FANDOM


"Vita e morte di Jeremy Bentham" è il settimo episodio della Quinta stagione di Lost, il novantreesimo dell’intera serie. La missione fatale compiuta da Locke fuori dall'Isola e la vita di Jeremy Bentham viene mostrata. Locke tenta in ogni modo di ricondurre i suoi compagni sull’Isola e sarà costretto a morire per riuscirci.

TramaModifica

Sull'IsolaModifica

Stanza della ruota ghiacciataModifica

Locke riallinea la ruota. Mentre la stanza si riempie di luce Christian gli chiede di salutare per lui suo figlio. Locke chiede all’uomo chi sia suo figlio ma, prima che questi possa rispondere, la luce diventa accecante e John scompare.

TunisiaModifica

5x07 Deja vu.png

Locke appare nel deserto della Tunisia

John appare misteriosamente nel 2007 in un deserto della Tunisia: l’uomo ha una frattura scomposta alla gamba, non può muoversi e vomita per il dolore. Improvvisamente John si accorge che una telecamera della sorveglianza sta riprendendo il punto esatto in cui lui si trova. John urla e cerca di farsi notare. Il tempo passa. A notte fonda finalmente un camion carico di uomini armati raggiunge il posto in cui John si trova: gli uomini scendono dal camion, caricano in malo modo John nel cassone posteriore e lo trasportano in un ospedale di campo. Una volta deposto John su un letto un chirurgo che parla un inglese stentato gli fa inghiottire delle pastiglie. John osserva che Matthew Abaddon, in disparte, osserva la scena. Il medico inserisce un bastoncino fra i denti di John, gli afferra la gamba e con un movimento brusco risistema l’osso al suo posto. John urla dal dolore e sviene.

Quella notte John si sveglia: Charles Widmore è seduto di fianco al suo letto. Locke non lo riconosce. Charles gli spiega che l’unica volta che loro due si sono incontrati lui stesso, Charles, aveva 17 anni e l’incontro avvenne sull’Isola. Charles dice a John che da quella volta lui non sembra cambiato per nulla e gli chiede secondo lui quanto tempo sia passato da allora, quando John venne al campo degli Altri per parlare con Richard. Locke, confuso, replica che sono passati circa quattro giorni da allora e chiede a Widmore se la telecamera nel deserto gli appartenga. Charles risponde affermativamente. John gli chiede come lui facesse a sapere dove sarebbe apparso: Widmore ribatte che quel punto è l’uscita dall’Isola.

Charles spiega a John di essere stato il leader degli Altri e di aver difeso pacificamente l'isola per più di trent'anni: poi Ben riuscì ad esiliarlo con l’inganno ed a cacciarlo dall’Isola. Widmore presume che anche Locke sia stato esiliato da Ben, ma Locke lo corregge dicendo che Ben non era più sull’Isola quando lui se ne è andato e che è tornato per riportare i suoi amici sull'Isola. Widmore gli chiede di fidarsi di lui: ambedue vogliono infatti salvare l'isola. Charles userà tutti i mezzi a sua disposizione per aiutare John a riportare i suoi compagni sull’Isola. Quando John gliene chiede il motivo Charles ribatte che sta per scoppiare una guerra e che se tutti loro non saranno tornati indietro quando scoppierà sarà la fazione sbagliata a vincere.

ThreeFailures.jpg

Widmore presenta a Locke Matthew Abaddon

Più tardi, in un cortile fuori dall'ospedale, Widmore fornisce a Locke un nuovo passaporto canadese che riporta il nome Jeremy Bentham, un telefono satellitare con cui potrà sempre chiamarlo premendo i tasti 23 ed una busta piena di soldi. Charles spiega a John che lo aiuterà a trovare gli Oceanic 6 e gli fornisce delle cartelle su di loro e sulle loro attuali occupazioni. Quando John gli chiede se lui abbia spiato i suoi amici Charles ribatte che, avendo lui investito molto sull’Isola, ha ritenuto necessario controllare i movimenti dei suoi compagni. John chiede a Charles come possa fidarsi di lui dopo che ha mandato la Kahana carica di esplosivo sull’Isola con il compito di uccidere tutte le persone che vi si trovavano. Charles spiega che era necessario neutralizzare Ben, ad ogni costo. In ogni caso, quando incontrerà i suoi compagni, sarà meglio che John non faccia riferimento al fatto che Charles lo ha aiutato a rintracciarli: dopo tutte le menzogne che Ben ha raccontato su di lui i suoi amici potrebbero insospettirsi.

Charles spiega in poi a John che Matthew Abaddon sarà il suo autista e lo condurrà dovunque lui desidererà. John guarda l’uomo con sospetto, soprattutto quando Matthew apre una carrozzina a rotelle per far accomodare John in auto. Locke chiede a Charles perché Richard abbia detto che lui dovrà morire per ricondurre i suoi compagni sull’Isola: l’uomo ribatte che impedirà in tutti i modi che lui muoia e gli augura buona fortuna. Sulla strada verso l’aeroporto Abaddon chiede a John se voglia far sapere a qualche persona cara che è ritornato dall’Isola. Locke ribatte seccamente che non vuole che lui gli rivolga la parola. Matthew chiede a John di dirgli almeno quale sarà la loro prima meta: John risponde che la prima meta sarà Santo Domingo.

Santo Domingo, Repubblica DominicanaModifica

Orly.jpg

Sayid ascolta dubbioso il discorso di Locke

Sayid è in cima al tetto di un edificio e sta aiutando nella costruzione di una scuola per l'associazione di beneficienza Build Our World. Locke gli si avvicina e lo saluta: Sayid scende dal tetto ed i due si mettono a parlare. John spiega a Sayid che è necessario che tutti loro tornino sull’Isola, ma Sayid rifiuta categoricamente di tornare. L’uomo spiega che Ben lo ha manipolato per due anni con la scusa di proteggere il resto degli Oceanic 6. Inoltre solo lasciando l'Isola ha potuto sposare finalmente Nadia, con cui è rimasto per nove mesi, prima che la donna venisse uccisa. Locke dice a Sayid che gli dispiace per quel che è successo. Sayid gli chiede se l’unica ragione per cui lui voglia ritornare sull'Isola non sia dovuta al fatto che non ha un altro luogo dove andare. Prima di andarsene, deluso, Locke dice a Sayid che se mai cambierà idea potrà rintracciarlo a nome di Jeremy Bentham al Westerfield Hotel a Los Angeles. Sayid sorride e ribatte che se mai John cambierà idea potrà sempre raggiungerlo lì a Santo Domingo per fare assieme qualcosa di buono.

New YorkModifica

Walted.jpg

Walt saluta Locke dopo tre anni di separazione.

Alcuni giorni dopo Locke e Abaddon si fermano di fronte ad una scuola nel downtown di New York. Mentre aspetta, Locke chiede ad Abaddon di cercare Helen Norwood per lui: è una donna che viveva a Los Angeles. Abaddon gli chiede se si tratti di una sua vecchia fiamma ma Locke non risponde. Al suono della campanella della scuola Locke chiede ad Abaddon di aiutarlo a scendere dall'auto. Un gruppo di studenti esce da scuola e tra di loro c'è Walt. Locke fa un cenno a Walt: il ragazzo, sorpreso, lascia gli amici ed attraversa la strada per parlare con Locke. L’uomo gli chiede perchè non sia sorpreso di vederlo: Walt gli spiega che proprio quella notte lo ha sognato. Era sull’Isola ed indossava un completo elegante: era attorniato da alcune persone che volevano ucciderlo. Locke afferma che è una fortuna che fosse solo un sogno. Walt chiede notizie di suo padre Michael: il ragazzo afferma di non vederlo da tre anni e di sospettare che sia tornato sull'Isola. Locke afferma che l'ultima volta che ha avuto notizie a proposito di Michael l’uomo si trovava su una nave mercantile al largo dell’Isola. Walt saluta John e si allontana. Abaddon chiede a John perché non abbia provato a convincere Walt a tornare sull’Isola. John risponde che il ragazzo ne ha già passate tante. Il suo scopo è quello di riuscire a convincere almeno uno degli Oceanic 6 a tornare: tutti gli altri avrebbero poi seguito quella persona. Mentre i due salgono in auto Ben, dall’altro lato della strada, osserva stupito la scena.

Istituto di Igiene Mentale Santa Rosa, Los Angeles, CAModifica

AintDeadSon.jpg

Locke visita Hurley nella casa di cura

Quando John si avvicina ad Hurley sulla sua sedia a rotelle il ragazzo sta disegnando una sfinge Egizia. Hurley, per nulla sorpreso dall’arrivo dell’uomo, chiede a Locke perché si trovi su una sedia a rotelle: John risponde di essersi ferito cadendo in una fossa. Hurley gli chiede se è così che è morto, presumendo che Locke lo sia, dato che per lui ultimamente è normale parlare con la gente morta. Quando John ribatte di non essere affatto morto Hurley, incredulo, chiede ad un'infermiera se vede un uomo sulla sedia a rotelle accanto a lui. Quando la ragazza risponde affermativamente Hurley, terrorizzato, fa un salto in aria per la paura. Il ragazzo chiede a Locke come abbia fatto ad andarsene dall'Isola. John ribatte chiedendogli di tornare sull’Isola assieme a lui ed a tutti gli altri. Hurley in quel momento nota Matthew Abaddon che li osserva da lontano e, sentendo Locke affermare che quell’uomo è con lui, rifiuta di aver a che fare con loro insistendo che quell’uomo è malvagio. Hurley racconta come Abaddon, mentendo, si fosse presentato a lui come avvocato della Oceanic airlines al Santa Rosa. Poi alzandosi e mettendosi ad urlare rientra dentro la casa di cura. Locke, sempre più deluso, ritorna alla macchina e chiede a Matthew che tipo di lavoro lui faccia per Charles. Matthew risponde di essere sicuro che John si ricordi di lui: subito dopo l’incidente che lo paralizzò, infatti, si finse un infermiere dell’ospedale e gli consigliò di andare in Australia per compiere un viaggio spirituale, lo stesso viaggio che gli permise di arrivare sull’Isola. John dice ad Abaddon di ricordarsi benissimo. Matthew afferma quindi che il suo lavoro consiste nell’aiutare le persone a raggiungere la loro destinazione.

Los Angeles, CAModifica

HellToTheNo.jpg

Kate rifiuta di tornare sull'Isola

Locke è a casa di Kate e le ha spiegato per quale motivo vuole che lei torni sull’Isola. La ragazza rifiuta di ritornare nonostante tutto quello che potrebbe accadere alle altre persone rimaste sull'Isola. Kate spiega a Locke di ritenere che lui sia così disperatamente legato all’Isola perché non ha mai veramente amato qualcuno. John nega e racconta a Kate di avere amato una donna, Helen, ma che purtroppo la cosa non funzionò perché lui era troppo arrabbiato ed ossessionato. Kate replica amaramente che si vede dove quello lo abbia portato. Quando lascia la casa John chiede ad Abaddon se sia riuscito a rintracciare Helen. Matthew dichiara di non essere riuscito a trovarla: forse la donna ora vive all'estero o ha cambiato nome. Arrabbiato e frustrato Locke gli chiede come mai lui non abbia avuto problemi nel rintracciare gli Oceanic 6 sparsi in tutto il mondo mentre non riesca a trovare Helen. John afferma che se il suo lavoro è quello di aiutare le persone a raggiungere la loro destinazione allora deve riuscire a fargli ritrovare Helen.

Santa Monica, CAModifica

5x07 Deader Abaddon.png

Abaddon viene ucciso da qualcuno davanti al cimitero

Locke ed Abaddon sono in un cimitero, davanti alla lapide di Helen: Abaddon spiega che la donna è morta a causa per un'aneurisma cerebrale. Straziato, John dice che Helen lo amava e se solo loro lo avessero voluto ora starebbero insieme. Abaddon precisa che anche in quel caso nulla sarebbe cambiato, Helen sarebbe morta comunque ma John non sembra convinto. Abaddon dice che Helen è nel posto dove l’ha condotta il suo cammino mentre Locke è destinato a tornare sull'Isola. Locke gli domanda se lui creda al destino e pensi che lui non abbia alcuna scelta. Abaddon chiede a John se lui ritenga che la predizione di Richard Alpert, quella che lui dovrà morire per far tornare i suoi compagni sull’Isola, sia destino o sia una scelta. Locke, confuso, chiede a Matthew come possa pensare che lui voglia morire. Poco più tardi, mentre Abaddon sta caricando la sedia a rotelle di John nel baule, viene improvvisamente raggiunto da tre proiettili sparati da un ignoto sicario. Locke, terrorizzato, passa al posto di guida e fugge con l’auto lasciando il cadavere di Abaddon di fronte al cimitero. Deviando pericolosamente su una strada ad alta percorrenza Locke si scontra con due auto in un incrocio e perde conoscenza nell'impatto.

CrazyEyes.jpg

Jack, frustrato, rifiuta di credere alle parole di Locke

Locke si sveglia in un letto di ospedale: Jack siede accanto a lui. Jack dice a Locke che è stato coinvolto in un incidente stradale e che è stato portato al suo ospedale. Poi l’uomo chiede a John che cosa lui ci faccia lì. Locke non riesce a credere che il fatto che lui sia stato ricoverato nello stesso ospedale di Jack sia una coincidenza e spiega a Jack che è necessario che tutti loro tornino sull’Isola altrimenti tutte le persone che vi sono rimaste moriranno. Jack rifiuta di accettare che ritornare sull'Isola sia il loro destino e chiede a Locke di domandarsi se lui sia davvero speciale come crede. Quando Jack fa per andarsene John lo ferma e gli dice che suo padre gli manda i saluti. Di fronte allo stupore di Jack, Locke gli spiega che l’uomo gli ha detto di spostare l’Isola e che lo ha aiutato ad abbandonarla un attimo prima che lui partisse gli ha detto di salutare suo figlio: quell’uomo non poteva essere né il padre di Sayid né il padre di Hurley e quindi doveva per forza essere il padre di Jack. John aggiunge che quell’uomo si chiamava Christian. Jack, sconvolto, afferma con rabbia che suo padre è morto tre anni prima in Australia. Locke implora Jack di ritornare con lui sull’Isola: se lui lo farà tutti gli altri lo seguiranno. Arrabbiato, Jack dice a Locke di lasciare in pace lui e tutti gli altri loro compagni. Poi, furibondo, lascia la camera di John.


5x07 HoldIt.jpg

Ben implora Locke di non suicidarsi.

Circa un mese più tardi, nella sua stanza all'Westerfield Hotel, Locke sta scrivendo una lettera a Jack. Su di essa c’è scritto: “Jack, vorrei che mi avessi creduto. JL”. John poi prende la lettera, la mette in una busta e mette la busta in tasca. L’uomo prende poi una matassa di filo elettrico, lega un’estremità ad un termosifone e, facendo passare il cavo sopra un tubo sotto il controsoffitto, stringe un cappio all’altra estremità. Salito poi su un tavolo si fa passare il cappio attorno al collo e si avvicina al bordo del tavolo. Proprio nel momento in cui sta per impiccarsi qualcuno bussa alla porta. John lo ignora e fa per buttarsi ma dopo alcuni colpi ed urla Ben sfonda la porta ed entra nella stanza. Vedendo John sul punto di suicidarsi Ben lo prega di fermarsi affermando di volerlo aiutare e di aver sempre agito in modo da proteggere lui e gli altri. Locke, con un lampo di intuizione, gli chiede se sia stato lui ad uccidere Matthew Abaddon: Ben ammette di averlo fatto ma si giustifica dicendo che Abaddon era molto pericoloso e lavorava per Widmore. Quell’uomo avrebbe presto ucciso lo stesso Locke se lui non fosse intervenuto. Di fronte alla rabbia di John, Ben sostiene che Widmore stava usando John per poter tornare sull'isola e la ragione per cui Ben aveva spostato l’Isola era proprio quella di impedire a Charles Widmore di trovarla. Ben, lentamente, scioglie il cavo con cui John voleva impiccarsi e ribadisce a John che lui è molto importante per l’Isola. L’uomo offre poi il suo aiuto a John. Locke è molto turbato e scoppia a piangere affermando di non essere capace di essere un leader: per tutta risposta Ben dice a Locke che Jack ha appena prenotato un biglietto aereo da LA a Sydney e questo dimostra che John è riuscito a convincerlo.

5x07 GoodbyeOldFriend.jpg

Locke muore per mano di Ben

Mentre aiuta John a scendere dal tavolo ed a togliersi il cappio dal collo Ben gli dice che lui ha troppo lavoro da fare per morire e gli suggerisce di mettersi in contatto con Sun. Locke afferma di aver promesso a Jin che non contatterà sua moglie e mostra a Ben l'anello nuziale che Jin gli ha dato affermando che quello è la prova della sua morte. Ben appare molto sorpreso che Jin sia ancora vivo. Locke, un po’ più su di morale, afferma di sapere cosa dovrà fare dopo aver radunato tutti i suoi compagni: mettersi in contatto con una donna che vive a Los Angeles e che si chiama Eloise Hawking. Al sentire quel nome Ben appare visibilmente turbato. Locke chiede a Ben se conosca quella donna; Ben, tranquillamente, afferma di conoscerla. Improvvisamente e senza alcun preavviso, poi, Ben scivola alle spalle di John e gli passo il cavo attorno al collo cominciando a stringere spasmodicamente: malgrado i tentativi di liberarsi John non riesce ad allentare la stretta dell’aggressore e dopo pochi secondi muore. Ben, sconvolto, predispone quindi tutto come se si fosse trattato di un suicidio e pulisce la camera d'albergo delle proprie impronte digitali. Prima di andarsene Ben nota l'anello di Jin e se lo mette in tasca. Sull'uscio Ben si volta ancora una volta ad osservare John, appeso ad una fune, e gli dice che sentirà molto la sua mancanza. L’uomo abbandona poi la stanza ignaro del biglietto di suicidio nella tasca di Locke.

Sull'Isola dell'IdraModifica

2007Modifica

Gathering.jpg

I sopravvissuti del volo Ajira si raggruppano attorno ad uno sconosciuto

Un uomo, Caesar, sta ispezionando un ufficio buio della stazione dell'Idra, forzando una cassettiera e sfogliando i documenti all’interno, quando d’un tratto scopre un'arma nascosta sotto una scrivania: l’uomo l’afferra e la nasconde all'interno del suo zaino. Una donna, Ilana, entra improvvisamente nell’ufficio e gli chiede se ha trovato qualcosa lì dentro: l’uomo risponde negativamente. Quando Ilana si insospettisce e gli chiede cosa abbia appena nascosto nello zaino, lui prende una torcia dallo zaino e gliela passa dicendole che può usarla se ne ha bisogno. Ilana racconta a Caesar che hanno trovato un uomo sulla spiaggia, vestito con un abito scuro, che nessuno di loro ricorda si trovasse sull'aereo. I due si dirigono allora all'accampamento dei superstiti del volo 316, passando accanto ai resti del volo 316, e si avvicinano ad un gruppo radunato attorno ad un uomo avvolto in una coperta dell'Ajira Airways. Caesar si presenta all’uomo chiedendogli come si chiami. L’uomo risponde di chiamarsi John Locke.

Greetings.jpg

Ilana saluta Locke sulla spiaggia

Il giorno seguente, Locke osserva un’Isola in lontananza con i piedi nell'acqua. Le scarpe di Christian Shephard giacciono sulla sabbia insieme alla giacca del vestito. Ilana cammina verso Locke, gli si presenta e gli offre un mango. John lo assaggia e commenta che quello è il mango più buono che lui abbia mai mangiato. Locke chiede alla donna se siano loro le due canoe che sono a secco sulla spiaggia. Ilana spiega che le canoe erano già lì quando loro sono arrivati: in realtà all’inizio erano tre ma poi il pilota e una donna si sono allontanati con essa durante la notte. Ilana chiede a Locke perché nessuno di loro si ricordi di lui sull’aereo e come mai lui sia vestito così elegante: Locke dice di non ricordarsi di essere stato sul volo ma suppone che quello che indossa sarebbe dovuto essere il vestito con cui lui sarebbe stato seppellito. L’uomo afferma di ricordare solo di essere morto. Ilana, sorpresa, gli lancia un'occhiata strana e si allontana.

5x07 DeadOrAlive.jpg

Locke identifica Ben come l'uomo che lo ha ucciso

Più tardi, quella notte, Locke raggiunge Caesar nell'ufficio dell'Idra: Caesar sta consultando un fascicolo con il logo della DHARMA. John spiega a Caesar che il logo sul fascicolo apparteneva ad un’associazione di ricerca. Caesar chiede a Locke come lui sappia quelle informazioni e John ribatte che ha vissuto sull’isola per più di cento giorni e per questo sa molte cose. Caesar, confuso e curioso, domanda a Locke se lui gli sappia spiegare che cosa sia successo mentre l'aereo precipitava: l’uomo seduto accanto a lui sull’aereo sparì nel nulla dopo che una luce accecante investì l’aereo appena prima che esso precipitasse. Anche altri passeggeri sopravvissuti all’incidente affermano che alcune altre persone sono svanirono durante quel lampo di luce.

Locke, incuriosito, non sa spiegarsi la cosa ma dice a Caesar di avere una nuova ipotesi su come lui sia ritornato sull'Isola: ora però deve ritrovare i suoi compagni. John chiede a Caesar se esista una lista dei passeggeri: l’uomo ribatte che c’era una lista ma il pilota l’ha presa quando è fuggito. John chiede se tutti gli altri passeggeri si trovino in quel luogo. Caesar spiega che i feriti più gravi sono stati ricoverati in un’altra zona. Caesar conduce quindi Locke in una sorta di infermeria dove molte persone ferite sono sdraiate su dei lettini. Locke si muove fra loro osservando da vicino ogni persona. Arrivato all’ultimo lettino John si ferma e fissa il ferito in silenzio: si tratta di Ben. Quando Caesar gli chiede se lui conosca quell’uomo John risponde affermativamente indicando quell’uomo come quello che lo ha ucciso.

CuriositàModifica

GeneraleModifica

  • Locke prende la corda con cui si vuole impiccare da Angel's Hardware.
  • Il mango è considerato in molti posti dell'India di essere l'albero/frutto della conoscenza/vita.
  • La rivista LIFE che Caesar trova nella stazione dell'Idra è del 19 aprile 1954, e contiene un articolo di un test della Bomba a Idrogeno.
  • Il giornale che Charles Widmore mostra a Locke è una copia del "London Daily Tribune". Datato 14 gennaio 2005, il ritorno degli Oceanic 6 è in prima pagina. Inoltre sono presenti l'articolo di un incidente d'auto e il cambio Dollaro/Euro.

Note di produzioneModifica

  • Sawyer, Jin, Sun, Juliet, Daniel e Miles non appaiono in questo episodio.
  • Questa è la prima volta nel telefilm che Sawyer non appare per due episodi consecutivi.
  • William Blanchette è creditato come Aaron, ma non appare in questo episodio.
  • John Terry è creditato come Christian Shephard nel comunicato stampa di questo episodio, ma non è inserito nei crediti, e appare solo nella scena tratta dall'episodio "Questo posto è la morte" dove Locke gira la ruota.
  • Questo episodio doveva essere originariamente essere il 5x06, ma alla fine è stato sistemato dopo l'episodio "316".

ErroriModifica

  • Nella quarta stagione, Walt dice ad Hurley che Jeremy Bentham è venuto a parlargli. Locke non si è riferito a se stesso come Jeremy Bentham durante la conversazione con Walt nell'episodio.
  • Nel finale della quarta stagione, Jack risponde affermativamente a Ben, il quale gli chiede se Locke gli avesse detto che anche lui aveva lasciato l'isola. Nella conversazione mostrata nell'episodio 5x07 non viene mai menzionato il nome di Ben.
  • Quando Locke e Walt si incontrano a New York, stanno all'angolo della "W 67th St." e l'"8th Ave" ma queste strade non si intersecano. A partire la W59th, i viali dalla costa Ovest hanno cambiato nome non si indicano più coi loro numeri. Sul cartello dell'8th Ave street dovrebbe leggersi "Central Park West" che delimita interamente Central Park lungo il lato sud orientale senza le costruzioni. La 9th Ave è la "Columbus Avenue". Inoltre, il cartello della metropolitana parzialmente leggibile indica "Columbus"
  • Quando Walt chiede a Locke perché sia venuto a trovarlo, si vede la faccia di Locke, poi quella di Walt e si nota la testa di Locke prima che risponda. Quando la visuale cambia su Walt, Locke gira leggermente la testa, per non guardare il ragazzo. Ma quando la camera torna sul suo volto, mentre risponde, guarda sempre Walt.
  • Quando Hurley viene portato via dai due addetti al Santa Rosa i due invertono la posizione dietro Hurley quando cambia la scena.
  • La targa chiaramente visibile della auto di Abaddon non è più in vigore. La targa della Statua della Libertà fu cambiata nel 2001 con una nuova e nessuna auto possiede ancora la vecchia targa. E' un possibile errore, oppure è intenzionale.
  • La targa tunisina del camioncino e la macchina di Abaddon hanno rispettivamente il numero '342' e '207' come 'numeri seriali' ed è impossibile, poiché a tutto febbraio 2009 non si può ancora trovare un numero maggiore di 137.
  • Mentre Abaddon sta portando Locke verso l'aeroporto in Tunisia, un cartello americano di limite di velocità 45 miglia/orarie può essere visto brevemente fuori del finestrino del passeggero
  • L'immagine di Sayid, indicata a Locke da Widmore, è quasi identica alla prima immagine che vediamo di lui quando Locke arriva al suo posto di lavoro. La stessa camicia, la stessa posizione, lo stesso foro nel tetto. E' quasi come se la foto fosse stata fatta nell'istante esatto in cui Locke la vede.
  • Il passaporto canadese dato a Locke da Widmore è stato emesso nel 2007 e scade nel 2017. Tuttavia, i passaporti canadesi devono essere rinnovati ogni 5 anni, non 10.

Tematiche ricorrentiModifica


Tematiche ricorrenti in Lost
AnimaliBianco e neroIncidenti stradaliConnessioni tra i personaggiBambiniOcchiFato contro libero arbitrioBuoni e cattiviPrigioniaIsolamentoVita e morteParti del corpo mancantiSoprannomiI NumeriProblemi familiariGravidanzeGiustapposizioniPioggiaRinascitaRedenzioneRelazioniSacrificioSegretiSogniTempoTruffe e inganni
  • C'è un inquadratura degli occhi chiusi di Locke, prima di svegliarsi nel deserto della Tunisia. (Occhi)
  • Ben uccide Abaddon e Locke. (Vita e morte)
  • Si scopre che Helen è morta. (Vita e morte)
  • Walt dice che ha avuto dei sogni su Locke. (Sogni)
  • Abaddon dice che lui era un infermiere quando Locke si trovava in ospedale anni fa. (Connessioni tra i personaggi)
  • Locke è coinvolto in un incidente d'auto. (Incidenti stradali)
  • Charles dice che se Locke ha bisogno di contattarlo, deve digitare 23 sul telefononino che gli ha dato. (I numeri)
  • La data sulla copertina della rivista LIFE è del 19/4/1954. (I numeri)
  • Caesar inganna Ilana sull'arma che ha trovato, dicendole che era solo una torcia. (Truffe e inganni)
  • The Tunisian license plate shown contains "342" and "6346". (I numeri)
  • La lapide di Helen riporta la sua data di morte: 8 aprile (4) 2006. (I numeri)
  • Locke dice a Widmore che sono passati 4 giorni da quando Locke ha incontrato il Widmore di 17 anni sull'isola. (I numeri)  (Tempo)
  • Hurley chiama Abaddon diabolico. (Bene e male)
  • Abaddon dice a Locke che ciò che ha fatto o ciò che farà non importa, in ogni caso lui tornerà sull'isola. (Fato contro libero arbitrio)
  • Dopo il suo incidente, Locke si sveglia allo stesso ospedale dove lavore Jack. (Connessioni tra i personaggi)
  • Ben uccide Locke dopo averlo convinto a non suicidarsi; successivamente fa in modo che sembri un suicidio. (Vita e morte)  (Omicidi)  (Truffe e inganni)

Analisi della StoriaModifica

Riferimenti fra gli episodiModifica

Domande senza rispostaModifica

Domande senza risposta
  1. Non rispondere alla domande in questa pagina.
  2. Mantieni le domande aperte e neutrali: non suggerire già nelle tue parole la risposta.
Per le teorie su queste domande, vedi: Vita e morte di Jeremy Bentham/Theories
  • Come sono finite la mappa della Rousseau e di Daniel nell'Isola dell'Idra?
    • Chi scrisse i geroglifici sulla mappa di Daniel e perché?


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale