvare Jack. Sawyer, sorpreso, le dice che non posso tornare indietro: è stato lo stesso Jack a far loro promettere di non tornare a cercarlo e comunque, se lo facessero, Ben chissà cosa farebbe loro. Karl, risvegliatosi, assicura loro che Ben non esiterebbe ad ucciderli se loro facessero ritorno sull’Isola dell’Idra. Sentite queste parole Kate si rassegna.

Arrivati a breve distanza dall’Isola Sawyer propone di attraccare. Kate ribatte che sarebbe meglio continuare a navigare costeggiando tutta l’isola in modo da arrivare fin sulla spiaggia ma Sawyer risponde che non hanno cibo né acqua e che lui non sa navigare di notte: la cosa migliore che possono fare è quindi scendere a riva e preparare un campo per la notte. Kate, pur se contrvoglia, acconsente. Una volta sbarcati ed acceso un fuoco Kate si dimostra molto fredda con Sawyer. Karl dice ai due che non dovrebbero litigare ma piuttosto ringraziare di essere ancora vivi. Kate chiede a Karl se gli Altri vivano sull’Isola dell’Idra: il ragazzo risponde negativamente ed aggiunge che l’Isola dell’Idra è solo il posto su cui vanno a lavorare su dei “progetti”. Loro vivono proprio sull’isola su cui si trovano in quel momento. Kate chiede cosa gli Altri abbiano fatto alle persone che hanno rapito: Karl risponde che hanno dato a quelle persone una vita migliore di quella che avevano prima. Pensieroso Karl osserva le stelle e ricorda di quando lui ed Alex si sdraiavano in giardino e davano i nomi alle costellazioni.

Karl Sawyer.jpg

Karl e Sawyer parlano di donne

Il mattino seguente Kate si sveglia e nota che Karl è scomparso: la ragazza sveglia Sawyer ed i due cominciano a cercare il ragazzo. Sentendo qualcuno che piange Sawyer si offre di andare a vedere come sta il ragazzo e si inoltra fra le frasche. Trovato il ragazzo che piange Sawyer lo colpisce con un pugno sulla spalla e, di fronte allo sguardo sorpreso di Karl, gli spiega che l’ha fatto per farlo diventare un vero cow-boy. Poi Sawyer, in un momento di comprensione, dice a Karl che lui è stato con molte ragazze e che alcune di esse sono state speciali al punto tale che con loro ha dato i nomi alle costellazioni. Sawyer chiede a Karl se è innamorato di Alex ed il ragazzo risponde che lui la ama più di ogni altra cosa al mondo. Sawyer allora consiglia al ragazzo di tornare nel posto in cui gli Altri abitano e di andarsi a riprendere Alex. Karl ribatte che se lui tornasse dagli Altri loro lo ucciderebbero: Sawyer, mentre si allontana, soggiunge che almeno ne sarà valsa la pena. Sawyer raggiunge Kate e le dice che ora devono andare: ha lasciato andare Karl. Kate lo rimprovera perché Karl avrebbe potuto condurli al villaggio degli Altri ma Sawyer le fa notare che Karl era un bersaglio e loro sarebbero stati in pericolo se fossero rimasti ancora con lui. Kate, arrabbiata, risponde malamente. Sawyer le dice che non deve sentirsi in colpa per quello che è successo fra loro due e per aver tradito il dottore: Sawyer sa bene che lei ha fatto quello che ha fatto solo perché era sicura che Sawyer sarebbe morto da lì a poco. Kate, in lacrime perché lacerata interiormente, si incammina verso la giungla.

Sull'isola dell’IdraModifica

3X09 JackTomCell.jpg

Tom sposta Jack dalla sua cella

Tom entra nella cella di Jack e gli dice di alzarsi perché devono trasferirlo da un’altra parte. Jack, sorridendo, commenta che ora che lui ha salvato la vita a Ben loro non hanno più bisogno di lui e quindi si stanno preparando ad ucciderlo. Sorpreso Tom gli chiede che genere di persone lui crede che loro siano. Jack risponde che gli Altri sono persone che uccidono, impiccano e rapiscono bambini. Tom ribatte che lui non può giudicare il loro comportamento perché non sa a quale fine loro stiano agendo. Due guardie entrano nella cella ed ammanettano Jack trasportandolo poi fuori. Mentre cammina nei corridoi Jack incrocia Juliet, anch’essa ammanettata, e nota che la donna viene rinchiusa in quella che prima era la sua cella. Una donna bionda, che scorta Juliet, lo osserva con attenzione.

Più tardi, dopo essere stato rinchiuso nella gabbia dove stava Sawyer, Jack viene raggiunto da Tom che gli porta un sandwich. Jack chiede a Tom chi fosse la donna bionda che hanno incrociato nei corridoi e perché scortasse Juliet. Tom commenta che la donna potrebbe essere definita “lo sceriffo” e che era con Juliet perché Juliet si è cacciata in un brutto guaio. Quando Tom chiede a Jack cosa ne pensi del fatto che i suoi compagni se ne siano andati senza voltarsi indietro e senza tentare di salvarlo Jack, pensieroso, tronca il discorso ed addenta il suo panino. Quella notte Jack cerca invano di far funzionare l’apparecchio di distribuzione del cibo dentro la sua gabbia. Improvvisamente Juliet viene scortata all’esterno della sua gabbia: la donna gli dice che è andata a visitare Ben ed ha visto che l’uomo ha qualche linea di febbre. Juliet mostra a Jack una foto dei punti di sutura sulla schiena e commenta che secondo lei si stanno infettando. Quando Jack risponde che è della stessa opinione Juliet li chiede di andare a medicare Ben. Jack, incredulo, le chiede se lei gli stia chiedendo di fare a Ben un ennesimo favore perché spera che lui la possa ricondurre a casa. Juliet ribatte che non è quello il vero motivo: ora lei si trova nei guai perché ha ucciso un uomo ed ha bisogno che Ben la aiuti ad uscirne. Jack, colpito, ribatte che lui non ha intenzione di aiutare nessuno, né lei né Ben. La donna, delusa, viene scortata di nuovo all’interno della Stazione Idra.

Isabel-tom-jack.jpg

Isabel interroga Jack

Più tardi Jack si accorge che la donna bionda è appena fuori dalla gabbia e lo sta osservando: la donna recita alcune frasi in cinese e spiega che ha appena letto il significato dei tatuaggi che Jack ha sul braccio. La donna chiede a Jack se lui conosca il significato dei tatuaggi e, quando Jack risponde affermativamente, lei commenta che il cinese è una lingua molto complicata e quindi la scritta può essere interpretata con una serie di diverse sfumature. Quando Jack, seccato, risponde di conoscere perfettamente quello che c’è scritto sul tatuaggio la donna, che si presenta come Isabel gli chiede di seguirlo perché vuole porgli alcune domande. All’interno della stazione i due incrociano Alex ed Isabel le consiglia di andare a trovare suo padre. Poi la donna conduce Jack in una stanza dove sono già presenti Juliet, ammanettata ad una sedia, e Tom. Isabel spiega a Jack che sta indagando su un incidente e vuole l’aiuto di Jack per chiarire alcune incongruenze. Isabel chiede a Jack se è vero che, come lui stesso ha detto a Tom durante l’operazione, Juliet gli aveva chiesto di uccidere Ben. Jack, preso in contropiede, rimane un attimo in silenzio e poi afferma risolutamente che Juliet non gli ha mai chiesto nulla del genere e che lui ha mentito per metterli uno contro l’altro. Isabel, raggelandosi, lo fissa negli occhi e gli chiede perché lui stia mentendo per Juliet. Jack, sorridendo, chiede di essere riportato nella sua gabbia.

Cindy gabbia.jpg

Cindy, tra le altre persone, osserva Jack

Il mattino seguente Jack si risveglia nella sua gabbia e scopre che un gruppo di persone lo sta osservando dall’esterno. Una di esse, Cindy, gli si avvicina e lo saluta. Jack riconosce la ragazza come la hostess del Volo 815 e le chiede come stia e cosa gli Altri le abbiano fatto. Cindy risponde di stare bene e che le cose sono più complicate di quello che appaiono: loro sono venuto per osservarlo. Jack, incredulo, non riesce a capire cosa intenda la ragazza. Emma si avvicina a Cindy e le sussurra qualcosa nell’orecchio. Cindy dice a Jack che Emma vorrebbe sapere come sta Ana Lucia: Jack, colto da un accesso di frustrazione e rabbia le grida contro dicendole di andare ad osservare qualcos’altro e di lasciarlo in pace. Cindy ed il gruppo, sorpresi, si allontanano. Zack osserva lungamente Jack e poi si allontana con gli altri.

Alex raggiunge Jack nella sua gabbia e distrugge con un sasso la telecamera che li osserva. La ragazza chiede a Jack perché lui abbia salvato la vita di Ben dopo tutto quello che lui aveva fatto a lui ed ai suoi amici. Jack ribatte dicendo alla ragazza che le risponderà solo se lei, a sua volta, risponderà ad una sua domanda: dove si trova Juliet in quel momento. Alex risponde che Juliet in quel momento sta per essere giudicata per avere ucciso uno dei loro: la legge degli Altri non è clemente con chi uccide uno dei loro. Alex aggiunge che se non fosse stato per Jack Juliet non avrebbe mai ucciso una persona e chiede a Jack di rispondere alla domanda che lei gli ha posto. Jack risponde dicendo che ha operato Ben perché glielo aveva promesso, aveva dato la sua parola. Improvvisamente Jack si volta e chiede ad Alex se suo padre sia ancora il capo e se Isabel obbedirà a quello che lui le dirà di fare: Alex risponde affermativamente. Jack, determinato, chiede ad Alex di condurlo da suo padre.

Arrivati in sala operatoria Jack ferma un medico che sta intervenendo per pulire la ferita infetta di Ben e lo allontana. Jack chiede a Ben se loro non abbiano un chirurgo più abile: Ben risponde che una volta lo avevano e si chiamava Ethan. Jack spiega a Ben che la sua ferita è infetta e che è necessario ripulirla per evitare che possano nascere delle complicazioni e che lui rimanga paralizzata: è necessario che un medico si prenda cura di lui finchè non sarà fuori pericolo. Ben chiede a Jack cosa lui voglia in cambio: l’uomo gli chiede di intervenire per salvare la vita di Juliet. Ben, sorpreso, gli dice che a Juliet non importa nulla di Jack perché lei è una di loro. Jack, incurante delle parole di Ben, gli chiede di chiudere l’accordo. Ben chiede che gli vengano portati carta e penna. Jack ed Alex raggiungono la stanza in cui è in corso il giudizio di Juliet: la ragazza bussa per farsi aprire. Tom esce dalla stanza e, vedendo Jack, lo attacca e lo sbatte contro una colonna. Isabel, uscita in quel momento, blocca Tom ed Alex le consegna il messaggio da Ben. Isabel legge il messaggio e comunica ad alta voce che Ben ha deciso di commutare l’esecuzione di Juliet nella marchiatura. Jack, non capendo di cosa si tratti, osserva Juliet attraverso uno spiraglio della porta ma Isabel, rientrando nella stanza, chiude la porta alle sue spalle.

Marchio.jpg

Il marchio sulla schiena di Juliet

Più tardi Juliet raggiunge Jack alla sua gabbia e gli porta un sandwich: Jack chiede a Juliet di mostrargli la marchiatura. La donna vorrebbe che lui lasciasse perdere me Jack insiste e Juliet solleva la maglietta mostrando, in fondo alla schiena, una grossa cicatrice. Jack, sconvolto, dice alla donna di raccogliere una foglia di aloe e di portargliela. Juliet ubbidisce alla sua richiesta e gli sporge la foglia attraverso le sbarre. Jack si china e comincia a curare teneramente Juliet. Jack dice a Juliet che Ben ha promesso ad entrambi che li riporterà a casa e quindi ora loro due dovranno assicurarsi che lui mantenga la parola data. Juliet comunica poi a Jack che di lì a poco gli Altri verranno a prenderlo e condurranno lui e tutti gli altri via da quell’isola. Gli amici di Jack, infatti, hanno visto dove loro si trovano e potrebbero tornare a cercarli. Ora tutti loro devono fuggire da lì e raggiungere il posto che Ben chiama “casa”.

3X09 JackBoat.jpg

Jack si allontana in barca con gli Altri

Isabel conduce Jack e Juliet su una spiaggia dove già si trovano Tom e Ben, sdraiato su una portantina. Isabel spiega a Jack che i suoi tatuaggi dicono “Cammina fra di noi ma non è uno di noi”: Jack ribatte che effettivamente quello è ciò che i tatuaggi dicono, ma non è quello che significano. Ben viene poi caricato su una piccola imbaracazione e, assieme a Jack, viene trasportato verso una barca ancorato poco distante da riva. Poco dopo, mentre Sawyer e Kate accendono delle torce e camminano fra gli alberi e Karl e Alex, pur se separati, osservano le stesse stelle, a bordo della nave che li porta via dall’Isola dell’Idra Jack e Juliet siedono l’uno accanto all’altra.



CuriositàModifica

GeneraleModifica

  • Il tatuaggio di Jack non necessariamente si deve tradurre letteralmente come "Cammina fra noi, ma non è uno di noi", come ha detto Isabel. La traduzione corretta dal cinese recita "Eagles high, cleaving sky."
    • Il tatuaggio é un vero tatuaggio dell'attore Matthew Fox, insieme ad un altro che si vede a volte sull'avambraccio sinistro.
    • Nel flashback, quando Achara sta per fare il tatuaggio e Jack é senza maglietta, il tatuaggio sembra coperto oppure, forse, per la scena le immagini sono state montate orizzontalmente durante il montaggio.
  • Ci sono molti riferimenti alle stelle: Karl e Alex che danno i nomi alle stelle, il marchio di Juliet, oltre alle stelle sul tatuaggio di Jack.

Note di produzioneModifica

ErroriModifica

  • When Jack is at the beach with Achara preparing and flying his kite, the shorts he is wearing switch from being wet to dry and back again many times.

Tematiche ricorrenti Modifica


Tematiche ricorrenti in Lost
AnimaliBianco e neroIncidenti stradaliConnessioni tra i personaggiBambiniOcchiFato contro libero arbitrioBuoni e cattiviPrigioniaIsolamentoVita e morteParti del corpo mancantiSoprannomiI NumeriProblemi familiariGravidanzeGiustapposizioniPioggiaRinascitaRedenzioneRelazioniSacrificioSegretiSogniTempoTruffe e inganni
  • Achara called Jack a great man. (Good and bad people)
  • Jack asked Tom why the Others are "good" if they kidnapped kids and pregnant women as well terrorized the survivors. (Good and bad people)
  • In flashbacks Jack wears a pendant in the shape of the number 8. (The Numbers)
  • Karl points to an area of the sky and says that's where "Ursa Theodorus" will appear, "The Teddy bear." (Animals)


Riferimenti culturaliModifica

Chorus:
Patience, stranger--
here in a strange land, poor man,
hate with a will
whatever the city holds in rooted hatred,
honor what the city holds in love.


Tecniche letterarieModifica

  • Achara states that Chet likes Jack in the restaurant, but Jack is later beaten badly by Chet. (Irony)


Analisi della storiaModifica

  • Jack bargains for Juliet's life. (Economics)
  • Ben commuted Juliet's sentence, saying the "rules do not apply". (Leadership)
  • Achara defined Jack as a leader and a great man. (Leadership)


Episode referencesModifica

Domande senza rispostaModifica

Domande senza risposta
  1. Non rispondere alla domande in questa pagina.
  2. Mantieni le domande aperte e neutrali: non suggerire già nelle tue parole la risposta.
Per le teorie su queste domande, vedi: Straniero in terra straniera/Theories
  • Come e perché Cindy e i bambini si sono "convertiti" in Altri?
    • Cosa "guardano"?
  • Cosa significa il Marchio di Juliet?
  • Perché il tatuaggio di Jack "porta a delle conseguenze"?


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale